Sasso Gordona


Published by imerio , 1 December 2020, 19h07.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:18 September 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Time: 5:00
Height gain: 800 m 2624 ft.
Access to start point:Uscire dall'autostrada a Chiasso zona industriale e poi seguire le indicazioni per la Val di Muggio, a circa metà della quale si trova Cabbio (P nei pressi della chiesa).

Escursione tranquilla effettuata nella vicina Svizzera in una zona che ormai conosco a memoria, ma che mi è piaciuto far conoscere anche ai miei compagni di escursione.
Partiti senza fretta con Giuseppe e Giancarlo (un nuovo compagno), dopo aver superato Chiasso abbiamo poi raggiunto Cabbio, da dove abbiamo iniziato il nostro cammino, arrivando in un primo tempo al Rifugio Prabello.
Da qui, visto che era presto, abbiamo salito il Sasso Gordona, seguendo il sentiero che, con alcune catene nel ripido tratto finale*, ci ha condotto dopo circa 35 min. di salita, sulla panoramica cima.
*Questo tratto di percorso non è niente di particolarmente difficile, ma circa una ventina di anni fa fu teatro di una disgrazia a cui assistemmo io e mia moglie, che eravamo al rifugio a mangiare: un signore anziano scivolò fatalmente durante la discesa (aveva scarpe da tennis con suola liscia) battendo la testa sulle rocce di una trincea; ricordo distintamente la bella giornata di ferragosto tramutarsi in tragedia…
Sulla cima del Sasso Gordona e nelle vicinanze, sono ancora bel visibili e in alcuni casi ben conservate, tutta una serie di fortificazioni che costituiscono la cosiddetta “Linea Cadorna”, fatta costruire per contrastare un eventuale avanzamento delle truppe austriache attraverso la Svizzera, durante la 1a Guerra Mondiale.
Ridiscesi dal versante salito, siamo poi ritornati sui nostri passi fino ad incontrare il bivio per l’Alpe Bonello, dove abbiamo mangiato, con sguardo sul panorama verso la Valdi Muggio (nei pressi della cima del Generoso ci sono due gru che evidenziano il cantiere che darà vita al nuovo albergo, che dovrebbe avere la forma di un tulipano (?) e sarà costruito con largo impiego di pietra e grandi vetrate, vedremo cosa combinano i nostri amici svizzeri…).
Dopo la sosta abbiamo proseguito per la mulattiera che ci ha condotti all’Alpe Bonello e quindi a Cabbio(questa mulattiera è da tenere presente per una eventuale salita in mountain bike; è bella lunga, ma presenta una pendenza costante che, con un buon allenamento, si può fare).
Lungo il nostro tragitto abbiamo incontrato una bella lepre (tra 2 gg. si apre la caccia…) e un bel gruppo di starne, che si sono involate tutte insieme a pochi metri da noi.
Per terra abbiamo anche visto molti ricci di castagne, a testimonianza della stagione avanzata, visto il caldo torrido che ha fatto quest’estate. 

Hike partners: imerio


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»