San Bernardo e il Mulino dei Galli


Publiziert von cai56 , 16. November 2015 um 17:36. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:27 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 859 m
Abstieg: 854 m
Strecke:Parzialmente circolare 16 km
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Milano a Sondrio lungo le statali 36 e 38; al termine della tangenziale svoltare a destra e proseguire fino a Faedo. Seguendo le indicazioni, raggiungere il campo sportivo e l'allevamento ittico. Ampio piazzale di parcheggio.

Come in quasi tutti i maggenghi della Valtellina, gli agglomerati di baite un tempo adibite alle attività di allevamento, agricoltura e selvicoltura sono stati reindirizzati - dopo riadattamento o totale restauro - ad un uso di case di vacanza. Qui, seguendo un percorso che unisce appunto contrade e costruzioni isolate, si va a visitare il versante orobico che fronteggia la città di Sondrio. Per il ritorno si è scelto di associare una deviazione più tecnica che, con scopi etnografici, si addentra provvisoriamente sino al fondovalle del torrente Venina.


Dal parcheggio si prosegue aggirando lungo la recinzione l'area dell'allevamento ittico, andando ad imboccare una mulattiera che sale nel bosco verso sinistra; in breve si raggiunge l'asfalto della provinciale, che si segue per alcune decine di metri. Si riprende l'antica mulattiera sulla sinistra (prima di entrare nella contrada Feruda) e si torna a salire nella fitta vegetazione; si effettua un ulteriore attraversamento dell'asfalto e si prosegue su di un bell'acciottolato fino a sbucare presso un lavatoio in contrada Scenini. Si prosegue nel bosco a fianco della vasca e si continua a salire fino a raggiungere il centro principale del comune di Faedo, la contrada S.Carlo: a fianco dell'antico oratorio si scende qualche gradino e si rientra nel bosco lungo una pista forestale. Si potrebbe seguire la carrozzabile, ma risulta più vario imboccare una scorciatoia sulla sinistra dopo poche centinaia di metri dall'inizio della stessa; la traccia non è sempre ben visibile nel fitto castagneto e tende a confondersi con le tracce di animali, ma, senza difficoltà, in breve, si raggiunge il prosieguo sterrato della pista: seguendola, si arriva alla bella radura di Gaggi, caratterizzata da un gruppo di costruzioni addossate su di un culmine roccioso. Conviene qui proseguire - a fianco della pista forestale, lungo la vecchia larga mulattiera - fino a raggiungere il panoramico terrazzo di S.Bernardo: una piccola spianata di prati con l'antica chiesetta e un masso erratico isolato; tutt'attorno piccole contrade di baite restaurate e villette non invadenti. Tornati ai Gaggi, si attraversa il vasto prato verso Sud, trovando subito un sentierino poco frequentato che si addentra in Val Venina. Si procede su terreno ripido e infido, molto sporco di vegetazione invadente e attraversato da innumerevoli frane; i punti più esposti sono assistiti da fatiscenti cavi di sicurezza. Dopo aver attraversato qualche instabile pietraia ed essersi avvicinato al fondovalle, il sentiero improvvisamente retroverte e si indirizza sempre più al solco delle acque: nei pressi di una cascata seminascosta dalla vegetazione si attraversa un agglomerato di ruderi - Mulino dei Galli - che, secoli addietro, doveva vantare una qualche importanza economica e residenziale. Il ritorno prosegue con un lungo traverso, ora più roccioso e soleggiato, su di un dosso roccioso a picco sulla soglia sospesa della Val Venina sulla Valtellina; si scende a picco, di nuovo nel bosco, lungo una sequenza di tornanti gradinati: ci si ritrova nel castagneto in una sorta di valletta con rustici e qualche filare di vite (contrada Martini). In pochi passi si ritrova l'asfalto alle porte della contrada Scenini: da qui si torna al parcheggio lungo il percorso di salita. 

Tourengänger: cai56, chiaraa


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 17. November 2015 um 19:14
Come sempre un bel giro.
Un po' scure le foto ma forse per il versante in ombra?
Ciao

cai56 hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. November 2015 um 19:22
Certamente. Versante in ombra con forte contrasto verso la luminosità circostante.
Ciao.


Kommentar hinzufügen»