Albania del nord : sconosciuto e meraviglioso mondo


Publiziert von maxcross1 , 14. November 2012 um 15:05.

Region: Welt » Albanien » Scutari (Skhroder)
Tour Datum:21 Oktober 2012
Wegpunkte:
Geo-Tags: AL 
Zeitbedarf: 5 Tage
Strecke:Tirana - Scutari - Puka - Qelez
Unterkunftmöglichkeiten:Puka : guest-house Parparin Laci


Breve cronaca di un viaggio che mai avrei pensato di fare, dove? In Albania.

A inizio settembre io e la moglie riceviamo una mail di invito a partecipare ad un viaggio organizzato in Albania da una associazione che già da anni opera in quei posti, senza troppo pensarci e senza troppe verifiche, accettiamo al volo.

Un viaggio però non nell’Albania più conosciuta o turistica (anche se penso comunque conosciuta per pochi), ma bensì nell’Albania più sperduta e remota : il nord, verso il Montenegro e il Kosovo.

Ed è stato tutto un viaggio di scoperta, scoperta di luoghi fantastici, scoperta di persone disponibili e affabili, sensazioni molto belle e stupende, difficili da descrivere. Nel visitare posti sperduti, raggiungibili solo dopo ore di fuoristrada su strade impensabili, venire accolto da persone sconosciute in modo familiare è quasi impensabili, sembra un po’ di essere tornato indietro nel tempo, quando andavo a trovare i miei nonni in montagna nel loro sperduto paesino sull’appennino ligure: riti e tradizioni di un tempo qui si vivono ancora in diretta, non ricreati per il piacere della tradizione.

Tutto è stato una scoperta, luoghi meravigliosi e stupendi e persone molto dirette e sincere.

Unico difetto dell’Albania: un non pieno rispetto delle regole sociali, una mancanza di una forte educazione civica. Ma è uno stato nuovo e giovane, apertosi purtroppo al mondo esterno (dopo anni di dominio e chiusura) nel periodo di maggior consumismo, ha tutte le carte per poter migliorare.

A chiunque dicevamo che saremmo andati 5 giorni in vacanza in Albania, la risposta era sempre la stessa. Perché? Ma cosa andate a fare? Con espressione di incredulità.

Un grazie per l’organizzazione del viaggio all’associazione Miredita di Lodi ( www.miredita.it ) , un grazie immenso a Giovanna, Emanuele, Chiara e Andrea.

Da ritornarci di sicuro.

Alcuni dettagli del viaggio (gruppo di 25 persone) :

1° giorno – 17 ottobre : Malpensa – Tirana : visita di Tirana, visita del parlamento con accoglienza e discorso da parte dello speaker ufficiale Mrs. Jozefina Topalli. Cena in un tipico ristorante albanese. Pernottamento in una “tipico” ostello (nota per l’ostello: al nostro arrivo, nonostante la prenotazione effettuata in anticipo dal gruppo, l’ostello aveva già dato via molte delle camere riservate, alla chi prima arriva prima alloggia, la prenotazione è un pro-forma, ma nel giro di 5-10 minuti il proprietario dell’ostello ci ha piazzato da amici e parenti, a noi è toccato una camera nell’appartamento dei genitori del proprietario, cordialissimi e gentilissimi, avevamo le chiavi di casa. Anche questa è Albania)

2° giorno – 18 ottobre : Tirana – Scutari : visita al museo di Tirana, giro per i mercati rionali di Tirana, pranzo lunghissimo nel presidio slow food di Mrizi I Zanave (www.mrizizanave.com ) di Fishte dove abbiamo gustato i prodotti tipici della terra albanese cucinati in modo tradizionale. Pernottamento in albergo a Scutari

3° giorno – 19 ottobre : Scutari – Puka : visita alle carceri del regime, impressionante, non esistono altre parole. Incontro con Vittorio della congregazione dei Carismatici, che da giovane ha scelto di sottrarsi alla violenza del Kanun (legge locale che prediligeva la vendetta di sangue), pranzo in un tipico ristorante di Scutari e partenza per Puka. Pernottamento in una guest-house.

4° giorno – 20 ottobre : Puka : incontro con Don Giovanni, sacerdote di Cassano d’Adda che da tredici anni vive in Albania, insieme a lui ci siamo inoltrati per ore in strade sconnesse del comune di Qelez (percorribili solo da fuoristrada) per raggiungere una piccola chiesa dove avrebbe dovuto dire messa, chiesa sperduta ma messa con notevole partecipazione (uomini, donne e ragazzi hanno fatto i km a piedi per raggiungere la chiesa), al termine della messa, dopo altri km su strade impossibili, incontro con una famiglia dove erano in corso i preparativi per il matrimonio del figlio del giorno dopo, ci hanno accolto nella loro casa come fossimo di loro offrendoci tutto quanto era possibile. Cena e pernottamento nella guest-house a Puka

5° giorno – 21 ottobre : Puka – Tirana – Malpensa : visita di Puka e trasferimento a Tirana per il volo di rientro a Milano.

Ps. x l’alloggio bisogna un po’ sapersi adattare, il loro albergo 3 stelle non è confrontabile con il nostro 3 stelle, la loro guest-house non è confrontabile con la nostra guest-house, si improvvisa un po’, è tutto come una grande famiglia

Tourengänger: maxcross1

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (5)


Kommentar hinzufügen

pm1996 hat gesagt:
Gesendet am 14. November 2012 um 17:00
L'avventura incomincia dove non immagini...
Bel viaggio.
Ciao Paolo

heliS hat gesagt:
Gesendet am 14. November 2012 um 19:14
La vacanza che preferisco, a parte il gruppo ... posti inconsueti dove ritrovare l'ospitalità ... e sperare di riportarne un po' a casa lasciano la quel qualcosa di positivo che possiamo portare noi turisti: un po' di soldini ...
Ciao e complimenti per il viaggio
S.

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 14. November 2012 um 20:36
Sono stata in Albania per qualche giorno, durante un viaggio nella Grecia settentrionale.
Un paese affascinante, tutto da scoprire, dove l'ospitalità è ancora un valore.
Così vicino....e al tempo stesso così lontano.
Vedo che ne siete stati contagiati anche voi.....
Complimenti per l'insolito viaggio!
Patrizia

rochi hat gesagt: si
Gesendet am 15. November 2012 um 08:50
Ciao,
sono proprio d'accordo con te e con il tuo scritto.
Anche a me è capitato (per lavoro e in modo inaspettato) di visitare le zone di confine tra Albania e Macedonia (vedi, se vuoi http://www.hikr.org/tour/post57225.html) e di restare stupefatto dalla bellezza dei luoghi e particolarità degli abitanti.
La speranza è di poterci tornare.
Ciao, buona montagna.
Rocco.

patripoli hat gesagt: RE:si
Gesendet am 15. November 2012 um 19:51
Sono andata a leggere la tua bella relazione.....
Luoghi poco conosciuti e sottovalutati, che meriterebbero più considerazione!
Ciao.


Kommentar hinzufügen»