Monte Cusna m.2120 Appennino Tosco Emiliano


Publiziert von accoilli , 29. Mai 2013 um 09:54.

Region: Welt » Italien » Emilia-Romagna
Tour Datum: 7 November 2004
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 5:45
Aufstieg: 1000 m
Abstieg: 1000 m
Strecke:Parcheggio Rescadore,sentiero n°615 fino al Passone,La Piella,Monte Cusna,discesa con il sentiero n°619,al bivio prendere il sentiero n°607 fino di nuovo al parcheggio.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A11,uscita Lucca,Ponte a Moriano,Borgo a Mozzano,Castelnuovo di Garfagnana,Passo delle Radici,Civago,Asta,Febbio,Parcheggio Rescadore.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Idem
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Cesare Battisti Rifugio Zamboni

Non sono mai stato sul monte Cusna,la seconda elevazione dell'Appennino Tosco Emiliano,secondo soltanto al monte Cimone,la sua posizione isolata e anche scomoda da raggiungere,ha sempre fatto si,che io rimandassi questa salita....oggi con Lidia,abbiamo in progetto un bel giro ad anello,toccando la vetta di questa bella montagna. Arrivati in camper la sera prima,di buon mattino,dopo una super colazione,dal parcheggio della seggiovia in località Rescadore (poco sopra il paese di Febbio),ci incamminiamo lungo il sentiero n°615,accompagnati da una leggera brezza e da i primi raggi del sole....il sentiero attraversa un bosco di faggi e comincia a salire sempre più,fino a raggiungere vasti prati che divenendo sempre più ripidi,ci facevano guadagnare in circa 1 ora e 40, il bel punto panoramico del Passone,una larga foce in vista del monte Prado.L'ambiente è splendido e la solitudine si respira a pieni polmoni....volgiamo a dx e prendiamo il crinale erboso,molto ampio,che con pendii non troppo sostenuti,in poco tempo ci permetteva di raggiungere la sommità del monte Piella, la quota da dove parte il lungo crinale della montagna verso la vetta.

Ora davanti a noi,un crinale facile e panoramico,interrotto solo a 2/3 dalla struttura d'arrivo della seggiovia Emilia 2000,un vero scempio su questa bella montagna.Oltrepassato,in leggera discesa,sotto ad un vento gelido,superando una facile crestina di roccette,raggiungiamo una sella,sotto alla cuspide della vetta.
  Con divertente salita per canalini rocciosi e una facile crestina,con qualche facile passaggio in roccia che richiede attenzione,finalmente raggiungevamo,dopo 3 ore e mezza, la piccola croce posta sulla vetta....
il panorama incantenvole accompagna il nostro meritato pranzo a base di panini e frutta. Dopo una sosta di una quarantina di minuti soltanto,(temperatura intorno a 0°gradi e forte vento),con il sentiero n°619 prima e poco dopo con il n°607,iniziamo una lunga discesa di 2 ore e mezza, attraverso vasti pendii di prati e roccette e nell'ultima parte,una fitta faggeta che ci riconduceva al piazzale della seggiovia,al punto di partenza....gran bel giro,in ambiente tipico Appenninico,passando per una montagna poco frequentata ma anch'essa di notevole interesse,da un panorama che nei giorni tersi e limpidi,spazia fino alle Alpi.....consiglio questo giro,da giugno ad ottobre !


Tourengänger: accoilli, Lydia

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»