traversata Cima di Lughezzasca 2716 m - Piz Papalin 2714 m


Publiziert von Gianluca , 8. November 2007 um 22:30.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 4 November 2007
Hochtouren Schwierigkeit: WS-
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Balniscio-Forcola   CH-GR   I 
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 1750 m
Abstieg: 1750 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Trivio di Fuentes-Chiavenna-San Giacomo Filippo. All'entrata di quest'ultima località, sulla sinistra, stacca la strada che conduce ad Olmo ed in seguito alla Centrale Idroelettrica di San Bernardo, all'esterno della quale vi è un grande parcheggio.
Kartennummer:Cns 1:25000 n° 1275 Campodolcino

Dal parcheggio della Centrale Idroelettrica di San Bernardo a 1050 m circa, salire per l'ottima mulattiera che passando per le località di Sant'Antonio 1210 m circa, Caurga 1250 m circa, Alpe Cornera 1910 m circa, raggiunge la casa dei guardiani della diga a 2030 m circa. Una scalinata permette ora di arrivare sul ciglio della diga del Bacino del Truzzo  2080 m. Attraversarla per proseguire sul sentiero che conduce al Rifugio Carlo ed Emilio 2153 m. A 2130 m circa abbandonare però il sentiero, salendo (in direzione WSW) per l'evidente vallone che ha alla sua testata la quota 2696 m. Attorno ai 2600 m, piegare in direzione SSW andando a raggiungere la depressione fra la già citata quota 2696 m e la Cima di Lughezzasca 2716 m. Dalla sella si sale per l'elementare cresta spartiacque fino alla vetta della Cima di Lughezzasca. Ora scendere alla massima depressione (2670 m circa) con il Piz Papalin 2714 m, per salire poi alla vetta di quest'ultimo. Dalla cima è possibile scendere con prudenza verso meridione (roccia friabile) alla vicina croce di vetta, affacciata a strapiombo su una parete alta diverse centinaia di metri.
Tutto il tratto di cresta di collegamento fra la Cima di Lughezzasca ed il Piz Papalin, si percorre nei pressi del filo, presenta difficoltà di I° con brevi passaggi di II° e a tratti è piuttosto esposto (circa mezz'ora di tempo) .
 
DISCESA: per il medesimo itinerario. .
NOTE: il tempo è riferito alla sola salita. Per la discesa, calcolare circa 3.30 ore dalla vetta del Piz Papalin.
Gita effettuata in compagnia di Giovanni Rovedatti.

Tourengänger: Gianluca

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»