Giro dei laghi della Val Piora e della Val Cadlimo.


Publiziert von paoloski Pro , 7. September 2015 um 14:44.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 6 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo del Sole   CH-TI   Gruppo Piz Blas 
Zeitbedarf: 8:30
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita di Quinto, seguire le indicazioni per Ambri, a Piotta prendere la strada a destra (indicazioni per Altanca) che passa alle spalle dell'autogrill, salire a Scruengo e quindi ad Altanca, qui prendere a destra (indicazioni per Ritom) e poco dopo imboccare una stradina a sinistra (cartello riportante il divieto di transito fra le 9 e le 17), proseguire per 4 Km e parcheggiare sotto la diga. (a pagamento, 15 FrS l'intera giornata, il parchimetro accetta solo moneta, franchi ed euro).
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita ad anello.
Unterkunftmöglichkeiten:Capanne Cadlimo e Cadagno.
Kartennummer:CNS 1252 Ambri-Piotta e 1232 Oberalpass

Dopo la Weissmies domenica scorsa ed in previsione dell'impegnativo weekend di settimana prossima decidiamo per una gita tranquilla. Monica, che ne ha sentito parlare ma non vi è mai stata, mi propone il classico giro dei laghi della Val Piora. Sono almeno 15 anni che non lo faccio, accetto più che volentieri: è senz'altro una delle escursioni più belle del Canton Ticino.
Ritrovo alle 7 a Gaggiolo, poco prima delle 9 partiamo dal parcheggio sottostante la diga. Costeggiamo il lago per un breve tratto sulla carrareccia che porta all'Alpe Cadagno ma presto ci alziamo sulla sinistra per raggiungere il lago e l'Alpe Tom. Dal lago Tom raggiungiamo i due laghi Taneda, mi ricordo di avervi visto in passato diversi tritoni ma oggi ci sono solo delle minuscole rane, da qui la saliamo alla Bassa del Lago Scuro.
Se finora la temperatura è stata fresca ma accettabile appena valicato il passo veniamo investiti da un vento gelido che ci fa subito riparare dietro un masso per estrarre le giacche a vento.
Continuiamo con qualche saliscendi  verso la capanna Cadlimo dove ci prendiamo un bel the caldo all'interno, fuori la temperatura non è per nulla piacevole.
Rifocillati percorriamo in leggera discesa il primo tratto della Val Cadlimo, anche qui vi sono una miriade di laghi, laghetti, stagni e pozze d'acqua che riflettono i colori del cielo.
Arriviamo al Reno di Medel e lo attraversiamo senza problemi, in passato mi è capitato di dover togliere gli scarponi per la portata d'acqua ben superiore. Sulla sponda opposta il sentiero è segnato in bianco - blu, risaliamo verso i Laghi Inferiori della Miniera e da qui arriviamo alla bocchetta. Sono le 14,30 ; decidiamo di fare la sosta pranzo su una sorta di spalto riparato dal vento ma con una magnifica vista sul Lago Grande della Miniera e sul prospiciente Pizzo Campo Tencia.
La temperatura è piacevole ma ben presto le nuvole coprono il sole facendola calare all'istante. Ripartiamo verso il sottostante Lago di Dentro, il sentiero è decisamente ripido e in qualche tratto è franato, non ci sono problemi ma la marcatura in bianco - blu che ha sostituito la precedente in bianco - rosso è, a mio avviso, assolutamente giustificata.
Dalle sponde del Lago di Dentro la segnaletica ridiviene bianco - rossa e seguendo un comodo sentiero raggiungiamo la capanna Cadagno, da qui percorriamo un breve tratto della carrareccia per poi prendere il sentiero sul la to meridionale del Lago Ritom che con numerosi saliscendi ci riporta al parcheggio sotto la diga.

Questa dei laghi della Val Piora e della Val Cadlimo è sempre una magnifica gita: una miriade di specchi d'acqua e in una tersa giornata d'autunno una miriade di cime tutt'intorno.
Il sentiero dalla Bocchetta della Miniera al Lago di Dentro, marcato in bianco - blu come alpinistico, presenta qualche tratto franato da percorrere con attenzione specie con fondo scivoloso.
Il resto della gita si colloca fra il T2 ed il T3 al massimo.

Tourengänger: paoloski


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

edelweiss hat gesagt:
Gesendet am 8. September 2015 um 00:37
15 franchi di parcheggio è un furto!... fino ad ottobre 2014 costava 8 franchi x tutto il giorno. Sono stato al Ritòm a luglio 2015 e mi sono meravigliato dell'aumento così come altre persone svizzere che vanno al Ritòm ogni anno e non avevano nemmeno abbastanza moneta

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. September 2015 um 09:01
Si decisamente un costo spropositato. Oltretutto se non lo sai come fai ad avere in tasca tutta quella moneta? Non è che quando vado in montagna parto con mezzo chilo di monete in tasca! Se proprio vogliono farsi pagare facilitino la cosa: con tutti i soldi che raccolgono potrebbero almeno mettere dei parchimetri che accettano le carte di credito. Poi si lamentano che questa estate in Ticino sono diminuiti i pernottamenti. In Austria sono aumentati ma li i turisti non sono considerati polli da spennare: parcheggi gratis, bus gratis e, non dappertutto ma nel Bregenzerwald si, funivie gratis!

cristi4n hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. September 2015 um 12:35
Vero tutto..ma cmq ne vale la pena, il posto è magnifico. Complimenti per la bella gita.


Kommentar hinzufügen»