Capo Norsi.
Dall’albergo di Naregno che ci ospita, ci spostiamo in auto per una quindicina di km attraverso il Capo Norsi, che ha fatto discutere non poco per il cartello indicante un pedaggio da pagare per accedere al panoramico piazzale privato. Oltre ai 50 centesimi a persona, tassa che ha fatto imbufalire “Legambiente”, un evidente errore ortografico attira l’attenzione dei passanti: “Punto panoramico Wievpoint”, invece della corretta dicitura Viewpoint.
 


Post a comment»