Lublin - Majdanek ....Never forget - part.2


Published by numbers , 19 April 2014, 16h18.

Region: World » Polen » Wojewòdztwo -lubelskie
Date of the hike: 6 April 2014
Time: 2:30
Access to start point:Taxi fino al campo di Majdanek, 4 km. fuori Lublin

http://www.majdanek.eu/ 
La visita a questo campo di concentramento, immenso e imponente come pochi, addirittura + grande di Auschwiz, non nascosto come tanti da boschi e foreste, ma alla luce del sole, su una piana verde che guarda alla città, vale da solo il viaggio a Lublino.
Ci si arriva comodamente con i mezzi, o con taxi dalla città, il costo è di circa 25 Zloty, circa 6 euro, la Polonia è uno dei non molti paesi dove il nostro Euro è ancora moneta forte....
Majdanek non è molto noto dalle nostre parti, la sua lontananza geografica con una posizione molto a est, a poco + di 100 km. dall'Ucraina, ha fatto si che restasse poco coinvolto nelle nostre storie belliche.
 Ed è sicuramente uno dei meglio conservati, la sua relativa vicinanza alla Unione Sovietica, fece si che l'Armata Rossa arrivasse li in fretta e di fatto impedisse ai Nazisti di distruggere tutto.
 
E' una grigia e fredda mattina di Aprile, ci sono al massimo 5 gradi e c'è una leggera pioggia, a rendere tutto + cupo, tetro e triste, come se magistralmente una "regia" superiore volesse farci vivere, o solo immaginare,  il clima duro e triste dei giorni in cui per questo campo la vita e la morte si incrociavano freneticamente, mischiando all'infinito le carte del destino degli sfortunati prigionieri.....
Lo immaginiamo xchè lo abbiamo visto nei molti film che nel tempo hanno tentato di ricostruire queste tante pagine "nere" della storia della seconda guerra mondiale,
eppure quasi mi stupisco x gli infiniti brividi che mi corrono sulla schiena rivedendo le camere delle doccie come in "Schindler List".... le camere a gas.... le camerate con i lunghi letti a castello che sembrano usciti dal film di Benigni .... le teche con i tanti cimeli e le tante storie....le gabbie con le innumerevoli scarpe ammucchiate l'una sull'altra.... i forni crematori perfettamente conservati.........
Difficile descrivere le emozioni, basta guardare i volti degli altri, le facce delle mie figlie, non ricordo da quanto non le vedevo così serie.....così colpite.


So che tutto ciò c'entra poco con le escursioni.......ma Hikr è una comunità di persone, lo scopo è anche di condividere e raccontare esperienze ed emozioni, di varia natura, e mi permetto di condividere queste con tutti Voi. Non vorrei fare della facile retorica, ma  sono convinto siano luoghi che tutti debbano vedere, almeno una volta nella vita.
La cosa che mi resta più in mente dopo e che mi sconvolge, al di la dell'orrore di tutto ciò,
è pensare che ancora oggi, nel 2014, ci sia qualcuno in giro per il mondo che ancora crede e asserisce fermamente che 

TUTTO QUESTO NON SIA MAI SUCCESSO!!!!!

Non Dimentichiamo........MAI! 


http://www.lager.it/majdanek.html
 

Hike partners: numbers
Communities: Hikr in italiano


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

Sent 19 April 2014, 17h05
E anche grazie a te,che condividi tutto che ciò, non si dimentica MAI dove può arrivare la crudeltà dell'essere umano.E spesso la montagna che ci accomuna,è un modo anche per trovare dentro noi stessi l'umiltà e la bontà verso qualunque essere vivente indipendentemente dalla specie e dall'etnia esso appartenga. Ciao ALE

numbers says: RE:
Sent 19 April 2014, 20h17
Grazie Ale,
per il tuo belle parole di commento e x il tuo apprezzamento.

E tanti auguri di una serena e felice Pasqua!

tapio says:
Sent 19 April 2014, 20h55
Non ho visto Majdanek ma ho visto Mauthausen (e non solo) e devo dire che non avrei saputo trovare parole migliori di quelle che hai trovato tu per far passare le emozioni che simili luoghi, volenti o nolenti, trasmettono. Grazie per aver condiviso,
ciao, Fabio

numbers says: RE:
Sent 20 April 2014, 11h12
Fabio,
grazie per l'apprezzamento.
Mi conforta sapere di essere riuscito a trasmettere e condividere con efficacia
queste importanti sensazioni.
Ciao
Tanti auguri di una Serena e Felice Pasqua.
Mario

gbal says:
Sent 19 April 2014, 23h09
E' vero Mario. Non c'entra con la montagna ma con l'anima di chi ricerca in montagna serenità e buoni sentimenti sì. E purtroppo ognuno dovrebbe ricevere queste informazioni come parte della educazione scolastica e civica. E' doveroso che i nostri figli e nipoti sappiano tutto ciò che il bieco odio, scientificamente organizzato, è in grado di fare contro gli "altri". Che siano Pellirosse, che siano Neri d'Africa ma indipendentemente dal colore della pelle.....basta che siano dall'altra parte, quella che si odia.
Curiosamente sì.....c'è chi è comnvinto che non sia mai accaduto tutto ciò. Ma forse i più pericolosi sono quelli che lo giustificano e che domani sarebbero pronti a ripetere questi massacri nei confronti di nuovi "altri".

numbers says: RE:
Sent 20 April 2014, 11h15
E' proprio vero Giulio.
Parole saggie le tue, come sempre.
Dovremmo sempre imparare dagli errori del passato, ma sembra che purtroppo l'uomo sia incredibilmente capace di ripetersi.....
Grazie.
Ciao.

gebre says: non bisogna dimenticare
Sent 20 April 2014, 23h27
Ciao Mario, leggendo il tuo racconto e guardando le foto mi son venuti letteralmente i brividi a pensare che queste cose son successe veramente.
Ciao
Alberto

numbers says: RE:non bisogna dimenticare
Sent 21 April 2014, 10h27
Davvero Alberto,
è tutto così vero e reale, potrebbe sembrare successo poco fa.....

Grazie.
Ciao.

bigblue says:
Sent 21 April 2014, 17h51
Ciao Mario,
......per non dimenticare, sperando di non rifare mai più, gli stessi errori-orrori.....un pensiero diretto mi è venuto, le Foibe....purtroppo, sembra che la situazione attuale, non sia così rosea.....
..... tutti noi, dobbiamo tenerlo presente ad iniziare dal nostro piccolo quotidiano....il rispetto, una parola fuori moda.
Ciao
Pia

numbers says: RE:
Sent 21 April 2014, 19h10
Hai detto bene, Pia,
il rispetto dell' "altro" , chiunque esso sia,
sta alla base di ogni civiltà.

Ciao


Post a comment»