COVID-19: Current situation

Monte Todano


Published by imerio , 25 January 2021, 20h25.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 2 April 2015
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Time: 8:00
Height gain: 1000 m 3280 ft.
Access to start point:Autostrada A26, uscire a Verbania e, una volta raggiunta, seguire le indicazioni per Valle Intrasca /Intragna.

Bella uscita con una giornata dal tempo splendido, in una zona in cui sono stato molte volte, ma sempre partendo da Miazzina, sopra Verbania; questa volta invece abbiamo deciso di salire dalla Valle Intrasca (VB) raggiungendo Intragna, da cui abbiamo iniziato la nostra escursione.
Molto bella la salita, sempre con moderate pendenze, che attraversa dei nuclei di baite pittoreschi (Gabbio, La Piazza, Sunfai), per poi raggiungere la Cappella e il rifugio del Pian Cavallone e il Monte Todano.
Salendo, avevamo individuato e ben “traguardato” un sentiero sul lato opposto della valle, che avremmo dovuto percorrere sulla via del ritorno, durante la discesa.
Molto nutrito “l’incontro con l’animale”, costituito dall’avvistamento di una decina di camosci e da due caprioli (siamo ai margini della selvaggia ValGrande e in queste zone ho sempre visto  tanta selvaggina).
Dopo aver mangiato sul terrazzo del rifugio Pian Cavallone (questa volta oltre alla consueta bottiglia di vino avevamo anche il liquore…), abbiamo iniziato la discesa seguendo un sentiero non segnato sulla ns. cartina, che pensavamo conducesse a quello che volevamo raggiungere per il ritorno e, in effetti,  dopo un lungo e pittoresco traverso in un fitto bosco di abeti, abbiamo iniziato a scendere il crinale sul lato opposto della valle, in linea con l’itinerario della cartina. Fin qui tutto bene, poi abbiamo trovato un cartello che indicava “Intragna”, ma ci sembrava ancora di essere troppo in alto e inoltre il sentiero saliva, mentre noi avremmo dovuto scendere (qui abbiamo commesso l’errore!); abbiamo quindi deciso di proseguire, fiduciosi nel trovare almeno altre due deviazioni che ci avrebbero riportati sul lato opposto della valle, verso Intragna.
Per farla breve, non abbiamo più trovato deviazioni segnalate e, quelle che abbiamo provato a percorrere, si esaurivano nei fitti boschi; l’unica alternativa che ci rimaneva, era quella di seguire la stradina asfaltata, che però ci avrebbe portato ad un altro paese e poi sul fondo della Valle Intrasca, e così abbiamo fatto.
Fortunatamente però abbiamo potuto fruire di due passaggi (il primo su un camioncino fino a Caprezzo, da cui poi siamo scesi a piedi fino alla strada di fondo valle) e il secondo in auto, che ci hanno permesso di risalire a Intragna, dove avevamo l’auto.
Niente di drammatico alla fine ma, senza passaggi, l’escursione ci sarebbe cosata almeno 3 ore in più di cammino e un rientro molto tardivo a casa, ma un po’ di imprevisto lo vogliamo lasciare in questa società che ormai ci ha viziato con i navigatori, i gps, ecc. ??? 

Hike partners: imerio


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»