Vulcano Pinatubo -1741 mt.-(Zambales Mountains LUZON FILIPPINE )


Publiziert von GAQA , 1. März 2015 um 22:13.

Region: Welt » Philippinen » Philippines Zambales
Tour Datum: 7 November 2008
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: RP 
Zeitbedarf: 6:00
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Volo aereo per Manila,dopo aver atterrato nella capitale delle Filippine bisogna raggiungere Angeles City sempre via aerea, aereoporto di Clark oppure via terra con bus. Contattare una guida locale oppure rivolgersi ad agenzie viaggio locali con il quale organizzarsi.E' impossibile poter effettuare da soli l'escursione al vulcano Pinatubo,oltre alla guida,gia'citata,necessita l'utilizzo di Jeep 4X4.

Manca veramente poco,tra qualche mese saro'nelle Filippine,ennesimo viaggio nel Sud Est Asiatico.Tornero'in veste di padre e accompagnero' mia figlia a conoscere l'altra parte della sua famiglia che aspetta di vederla dal vivo e di conseguenza mia moglie avrà la possibilità di riabbracciare i suoi cari famigliari che distano 11.000 km dall'Italia.

Siccome in questi giorni a casa si parla solo di Filippine e come affrontare al meglio il lungo viaggio aereo,mi e' tornata alla memoria una indimenticabile avventura al Vulcano Pinatubo,bellissimo e selvaggio trekking nel cuore della foresta pluviale Filippina.Così mi e' venuta voglia di scrivere e raccontare quei momenti con foto datate 2008,quelle poche suggestive immagini fortunatamente salvate.Prima di descrivere cio' che ha immagazzinato negli anni la mia memoria ,e' doverosa fare una triste annotazione e tornare indietro di ben 24 anni di preciso anno 1991.
                                       
--- VULCANO PINATUBO ERUZIONE 15-GIUGNO-1991 ---

LA SECONDA  ERUZIONE CON EFFETTI PIÙ DEVASTANTI DEL "XX SECOLO".
IN RIPOSO DA OLTRE 600 ANNI E CONSIDERATO ORMAI ESTINTO, TANTO CHE ALLE SUE PENDICI ERANO SORTI VILLAGGI AGRICOLI E PICCOLE CITTADINE,SI E' IMPROVVISAMENTE RISVEGLIATO,GIUGNO 1991 CON UN ERUZIONE SPAVENTOSA.
UNA NUBE DI CENERE,DI LAPILLI E DI GAS,SI E' ALZATA DAL CRATERE PER UN'ALTEZZA DI 25 Km.,MENTRE UN FIUME DI LAVA INCANDESCENTE E VALANGHE DI CENERE CALDA SONO SCESE A VALLE TRAVOLGENDO OGNI COSA,IN UNA ZONA DENSAMENTE POPOLATA,PROVOCANDO  CIRCA 600 MORTI E MIGLIAIA DI SFOLLATI.
ALL'ERUZIONE SI SONO AGGIUNTI ALTRI FENOMENI SISMICI E CONTEMPORANEAMENTE SI E' SCATENATO UN VIOLENTO TIFONE.
I SUOI EFFETTI  E CAMBIAMENTI CLIMATICI SI AVVERTIRONO IN TUTTO IL MONDO CON UN ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE MEDIE E ASSOTTIGLIAMENTO DELLA FASCIA DI OZONO REGISTRATO NELL'EMISFERO SETTENTRIONALE,PROVOCATO DALLE REAZIONI CHIMICHE CAUSATE DALLA NUBE DI MATERIALE EMESSO DAL VULCANO.
UN ALTRA CONSEGUENZA DELL'ERUZIONE E' LA FORMAZIONE DI "LAHAR" OVVERO COLTA DI FANGO COMPOSTA DA MATERIALE PIROCLASTICO E ACQUA CHE SCORRE LUNGO LE PENDICI DEL VULCANO .

Dopo questo balzo nel passato,torniamo ai "giorni nostri" e il racconto di quella indimenticabile impresa di Novembre 2008.
Eravamo ad Angeles City,io(Alessandro),Gianni e Paolino,per gli amici rispettivamente il Capitano e il Mago.Non descrivo nei dettagli Angeles City e la sua famosa Fields Avenue ,chi conosce le Filippine sa' di che citta' si tratta,ma la nostra permanenza in quest'area da Far West era motivata dal fatto che avevamo un appuntamento con la guida locale che ci accompagnerà,il giorno succesivo al Vulcano Pinatubo.

La sveglia suona presto alle 03.30 Am ,arriva puntuale,sotto il nostro Hotel,la prima guida dello staff che con un Pick Up ci condurra' in una piccola cittadina,alle porte del Parco Naturale che "ospita" il Vulcano Pinatubo, distante circa 1 ora da Angeles City.Ci attende un altro cambio di veicolo e passiamo in consegna ad un altro staff composto da un autista di Jeep 4x4 e la guida "trekker" che aprira'la via nei sentieri poco battuti della foresta pluviale e che senza di essi il cratere del Vulcano Pinatubo e' praticamente impossibile da raggiungere,alti sono i rischi che si corrono in un ambiente insidioso e totalmente differente,per noi Occidentali,sotto molti punti di vista.

La difficolta' piu' insidiosa e' il clima poco amichevole,asfisiante e terribilmente afoso,munirsi di tanta scorta d'acqua per non incappare in stati di disidatrazione.Tecnicamente non e' richiesta nessuna attrezzatura speciale e non ci sono tratti esposti o particolarmente vertiginosi,cio' che si richiede per questa escursione e' un grande spirito di adattamento e condizioni fisiche ottimali,bisogna guadare corsi d'acqua entrando in alcuni punti quasi a mezzo busto,si attraversa una rigogliosa foresta pluviale,entrando complemente nella vegetazione che arriva fino alle ginocchia e se nelle nostre Alpi si ha la sensazione di essere curati da qualche viperetta,qua' in questi ambienti esistono rettili ben piu'grandi e richiede piu'attenzione ad ogni passo.

Con la Jeep 4x4 si attraversa tutta la piana,contenente detriti lavici,cenere misto fango,spesso la jeep si incaglia nel terreno e fatica nel proseguire,tant'e' vero che piu' volte siam dovuti scendere dal veicolo e aiutare lo staff nel tirare fuori dalle insidie il mezzo e proseguire la nostra corsa fino alle pendici del Vulcano Pinatubo.Dopo circa 1 ora di Jeep 4x4 e parcheggiata,inizia la vera e propria escursione che con 2 ore di camminata raggiungeremo la nostra meta,ovvero il cratere del Vulcano Pinatubo,caratterizzato da un lago dai colori smeraldo e un azzurro intenso.La temperatura dell'acqua e' mediamente sui 25 gradi° e tocca picchi,in alcuni punti di 80°gradi,decidiamo di non fare il bagno anche perche',abbiamo gia'preso acqua piovana durante il tragitto e guadato parecchi torrenti.Dopo una sosta e asciugato un po'gli abiti, con lo stesso percorso torniamo,sempre accompagnati dalla guida locale alla jeep,con la quale torneremo nella civilta' ad Angeles City.Dopo questa escursione decidiamo di comprare un volo aereo e passare qualche giorno di totale relax al mare a Boracay Island,prima di tornare a Manila e concludere la vacanza.

Ringraziamo per questa giornata memorabile  Gianluca che prima di noi insieme a Riki,avevano conquistato il cratere del Vulcano Pinatubo,tenendo conto che Gianluca conosce le Filippine meglio di una Lonely Planet.

NOTE : Il Vulcano Pinatubo e' attualmente ancora attivo e al momento tenuto sotto controllo per evitare stragi come nel 1991.L'escursione e' da effetuare in buone condizioni fisiche e riservata a persone che hanno voglia di sacrificarsi in ambienti ostili e surreali.Non esistono difficolta' tecniche e contattare guide locali e' abbastanza facile.Il dislivello e' di circa 600 metri,tempo di percorrenza andata e ritorno 4 ore a piedi.


Tourengänger: GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (7)


Kommentar hinzufügen

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 2. März 2015 um 07:55
Oh Alessandro che emozione ci hai dato!!!

La tua bella relazione ci ha colpito e le tue belle foto ci hanno stupito...

COMPLIMENTI per la tua avventura e, lo percepiamo dalle tue parole, sicuramente il retaggio di quel faticoso ma stupendo trek sul Pinatubo avvenuto 7 anni fà, sarà sempre in Te una grande, grandissima emozione, vero...?!

Ti capiamo bene...
Ti comprendiamo molto bene...

Io e Eleonora, ben 16 anni fà, abbiamo fatto un bellissimo e avventuroso trek sul maestoso vulcano Agung a Bali e sull' incredibile vulcano Rinjani a Lombok.
Io poi due anni prima a Giava, sempre in Indonesia, ho salito altri due bei vulcani ma, causa divieto assoluto, ho mancato la salita al famoso e attivissimo Merapi... uno dei vulcani più monitorati al mondo...!!!

Perdona l' intromissione dei nostri ricordi, ma era per farti capire quanto in profondità abbiamo apprezzato questo tuo bel ricordo sul bellissimo e pericoloso Pinatubo.

Camminare sui vulcani in quelle zone dell' Asia è incredibile: soffri il caldo e l' umidità eccessiva, alle 9-10 del mattino spesso la cima è già avvolta dalle nubi, ma l' esperienza è assolutamente bellissima.

Già perchè camminare verso la cima di un vulcano è come toccare.. è come percepire l' immane ENERGIA della Terra!

Buon viaggio con tua moglie e la tua bella figlia verso chi vi sta attendendo con tanta trepidazione e vera emozione... CHE BELLO!!!

Cari saluti "piroclastici" di emozioni...!!!!!!! :-))

Angelo & Eleonora

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. März 2015 um 08:33
Caro Angelo.

Nessuna intromissione,anzi doverosi sono i tuoi ricordi in questo spazio web,dove è giusto condividere emozioni presenti e passate.

Devo ringraziarti di cuore,bellissimo commento il tuo nei miei confronti,da incorniciare.

L'Indonesia oltre alle Filippine e buona parte del Sud-est Asiatico è un area in continua evoluzione e movimentata da energie primordiali e " eventi catastrofici " climatici,purtroppo!Ora ho citato la storia del Pinatubo dell'eruzione 1991 oppure tutti ricorderanno lo Tsunami 2004,epicentro Sumatra.

La cosa che più ti rimane nel cuore è la forza d'animo e la voglia di VIVERE di qualsiasi popolazione di queste zone Asiatiche.Mai arrendersi,sempre un sorriso sulle labbra,accettano tutto e RIPARTONO SEMPRE DA CAPO,senza troppi piagnucoli..

Io da loro ho imparato questo !!

Ciao Angelo.

da Alessandro.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. März 2015 um 08:43
Semplice vita...
Grandi insegnamenti...
Belle le tue parole e il fatto che anche tu hai colto questo aspetto della loro vita...

Sappi che io dopo il primo viaggio in Indonesia, per ben 6 mesi non riuscivo ad entrare in un qualsiasi negozio ad acquistare cose "utili" e "fondamentali", quanto assolutamente INUTILI...

Ciao Alessandro e ancora complimenti!!!

Angelo

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 2. März 2015 um 19:57
Bella avventura non ce che dire!!!!!E ke posti!!!!! Ciao ALE

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. März 2015 um 20:11
Ciao Ale.

Beh anche le vostre di avventure ultimamente non scherzano mica.
Grazie per il commento,fra qualche mese,come avrai letto tornero'nelle Filippine,ho in mente mete simili sui 2000 metri,ma senza amici "pazzi scatenati" vorrebbe dire andare da solo sempre se dovessi fidarmi di qualche guida locale valida.Vedremo ......

Buona serata.
Alessandro.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 4. März 2015 um 19:14
Un gran bel racconto che arriva dal passato di posti cui presto ritornerai con la tua famiglia.
Bravo Alessandro, molto interessante.
Ciao e......quando ci tornerai ci attendiamo la relazione con la tua Birba.

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 4. März 2015 um 19:47
Ciao Giulio.

Mi piacerebbe molto,poter relazionare altre montagne/vulcani Filippini..Ma sarà diversa questa volta sarà tutto diverso,se penso che devo affrontare 16 ore di volo aereo con la mia " Birba" :-) tremenda :-) ...

Comunque proverò,tempo libero permettendo,nell'ascesa in qualche montagna locale.
Solo a titolo informativo se ti interessa c'è un bel sito internet www.pinoymountaineer.com che illustra bene bei trekking avventurieri nell'arcipelago delle Filippine(7100 isole)..Dai un occhiata se hai tempo. !!!

Grazie per il bel commento positivo.

A presto,un abbraccio.
Alessandro.


Kommentar hinzufügen»