COVID-19: Current situation

Cima Autour


Published by Andrea! , 2 May 2016, 21h55. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:25 April 2016
Ski grading: PD+
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1550 m 5084 ft.
Route:6,3 km (solo andata)
Access to start point:Balme (frazione Cornetti), Valle Ala di Stura.

Da dove iniziare la descrizione di questa giornata: dall'inizio della gita? ... dall'inizio della giornata? ... o dal giorno prima? Forse per capirla meglio è necessario fare qualche passo indietro.

Nella scelta della zona dove passare questi giorni di vacanza, avevamo scelto questa valle per poter salire al lunedì al rifugio Gastaldi, dopo che il rifugista ci aveva detto che non avremmo trovato posto nel weekend. Non sapendo ancora cosa fare e come si sarebbe evoluto il meteo non avevamo prenotato, sicuri di poterlo fare domenica pomeriggio dopo aver consultato i bollettini nivo-meteo.

Infatti tornati dagli Ortetti una volta sistemati gli sci, fatto la doccia e fatto merenda, abbiamo iniziato a chiamare ripetutamente il rifugio per prenotare la nostra permanenza nei giorni successivi ma senza riuscire a prendere la linea. Però eravamo abbastanza fiduciosi di riuscire a trovare quattro posti visto che saremmo saliti a cavallo di giorni feriali e non di festa.

Preparati gli zaini, elaborati i piani "tattici" delle gite e consumata l'abbondante cena, telefoniamo ancora al rifugio per scrupolo e finalmente ci rispondono: "rifugio tutto pieno!!" ... attimo di smarrimento ... chiedo conferma: "sì, lunedì tutto pieno, ci sarebbe posto dal martedì".

Sono passate le 21 e ci troviamo a dover rielaborare un piano "di emergenza". Salta fuori la proposta di traversare in giornata in un rifugio francese per poi rientrare in Italia il giorno successivo. La soluzione non è il massimo, ci farebbe saltare alcune cime che vorremmo salire e il meteo non sembra essere al top, ma la reputiamo comunque una buona via di uscita ... se non l'unica per fare qualcosa in valle.

Un po' sconfortati prenotiamo il rifugio francese e ci prepariamo mentalmente alla lunga giornata che ci aspetterà domani, visto che già sappiamo che la strada per Pian della Mussa è ancora chiusa e quindi ci toccherà un lungo avvicinamento sci in spalla ... cosa che sarebbe stata più accettabile se avessimo poi fatto base in un rifugio unico.

Ma comunque tutto ciò stuzzica il nostro spirito di avventura.

Anticipiamo l'ora di colazione e alle 6 siamo già in movimento, sci in spalla, sulla strada per Pian della Mussa. C'è vento, le nuvole avvolgono le cime di confine e scende qualche fiocco di neve ma continuiamo comunque per poco più 200 metri di dislivello quando vento e neve aumentano di intensità. Anche se al momento la situazione è gestibile siamo preoccupati di ciò che potremmo trovare sopra i 3000 metri mentre al posto tappa appena lasciato (a soli 2/3 chilometri) sembra esserci il sole.

Nuovo cambio di programma, decidiamo di tornare alla macchina e fare una gita "parallela" a quella di ieri visto che la situazione meteo sembra decisamente migliore. Svuotiamo gli zaini dal superfluo e ci spostiamo per tornare a Balme e riprendere a salire nel nostro caro bosco ... con gli sci in spalla.

Quando finalmente mettiamo gli assi ai piedi e ci troviamo su di un bel itinerario, con neve regolare, con poco vento e tanto sole siamo contenti della nostra scelta, fatta tutti insieme anche se questa gita non è certo il top dello scialpinismo e anche se abbiamo dovuto rinunciare a cime più "prestigiose" ... ma per noi anche questo è avventura, divertimento ... e scialpinismo!

Hike partners: Andrea!, RocRaf74


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

cristina says:
Sent 3 May 2016, 15h28
Stesso giorno, stesso ripiego, del resto eravamo in valli parallele...consolati noi dai 3000 che volevamo raggiungere siamo scesi a 1500, però sempre meglio che ripiegare al centro commerciale di Arese, sai che trekking si fanno lì dentro niente caldo, freddo, vento, temporali....Ciao ciao Cri

Andrea! says: RE:
Sent 3 May 2016, 19h13
Si, poi leggendo altri report (tra cui il vostro), mi sono definitivamente convinto di aver preso una buona decisione ... poi magari qualcosa avremmo comunque fatto ... ma anche le alternative che abbiamo trovato sono state belle.
Andrea


Post a comment»