Ronggergrat (2728 m) via Rotondohütte


Publiziert von siso Pro , 11. Juli 2010 um 20:05.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:31 Juli 2006
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   CH-UR   Gruppo Pizzo Rotondo 
Zeitbedarf: 6:15
Aufstieg: 507 m
Strecke:Oberstafel (2221 m) – Rotondohütte (2571 m) – Witenwasserengletscher (2580 m) – Hüe-nersattel (2695 m) – Ronggergrat (2728 m) – Passo di Cavanna (2613 m) – Oberstafel (2221 m).
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita Göschenen – Andermatt – Realp – Strada militare “Witenwasser-nstrasse (richiedere l’autorizzazione alla Centrale Militare di Andermatt: “Chef Infrastru-ktur-Center Andermatt”, Tel. +41 41 88 88207) – Oberstafel.
Unterkunftmöglichkeiten:Rotondohütte
Kartennummer:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000

Escursione su una lunga cresta rocciosa, al confine tra Uri e Ticino, passando dal Witenwasserengletscher. Ambiente alpino selvaggio, molto suggestivo.

 

Inizio dell’escursione: ore 7:30

Fine dell’escursione: ore 14:30

Temperatura alla partenza: 10°C

Temperatura al rientro: 16°C

 

Giunto di buon’ora ad Andermatt, mi fermo al Centro d’infrastruttura per farmi rilasciare l’autorizzazione a percorrere la strada militare “Witenwassernstrasse”. Il solerte e gentile  Urs, di picchetto di fronte a una dozzina di telefoni e ricetrasmittenti, mi stampa in pochi minuti la “Fahrbewilligung”.

Raggiunta la località di Realp, imbocco la stradina in direzione della Witenwasserental. Per mia fortuna non incontro altre auto in senso inverso: la carreggiata è molto stretta e priva di protezioni.

L’escursione inizia all’alpeggio Oberstafel (2221 m). Poco sotto rumoreggia la Witenwasserenreuss, in piena.

Il sentiero è facilmente percorribile e arricchito da bacheche didattiche animate da Sir Ägidius Rotondo, un piccolo insolente geko, considerato lo spirito e il genio della Capanna Rotondo. È un ulteriore incentivo per avvicinare i giovanissimi alla montagna.

Raggiungo la capanna in circa un’ora e un quarto. L’accoglienza, per la verità, è piuttosto tiepida, per non dire freddina. Mi fermo quel tanto che basta per tirare il fiato e riparto immediatamente in direzione del ghiacciaio, dal quale posso scattare delle suggestive foto.

 

Per tracce di sentiero, in parte franato, risalgo il versante in direzione della Hüenersattel. Il paesaggio è molto severo: pietre, sfasciumi, sabbioni, nevai e ancora sassi in quantità! Raggiungo il valico alpinistico che collega la Valle di Witenwasseren con la Val Bedretto, alle 11:30 circa. Ad ovest svettano l’Hüenerstock, il Witenwasserentock e il Pizzo Pesciora; ad est il Pizzo Lucendro. Impressionante è il Passo dei Sabbioni (2995 m): un valico alpinistico che collega la Gerental con la Val Bedretto. Sul suo lato orientale spiccano due lunghi e ripidissimi canaloni nevosi. Immagino che per percorrerli occorrano ramponi e imbragatura.

 

Proseguo il mio cammino lungo la cresta rocciosa chiamata Ronggergrat (2728 m). In alcuni tratti seguo il sentiero lastricato risalente alla seconda guerra mondiale. Passo in prossimità di resti di rifugi militari e scendo su una scaletta molto aerea, in parte diroccata, sconsigliabile a chi soffre di vertigini.

Raggiunto il Passo di Cavanna (2613 m), scendo in direzione di Oberstafel, passando da Meschitollerberg, su tracce di sentiero.

La sorpresa deve ancora arrivare! A circa 50 m da Oberstafel si deve attraversare la Witenwasserenreuss: impresa tutt’altro che facile, considerando l’impeto del fiume in piena. Valuto alcune possibilità: risalire il pendio in direzione della Capanna Rotondo; scendere a valle fino al primo ponte. Cerco un ponte sulla mappa topografica: il primo è a circa 15 km di distanza, poco prima di Realp. Niente da fare; perlustro per una buona mezz’ora la Reuss alla ricerca di un punto di guado. Finalmente posso tentare l’impresa in una zona che valuto poco pericolosa. Me la cavo con qualche inzuppamento fino alle ginocchia; per fortuna gli scarponi tengono l’acqua e l’auto non è lontana. Un po’ di avventura per ricordare a lungo questa gita ci voleva!

Sir Ägidius Rotondo non mi è stato proprio d’aiuto …

 

Tempo di salita: 3 h

Tempo totale: 6 h 15 min

Tempi parziali

Oberstafel – Rotondohütte: 1 h 15 min

Rotondohütte –Witenwasserengletscher – Hüenersattel: 1 h 30 min

Hüenersattel – Passo di Cavanna: 30 min

Dislivello teorico: 507 m

Difficoltà: T4

Copertura della rete cellulare: buona

Tourengänger: siso


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»