Via Ferrata Tomaselli alla Torre Sud di Fanes (2980)


Publiziert von Fabio , 2. Oktober 2009 um 01:29.

Region: Welt » Italien » Venetien
Tour Datum: 5 August 2009
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Klettersteig Schwierigkeit: S+
Zeitbedarf: 1 Tage 7:00
Aufstieg: 950 m
Abstieg: 950 m
Strecke:Passo Falzarego (2105) - F.lla Travenanzes (2507) - F.lla q. 2633 - Forcella Grande (2680) - Bivacco Dalla Chiesa (2652) - Torre di Fanes Sud (2980) - F.lla q. 2633 - Forcella Travenanzes (2507) - Passo Falzarego (2105)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Cortina D'ampezzo dierzione Passo del Falzarego e parcheggio.
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Lagazuoi, Bivacco Dalla Chiesa

Finalmente una bella e da molto tempo desiderata gita tra le amate ed Eterne Dolomiti.
Dico Eterne perchè se anche un giorno dovessero cadere tutte, nella memoria dell’uomo rimarrebbero talmente presenti da essere ancora vere.
Un tripudio di colori e di sensazioni, se non altro per la quantità di storia che di qua e’ passata. Nessun’altra montagna (anche se tante non ne ho ancora visitate) si racconta come le Dolomiti.
Di buon mattino da Pordenone una veloce corsa a Cortina e di qui su al Passo del Falzarego: prima macchina a parcheggiare nel consueto spiazzo della funivia.
Dopo l’assetto organizzativo siamo pronti per “sbriciolare” i tempi fino a Forcella Travenanzes. E cos’ e’. In neanche 1 ora siamo ai 2507 metri della desertica forcella e di fronte, ancora rosse del mattino ci appaiono subito le mitiche Torri di Fanes: uno scacco della natura ai migliori architetti di tutti i tempi.
La direzione da seguire ora è giù in valle ma lungo i sentiero alla sinistra orografica che costeggia alle basi le prime torri (sent. CAI 20b). Si scollina ad una piccola forcella risalendo fino a quota 2633 mt (su lato destro da visitare ci sono vecchi ricoveri della 1° Guerra Mondiale), per dirigersi dritti verso la forcella Grande, su ampi scalini di calcare, toranti su ghiaie e vecchi segni di tratturi militari. Dai 2680 mlm circa della forcella si ha già un meraviglioro panorama su tutti i gruppi dolomitici che ci guardano da ovest. Si scende ai 2652 mlm del Bivacco Dalla Chiesa per una breve sosta e per prepararsi per l’itinerario su ferrata.
Ripartiti ci si dirige entro il piccolo vallone alla nostra destra, proprio al cospetto dell’ampia e verticale parete sud della Torre Sud di Fanes. Qui attacca la Ferrata Tomaselli, data per particolarmente difficile nelle guide specializzate.
E infatti lo e’. Pochi passaggi dopo l’attacco e subito la ferrata ti sveglia.
I passaggi su pietra molto ben appiggliati si susseguono impegnativi in maniera incessante, concedendo solo brevi traversate e poche terrazze. In particolare la seconda parte dell’ascesa viene eseguita sulla vera cuspide della torre. Da un terrazzo intermedio a quota 2800 ca (ove in caso di necessità sulla ns. destra vi è una cengia a mo di via di fuga sui ghiaioni sottostanti.) si attacca l’ultimo tratto che passa per dietri vericali e su roccia liscia a causa dei passaggi. Gli appigli sono ottimi, ma anche un po' la quota con questo tipo di sforzo si fa sentire.
Alla fine verso la 12.30 sbuchiamo in vetta. Stanchi ma soddisfatti. La vetta è stretta e affilata e la compagnia di altri salitori e’ molto buona.
Dopo breve sosta e una serie di meritate fotografie si riprende il cammino in vista della discesa sul versante nord che si affaccia sul Cadin di Fanes. Anche qui si tratta di una ferrata, a dire il vero non molto meno impegnativa di quella in salita. Si sbuca fuori su una forcella che porta ancora segni di postazioni e qua e la resti di filo spinato.
Si devia alla nostra destra aggirando a est la torre, fino a sbucare ad un’altra forcella che guarda l’area percorsa la mattina provenendo da Forcella Travenanzes.
La discesa da questo secondo ghiaione e’ ripidissima e “Scassagambe”. Ancora tra resti di casermette e ridotte si perviene al sentiero poco sotto la Forcella Grande, per poi riprendere tranquilli il tracciato per forcella Travenanzes e Passo Falzarego. Fine purtroppo, vorrei essere ancora lassu'.!!!!

Tourengänger: Fabio

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»