Mindanao - Philippines.


Publiziert von GAQA , 4. Juni 2016 um 16:03.

Region: Welt » Philippinen » Philippinen Mindanao
Tour Datum: 1 Mai 2016

Sicuramente,non è questo il luogo per poter parlare di Mindanao,area geopolitica tristemente conosciuta e sempre sotto i riflettori dell'opinione pubblica mondiale.Sicuramente,non sarò io quello che,può permettersi di dare delle spiegazioni o risposte,alle delicate faccende e situazioni d'instabilità che ha vissuto negli anni,questa regione situata all'estremità sud dell'arcipelago delle Filippine,dove molta gente innocente e' stata coinvolta in sanguinose rivolte.Migliaia e migliaia di vite umane,in ostaggio di sporchi giochi politici,nel quale come al solito,sono state le persone più umili e genuine a pagare a caro prezzo con la morte.

Nel sito internet della Farnesina,sotto la voce "Viaggiare sicuri",viene sconsigliato qualsiasi tipo di viaggio a Mindanao; e allora,io che ho motivi familiari per andarci annualmente,cosa dovrei fare ? Seguire con saggezza il consiglio e non andarci ? Dopo anni che che frequento Mindanao,ciò che continuo a domandarmi e' : "perché mai nessuno,oltre a consigliare,si è mai impegnato a raccontare la verità su Mindanao ?".Di questo posto si sente solo parlare di : terrorismo islamico,rapimenti e bombe.

 Certo che per molti giornalisti (una buona parte),e' una manna dal cielo che ci sia un luogo come questo al mondo,per poter infierire,gonfiare e poi esportare le loro notizie di cronaca nera;d'altronde sono queste le notizie migliori,che attualmente vanno per la maggiore,facili da vendere e far credere al pubblico (non tutti ci credono). Piccola premessa storica : la cultura islamica si insedia pacificamente nelle isole del sud delle Filippine,grazie all'arrivo di mercanti arabi e il primo centro islamico fu' istituito a Mindanao nel 1475.Dopodiche' con l'arrivo dell'esploratore portoghese Magellano,al servizio del Re di Spagna nell'anno 1521,sancirà l'inizio della colonizzazione,che durerà circa 300 anni.Si susseguiranno altre esplorazioni spagnole,e in onore di Filippo II,l'arcipelago composto da circa 7100 isole,verrà appunto chiamato "Le Filippine".Seppur con meno violenza rispetto a ciò che accadde in America Latina,gli Spagnoli introdussero la religiosità e la conversazione al cristianesimo nel 16esimo secolo.

Tornando ai giorni nostri,Mindanao potrebbe autosostenersi ed essere indipendente,visto e considerato le numerose risorse minerarie e grazie all'attività agro-industriale,e invece si è ritrovata negli anni,a fare i conti con governi elitari,oligarchici e corrotti che in questi decenni,hanno reso le province di Mindanao,le più povere del Paese,carenze d'infrastrutture,sistemi d'irrigazione vecchi e inefficienti,mancanza di progresso.In questo clima,dove effettivamente le disuguaglianze sociali sono evidenti,le tribù islamiche sono state quelle che hanno,sia subito i torti maggiori,sia quelle che in maniera ancestrale e con più cocciutaggine si sono ribellate al sistema.In tutto questo,le comunità cristiane,vivono in egual misura in uno stato di povertà.Se non ci fossero stati egoici interessi,che hanno destabilizzato l'area,sarebbe stato un posto prosperoso per tutti i suoi umili abitanti ? Sicuramente Si !

E invece ? Invece ci troviamo di fronte a multinazionali straniere impegnate in attività estrattive minerarie di : oro,rame,ferro,cromite,argento oltre a significativi giacimenti di petrolio,piombo,mercurio,nichel e uranio.La terra di Mindanao e' ricca di frutti esotici come il durian e il rambatuan.Nelle praterie di Polomolok e Tupi,troviamo immense distese di piantagioni di ananas e banane,a Bukidnon si producono agrumi di primissima qualità.A General Santos City,grazie all'industria del tonno,le Filippine sono diventate massime esportatrici mondiale nella produzione globale.A Tokyo come sulle coste Californiane,il pescato migliore arriverà entro le 24 ore,nei migliori e lussuosi ristoranti.In tutto questo " Eldorado" e mix tribale,e' molto più facile,parlare di guerra di religione e jihad,piuttosto che raccontare come Mindanao e' stata senza pietà impoverita e teatro di guerriglie,senza che i suoi abitanti lo volessero.Allo stato attuale,la situazione è molto più tranquilla,e con tutta probabilità destinata a migliorare sotto l'amministrazione di Rodrigo Duterte,un vero " figlio di Mindanao",impegnato da anni in battaglie contro la droga e la corruzione.Per quanto riguarda i sequestri di persona mirati e pianificati,si tratta di banditismo ad opera di Abu Sayyaf,organizzazione criminale (circa 350 persone),collocate in remotissime isole,ai confini con le acque territoriali della Malesia ovvero: Tawi Tawi,Sulu e Basilan.

Detto questo,a Mindanao ho sempre vissuto serenamente,senza tensioni,mai avvertendo pericoli,girando in lungo e in largo per l'isola,ammirando la vera bellezza della Natura primordiale e selvaggia,tra misteriose cascate,le grotte, tra i fiumi,i laghi,le spiagge,i vulcani,le catene montuose,i dolci pendi verdi e rigogliosi,i colori dell'alba e il tramonto,e molto altro, resteranno esperienze indimenticabili,nella mia mente.Ma e' nella gente e nei loro sorrisi,la vera ricchezza e la forza di Mindanao,l'umiltà e la semplicità della vita scolpita nei loro volti.

Concludo informando che,per tutti gli amici/e di Hikr,che sarebbero interessati/e a trascorrere delle vacanze,in questo luogo fuori dai circuiti di massa,potrei rendermi utile consigliando come affrontare in sicurezza il viaggio.Da considerare la possibilità di trekking "Wild" al Mount Apo 2954. mt oppure al Mount Matutum 2239 mt. entrambe cime di origine vulcanica.

Tourengänger: GAQA


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (12)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2016 um 17:28
Interessante, grazie!
Daniele

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 10:10
Ciao Daniele.Grazie per aver letto e per l'interessamento!
Alessandro.

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2016 um 17:58
Grazie Alessandro per la tua testimonianza.. per le tue gran belle foto.. e, sopratutto, grazie per la tua parte di verità all' insegna del vissuto e del reale...

Rispetto a 100-200 anni fà ora la cosiddetta "verità" ci viene comunicata in tempo reale con immagini, foto, scritti... ma raramente, rarissimamente non viene filtrata e manipolata e, allo stesso modo, solo eccezionalmente noi usufruitori di tale bombardamento mediatico cogliamo le ipocrisie, le false verità o il condizionamento unilaterale.

Oggi la verità, nel nostro pazzo mondo, è come il vetro più o meno lucente e trasparente di una finestra:...ci mostra ciò che, per comodità o assenza di spirito critico, vogliamo vedere e ciò che vogliono farci vedere... ma in realtà questi due atteggiamenti ci separano di fatto dalla vera e stessa verità...

Ma è una storia molto vecchia...
Infinite guerre e massacri.. infinite ingiustizie verso i popoli più deboli sono diventate un' abitudine, quasi una formula accettata e accettabile per la società moderna, ricca, capitalistica.
Tutto questo nonostante le varie religioni e filosofie, nonostante tutto il progresso scientifico, nonostante tutte le verità vere che potremmo cercare e pretendere.....

Cari salutoni a Te e alla tua bella famiglia.

Angelo

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 10:19
Ciao Angelo.Grazie sia per aver apprezzato le foto,ma soprattutto per aver recepito in pieno il messaggio che ho voluto condividere,e risposto con una riflessione molto profonda ed intelligente.

A Mindanao si è ancora alla ricerca di una stabilità duratura,ma nella gente comune,che prevalentemente e' povera,traspare solo : Onestà,tanta voglia di vivere e sorridere.:):)
Alessandro.

ralphmalph hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2016 um 18:05
Grazie Ale per averci fatto conoscere questo magnifico angolo di mondo ai più, penso, sconosciuto. Bello e intensamente emozionante il racconto....
Un salutone!!!!!
Ciaoo
Graziano

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 12:12
Ciao Graziano.Grazie a te per aver letto e apprezzato.Appena la meteo si aggiusta,le proposte di cui parlavamo tempo fa',sono ancora valide:):)ci aggiorniamo.
Alessandro.

igor hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2016 um 18:14
Wow !!!! Che bei posti mi ricordano il Brasile io ci vivrei in quelle giungle bello !

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 12:15
Ciao Igor,grazie!Appena finirai i tuoi grandi e bellissimi progetti Alpini,un meritato riposo in Brasile ci starebbe bene:) e anche viverci a lungo:)
Spesso ci penso anche io...
Alessandro

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 00:35
Caro Ale, bentornato.
Qualcuno dice con macabra ironia "il mondo è bello perchè avariato"... ma naturalmente è chi lo dice ad esserlo per primo.

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 12:17
Ciao Emi,grazie per il bentornato! E soprattutto sottoscrivo la tua bella e giusta riflessione.
A presto..:)
Alessandro

Max64 hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 08:28
Bel racconto e reportage!
ciao Ale
Max

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 5. Juni 2016 um 12:20
Ciao Max,grazie per aver apprezzato! Spero poterne scrivere uno locale,considerato che il 2 giugno ci ho provato,ma ho rimediato acqua e nebbia,gita rinviata.Ti auguro buone avventure estive per le prossime:):)
Alessandro


Kommentar hinzufügen»