Warning: This route has not been translated in English yet. To translate use the button "Translate" at the bottom.

Grigna Settentrionale (2410 m): Grignone (Rif.Brioschi 2410mt) - da Pasturo Sent. 31+33


Authors : cm78x

Waypoints:  Grigna Settentrionale 2410 m 7905 ft. (79) 
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD
Orientation:E

Terzo itinerario: da Pasturo (sentiero 33) Quest'altro itinerario parte da Pasturo. Percorrendo la via Manzoni troveremo diversi sentieri e stradine che salgono verso la Grigna e si riuniscono poco dopo a monte dell'abitato. Il più noto probabilmente è quello che parte nei pressi della chiesa della Madonna della Cintura (viale Trieste, via IV Novembre, chiesa, via S. Calimero), ma preferisco descriverne dettagliatamente un altro che parte direttamente da un ampio parcheggio. Con la provinciale 62 superiamo il colle del Balisio e proseguiamo in discesa per tre chilometri. Arrivati a Pasturo prendiamo la prima strada a sinistra verso il paese. Alla rotonda presso il benzinaio Q8 prendiamo viale Trieste e dopo 150 metri troviamo sulla sinistra un ampio parcheggio su tre livelli ove lasciamo la macchina (m. 632). Sulla destra del parcheggio c'è una stradina, per metà a gradini, che a fianco del torrente Cariola sale fino ad incontrare una strada asfaltata che proprio in questo punto cambia nome (a sinistra via Roma e a destra via Manzoni). Attraversata la strada proseguiamo con un sentiero alla sinistra del torrente. Superato un lavatoio, troviamo un ponte con il quale attraversiamo il corso d'acqua e ci immettiamo su una stradina acciottolata continuando verso sinistra in leggera salita. Poi incrociamo un viottolo e proseguiamo diritto tra prati e qualche casa. La pendenza si accentua. Ad un bivio troviamo un cartello caduta massi (ma non si capisce proprio da dove potrebbero cadere) e prendiamo a destra. Ora percorriamo un tratto in piano ed incontriamo un'altra stradina che si immette da destra. Ancora pochi passi e arriviamo alla cappella dedicata alla Madonna del Rosario, il cui portico copre il percorso (m. 739). Oltrepassata una casa, troviamo una fontana e un ponte in cemento con il quale attraversiamo il torrente Cariola. Entriamo in un bosco di faggi e, superato un ruscello con un altro ponte, riprendiamo a salire. Passiamo poi accanto ad una casina. La pendenza si accentua. Alla nostra destra c'è un prato in cima al quale vediamo una casa, poi, superate altre abitazioni ed un altro prato, questa volta a sinistra, raggiungiamo una strada dal fondo cementato e andiamo a destra (m. 844). Si tratta di una strada agro silvo pastorale sulla quale è vietato il transito alle autovetture. Fatti pochi passi, troviamo sulla destra una mulattiera ed un segnavia che indica: Cornisella, Pialeral, Grigna Settentrionale e Brioschi. La mulattiera sale in una bella faggeta e diviene ben presto ripida. Poi il percorso si raddolcisce; a sinistra abbiamo un prato in fondo al quale c'è una casa. Ignoriamo un sentiero che scende a destra verso una casetta e continuiamo a sinistra in salita rientrando nel bosco. Ora oltre ai faggi ci sono anche dei castagni. Superiamo un rudere e un prato con una stalla, poi torniamo nel bosco. Il percorso diviene più ripido e dei tronchi posti in orizzontale ci fanno da gradini. Un sentiero si innesta da destra. Davanti a noi c'è un prato. Procediamo tra due file di alberi. Sulla destra c'è un gruppo di betulle. Ora il percorso si raddolcisce e passati solo i cavi dell'alta tensione arriviamo ad una vecchia casa davanti alla quale c'è una vasca con l'acqua e due panche di pietra (m. 1018). Continuando a salire raggiungiamo una stradina; qui ci sono le baite di Cornisella, una fontana, e la chiesetta degli alpini dedicata a Maria Regina Pacis (m. 1052). Andiamo a destra. Subito troviamo un bivio; i segnavia indicano a sinistra: Grassi Lunghi - Colle di Balisio e diritto: Pialeral - Brioschi. La stradina è a fondo cementato e in lieve salita. Ora siamo fuori dal bosco e lo sguardo per un po' si apre sui monti della Valsassina. Procediamo in piano sentendo sotto di noi il rumore del torrente Cornisella. Sulla destra si stacca un sentiero ed i segnavia indicano che da quella parte si può andare a S. Calimero in 50 minuti e poi al rifugio Riva. Proseguendo diritto invece, arriviamo al ponte dell'Acqua Fredda sul torrente Cornisella (m. 1066). Attraversatolo, lasciamo la strada e saliamo a destra (cartello: Pialeral - Brioschi) con una ripida mulattiera. Oltre un prato, troviamo una grande casa bianca e una fontana; sulla casa è appesa una rudimentale mappa della zona disegnata su un pezzo di legno. Raggiungiamo una pineta; ora a sinistra c'è una staccionata e il percorso è meno ripido. Giunti nei pressi di un tornante ove c'è una fontana con vasca, ignoriamo un sentiero che scende a sinistra. Per un tratto il percorso si fa più ripido poi, arrivati ad un appostamento per la caccia, torna a raddolcirsi. Troviamo poi un bivio (m. 1206) e un cartello che ci segnala di andare a sinistra (Pialeral - Brioschi). Sulla destra c'è un prato con una vecchia casa e, subito dopo, un altro bivio. Andiamo a destra in salita. Al successivo bivio andiamo ancora a destra tra i prati, passando tra due case bianche. Ora percorriamo un tratto pianeggiante avendo di fronte la Grigna. Arriviamo poi ad un'altra biforcazione nei pressi di una vasca e di un ruscello che attraversa il nostro cammino. Ci teniamo sulla sinistra e con un tratto ripido ci portiamo su una strada con il fondo in cemento nei pressi di alcune case e una costruzione dell'acquedotto (m. 1278). Qui prendiamo a destra tra radi alberi in lieve salita. Siamo oramai sui verdi pascoli del Pialeral; di fronte a noi la Grignetta e a destra la Grigna. Superate alcune case arriviamo al laghetto dell' Alpe Cova. Poco oltre incontriamo il sentiero 31 che sale dal Balisio con il quale proseguiamo fino alla meta. Tempo impiegato: ore 5.00 - Dislivello: m. 1771


T3+ PD I

Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing