Der Titel auf Deutsch ist cool - Il Titolo in Tedesco è più figo


Published by tanuki , 25 May 2015, 11h51.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:22 May 2015
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Time: 2:00
Route:Da Peschiera Maraglio al Santuario della Ceriola

Quando un uomo con il Suv incontra un uomo con la panda verde 4x4… quello con il Suv è un uomo morto.
 
Questo è il pensiero che mi passa per la testa mentre osservo - con un certo sadico piacere - il tipico turista frustrato che strepita nel suo piroscafo su ruote, nel vano tentativo di superare un autoctono pilota dotato di cappello.
 
Ehi, Schumacher… guarda che è Venerdì. E di venerdì a Iseo c’è il mercato!
Fai come me: mettiti il cuore in pace, alza il volume della radio e rilassati…
Cosa vuoi di più dalla vita?
Il weekend è alle porte.
Quasi quasi esce il sole.
Non fa troppo caldo.
Una signora con le infradito gialle (ipovedente, immagino) attraversa senza guardare.
Un fan di Nibali mi taglia la strada.
Sto girando da 10 minuti e non trovo uno straccio di parcheggio...

…e il traghetto per Montisola parte tra un quarto d’ora!

Dai cazzo! Muoviti!!!!!!!
 
L’Universo, a quanto pare, è sintonizzato su Radio Tanuki e le mie preghiere (se così si possono chiamare) vengono ascoltate.
Finalmente il pandista scompare, la strada si libera e -come per magia- intravedo perfino una golf che se ne va.
Si! Vai! Ma vieni!!!!! Visto che con la calma e la pazienza si risolve tutto?
 
Bene. Ora che il peggio è passato… devo solo arrivare a Montisola e salire fino al Santuario della Ceriola.
 
Eh già. Dopo la salita alla Madonna del Corno di qualche settimana fa, sentivo l’impellente bisogno di visitare un altro luogo sacro per entrare in contatto con la parte più profonda di me e liberare la mente dai pensieri superflui che…
….naaaaaa. Non è vero.
E’ che volevo farmi qualche selfie vista lago per bullarmi con le amiche su Instagram.
E poi volevo scoprire se il mio fisico statuario (N.d.T: laddove “statua” si riferisce ai nani da giardino in gesso) avrebbe retto ad una camminata più impegnativa.

Dunque eccomi qua, con i piedi sul pontile di Peschiera Maraglio e le mani che frugano nello zainetto in cerca della cartina offertami gentilmente dal Capitan Findus del traghetto.

La logica del mio ragionamento è schiacciante:
1-    Mi sono iscritta a Hikr;
2-    Hikr è un forum di gente che maneggia ramponi con la stessa naturalezza con cui io uso il silkepil;
3-    Essendo parte di questo gruppo, è SICURO AL CENTO PER CENTO che, via modem o via wifi, questo feeling con ferrate, corde e lattine di birra si trasmetta anche a me!
 
(Sì, l’ho pensato davvero )
 
Ecco perché, ancora ferma sul molo di Peschiera Maraglio ad interpretare i simboli divisionisti della cartina, scelgo di snobbare altezzosamente la tranquilla passeggiata -puah!- che tocca tutti i borghi di Montisola…

Come un arrogante latin lover discotecaro, decido invece di puntare alla preda più difficile: l’affascinante mulattiera che si arrampica verso il Santuario!
 
I bar caratteristici e l’odore di caffè sono una tentazione irresistibile, ma l’escursionista che alberga in me (abusivamente e con la formula b&b) non ammette altre divagazioni, e mi impone di non perdere tempo tra bancarelle, brioches e fotografie alla cazzo.
Quindi, dopo aver perso almeno dieci minuti cercando la strada giusta, mi metto in marcia!

Inizio a salire diverse rampe di scale che si snodano ripide nel centro del paese ma, dopo pochi minuti, mi rendo conto che il mio fiato è già in riserva…
Con orrore realizzo che la mia faccia è passata dal colore “viola apnea”, al bianco “svenimento tra 3..2…1”, fino ad arrivare al verde “sto per vomitare”.
Ma come??? Sono appena partita. Non sono nemmeno arrivata sul sentiero vero e proprio… non posso essere già stanca!

Sì che puoi, mi dice il mio subconscio. E aggiunge: vedi cosa succede a fare la figa senza nessuna preparazione? Guarda che mangiare le digestive a colazione non fa di te una sportiva!
Accetto la critica a testa bassa e ne approfitto per riprendere fiato, fingendo di scattare qualche foto ai sacchetti dell’umido (arte post moderna) per sfuggire dagli sguardi curiosi dei passanti.
 
Finalmente riprendo la salita e, dopo aver attraversato una strada, arrivo all’imbocco del famoso sentiero. Un cartello informativo e varie frecce indicative (a destra si va a destra, a sinistra si va a sinistra…e via dicendo) mi confermano che la direzione che devo prendere è quella.

Azzz, ma quanti sassi ci sono? Ci sarà stata una frana? Un dissesto idrogeologico? Una manifestazione di ultras?
Come il buon Clarke Gable decido, francamente, di infischiarmene e, battendomi il cinque da sola per aver scelto gli scarponcini invece delle adidas, inizio la salita vera e propria!

La mulattiera è piuttosto ripida e accidentata ma, escluso qualche tratto troppo dissestato per i miei gusti, non mi sembra più impegnativa di quella della volta scorsa (o, comunque, non mi sembra più impegnativa delle stramaledette scale che ho fatto poco prima…).
 
Il panorama, invece, è da togliere il fiato!

E infatti, come un giapponese al Louvre, mi fermo ad ogni curva per scattare scialbe fotografie con il mio smartphone… nel vano tentativo di trasferire una parte di quella meraviglia tridimensionale in una piatta immagine in codice binario.
Per la prima volta nella mia vita provo un certo rimpianto (anzi, “una cert’uggia”, come direbbe qualcuno più colto di me) per aver investito metà del mio stipendio nei miei Zanotti fucsia tacco 12 e non in una macchina fotografica decente…

Per farmi rinsavire, però, è sufficiente affondare lo scarpone in una cacca di elefante (date le dimensioni, non poteva essere di nessun altro) e maledire i trafficanti di specie esotiche di tutto il mondo: cosa li portate a fare i pachidermi a Montisola! Lasciateli nel loro habitat naturale, osti!
 
Vabbè.
Continuando a salire, costeggio un uliveto e, poco più avanti, vedo che il passaggio è protetto da una specie di “ringhiera cordata”: che spettacolo!
Guardo di nuovo lo scorcio che si apre tra le piante ma… Orrore! Ecco la cementifera di Tavernola!
Brutta.
Grande.
Una colata sporca in mezzo al verde.
Impossibile non notarla.
Un po’ come un brufolo gigante sul viso di Kate Moss!

Mentre il mio maligno cervello collega l’immagine della magrissima top model con quella del panino che tengo nello zaino, arrivo ad un incrocio dove un gregge di pecore sta facendo il check sound per il concerto di quella sera.
Senza esitare nemmeno un secondo, imbocco la strada che sale a destra… scoprendo solo al ritorno di avere allungato di 20 minuti il percorso fino al Santuario.
 
Vabbè. Ignara di tutto, procedo spedita e poco stanca (tutto merito delle pause-foto!) fino a quando... ta-dan… sulla mia sinistra appare la mia meta.
La consapevolezza di dover salire ancora un altro po’ e, soprattutto, una goccia di pioggia che mi cade sul naso mi spingono a darmi una mossa.
 
Mossa azzeccata, a quanto pare.
Dopo una decina di minuti, infatti, sbuco su una strada più larga che mi porta in un batter d’occhio alla terrazza del Santuario.
Felice e incredula come quando infilo la chiavetta usb al primo colpo, mi siedo su una panchina gustandomi il mio meritato panino (alla faccia di Kate Moss e del suo brufolo!).

Dopo aver scattato qualche fotografia e aver notato in lontananza le Torbiere di Provaglio, raccolgo le mie cose e mi incammino verso Peschiera Maraglio.
 
La discesa è una vera passeggiata… nel senso che, prima di ritrovare il sentiero, passeggio per 10 minuti tra le vie di Cure non sapendo dove cavolo andare!

Ritrovata la retta via, inizio a ripercorrere mentalmente questa avventura a lieto fine.
Ma gli autori hanno in serbo un finale diverso…

Mentre smanetto su facebook per pubblicare una foto, il telefono mi scivola tra le mani e… TRAK…  si schianta a terra aprendosi in due come un cocco maturo!
 
NOOOOOOO!!!!
 
Con la stessa delicatezza che userei nel cullare un cucciolo di panda, raccolgo i tre pezzi (davanti, dietro e batteria) del mio Samsung e cerco di riassemblarli.
NoNoNoNoNoNoNo. DaiDaiDaiDaiDai. AccenditiAccenditiAccenditi.

Al terzo TLAK vedo lo schermo illuminarsi… e ricomincio a respirare!
Giuro che la prossima volta lascio a casa il panino e mi porto una bombola di ossigeno…
Che giornata…
 
…per fortuna il telefono è salvo!
…per fortuna è caduto nell’erba!

…e per fortuna non c’era nei paraggi nessun elefante con lo squarausss!!!!
 
 
 
 

Hike partners: tanuki


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (39)


Post a comment

itineralp says:
Sent 25 May 2015, 13h45
Con abili ma sempre eleganti gomitate ti sei fatta spazio in questo pentolone di gente che ama le domeniche sudate: complimenti Tanuki, è un piacere leggerti. Talvolta è più interessante una banale camminata seducemente narrata di un'epica impresa rozzamente balbettata.

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 14h35
Il piacere è tutto mio :)
Sappi che il commento è già stato ingrandito, stampato, plastificato e appeso su tutti i cavalcavia da qui a Brescia!

...ah, sono felice che il bonifico sia arrivato così in fretta!


cristina says:
Sent 25 May 2015, 14h05
Bellissima...riallacciandomi a Itineralp, quello di scrivere è un dono e far sorridere è un valore aggiunto!

...di lunedì e nella triste e bigia Milano è un gran successo!!!

Ciao ciao Cri

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 14h38
Il lunedì è difficilmente sopportabile anche qui in Franciacorta... ma il saten aiuta parecchio ;)

Grazie mille!!!


gbal says:
Sent 25 May 2015, 14h46
Che dire tanuki? Sono partito dicendo: questo ha sbagliato Community ma dopo un istante ho realizzato che non si trattava di un teutonico contributor ma della più spassosa Hiker del bresciano! Di nuovo tanuki, di nuovo una gustosissima sua avventura da centellinare. E' proprio bello leggerti, come forse ho già detto, con tanta modestia che nascondi dietro una prosa scanzonata e intelligente. E pensare che c'è gente qui che si smazza una salita ad un 4000 per farsi un selfie da pubblicare e.....a te basta il Santuario di Montisola.
Una prima lettura, con la moglie che mi scrutava preoccupata e pronta a chiamare il 118 destinazione manicomio, mi ha fatto pensare di commentare riga per riga, battuta per battuta ma poi.....avrei dovuto scrivere una controrelazione e tutta con la matita blu (con te la matita rossa non serve) e allora ecco qui un sintetico commento: BRAVA tanuki sei proprio in gamba!

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 15h17
...ma tu lo sai che all'Expo dovranno costruire un nuovo padiglione per contenere tutto il mio ego? E che non lo finiranno mai in tempo? E che, dunque, sarà tutta colpa tua se i giapponesi ci prenderanno in giro?

Davvero, ti ringrazio un casino! Il tuo messaggio è già stato archiviato nella sezione: "Cose da leggere per aumentare l'autostima e risparmiare 100euro di psicanalista" :)

In realtà io rosico un sacco quando vedo escursioni come le tue: ferrate, corde e salite sulle montagne "vere"... ma mi sembra più sicuro procedere per gradi e partire da camminate semplici, limitandomi ad abbellire il tutto con qualche battuta!

Grazie ancora Giulio, ti devo una decina di casse di saten... che potrai gentilmente condividere con i signori vestiti di bianco che stanno suonando alla tua porta e vogliono infilarti a forza una bella camicia con i lacci ;)


gbal says: RE:
Sent 25 May 2015, 15h23
Aiutooooo mi stanno già portando viaaa!
Grazie per il contro-commento e, scherzi a parte, va bene così, non c'è da scalmanarsi; molte cose si apprezzano di più durante una semplice passeggiata che attanagliati dall'adrenalina e dal "cagotto" lungo una via alpinistica.
Ciao

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 16h29
Sono abbastanza sicura che il "cagotto lungo una via alpinistica" non sia mai stato relazionato (o immortalato fotograficamente) qui su hikr... per fortuna!

...ma forse gli alpinisti più scat-tanti apprezzerebbero, chissà!!!!

Max64 says:
Sent 25 May 2015, 15h23
Brava.
Mi sono divertito
continua così
ciao
Max

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 16h30
Grazie mille!
Felice di averti divertito :)

...to be continued

numbers says:
Sent 25 May 2015, 16h40
Il posto è bello, la relazione molto spassosa, scrivere ti viene molto bene, le escursioni, anche piu' toste, arriveranno.......
Concludendo: fuori sei fuori......non c'e' dubbio,
continua così!!! C'era proprio bisogno di un po di sana "follia" verbale.

Ciao

Mario

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 19h04
Hanno cercato di rinchiudermi, ma sono scappata!
Per le escursioni toste... non ho fretta ;)

Grazie mille... e W la sana follia verbale!!!

Francesco says:
Sent 25 May 2015, 17h33
......Io non leggo le relazioni,sopratutto se luuuunghe !!!

La tua son riuscito ad arrivare in fondo,prendilo come un gran complimento xkè cosi e' !!!
Buona montagna.

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 19h06
Quando hanno distribuito il dono della sintesi... io ero in coda per la seconda dose di stupidera!

Lo prendo come un grandissimo complimento, grazie!!!!!

Poncione says:
Sent 25 May 2015, 18h13
Credo che riusciresti a farci divertire anche raccontando un'escursione nel tuo salotto, facendo l'anello dalla cucina e la camera. Dunque non deluderci. :)))))

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 19h08
Allora dillo che sei un lettore del pensiero!!!!

Il periplo cucina-camera-garage era la mia seconda opzione dopo montisola (in caso non avessi trovato parcheggio!)

Vedrò di non deludervi, promesso :)

Poncione says: RE:
Sent 25 May 2015, 19h40
E mi raccomando... tutto nel dettaglio, compresi i terribili passaggi T15+, che mai nessuno ha osato affrontare. :)

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 20h17
Ehi, io oso T12 tutti i weekend!

...la T sta per Tacco, vero?

Menek says:
Sent 25 May 2015, 18h53
Quoto semplicemente Itineralp! Alla prossima...
Menek

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 19h10
Quota, quota... non troppo alta però! :)

Sent 25 May 2015, 19h37
Divertentissimo racconto... BRAVA Sigo...!!! :-))

Sappi che via wifi dagli adepti di HiKr sempre un incitamento morale ci sarà per Te... mentre per quell' altezzosa Kate Moss un bel "ricordino" da un enorme elefante africano...!!!!!!! :-))

Ciaooo... :-)

tanuki says: RE:
Sent 25 May 2015, 20h20
Grazie!
Gli incitamenti sono indispensabili per chi non ha né fiato né allenamento :)

Mi raccomando la Curtense!!!

Angelo & Ele says: RE:
Sent 25 May 2015, 21h25
Azz... ma qui credo sia molto dura trovarla... me ne spedisci 24 bottiglie via cartone animato..??? :-))

tanuki says: RE:
Sent 26 May 2015, 11h35
In cartone posso spedirti giusto giusto il Tavernello :P

tapio says:
Sent 25 May 2015, 23h54
Ciao Tanuki.
Va bene allietare i lettori di hikr, anche questo ci sta; ma da come scrivi, secondo me potresti approdare su ben altri lidi, sempre che tu lo voglia. Davvero complimenti, sinceramente!

Fabio

Sky says: RE:
Sent 26 May 2015, 11h23
Mi unisco a quanto dice Fabio.. in breve tempo ti sei creata un pubblico non piccolo di "spettatori" che trovano spiritose le tue righe e con ognuno dei quali sai tenere un dialogo di "botta e risposta" !
Buone passeggiate.. e ho come l'impressione che la loro lunghezza andrà a poco a poco aumentare.. al momento secondo me sei ancora timida, puoi fare molto di più, ne sono convinto !
Ciao

tanuki says: RE:
Sent 26 May 2015, 11h49
Ti confesso che il mio obiettivo segreto è quello di fidelizzarvi e poi vendervi pentole e materassi!!!!

Grazie mille per la fiducia: mi impegno solennemente ad aumentare la lunghezza delle camminate... e accorciare quella dei report ;)


Sky says: RE:
Sent 26 May 2015, 17h39
se tra qualche mese ci troveremo ad avere in casa una batteria di pentole che non ci serviva, beh, penso che ti sarai meritata la provvigione...

tanuki says: RE:
Sent 26 May 2015, 11h47
Per un attimo ho pensato che mi stessi invitando ad andarmene da hikr... no, vero?

Mi piace questo portale - davvero! -, mi piace leggere i vostri report e mi piace dare un contributo personale.
So che ciò che scrivo non sarà utile a chi cerca informazioni sulle escursioni, ma vorrei sdoganare in modo ironico la "categoria" dei principianti :)

...e i lidi su cui vorrei approdare (soprattutto in giornate grigie come quella di oggi) sono quelli del Salento ;)

tapio says: RE:
Sent 26 May 2015, 14h16
> no, vero?
Direi di no, ma ti rispondo così: "Ironia, maestra di vita".
Peccato che all'origine ne abbiano distribuita troppo poca ( e molto di quel poco l'hai preso tu:)) )

Ciao, Fabio

Daniele says:
Sent 26 May 2015, 08h05
> come quando infilo la chiavetta usb al primo colpo
le piccole soddisfazioni della vita...
Leggendoti mi viene in mente Becky Bloomwood della Kinsella :-D
Complimenti.
Daniele

tanuki says: RE:
Sent 26 May 2015, 11h56
Grazie mille!
Dici che "I love shopping al Decathlon" potrebbe essere un seguito interessante?

Firmato: La ragazza dalla sciarpa verde... e dagli scarponi quechua marroni ;)





Daniele says: RE:
Sent 26 May 2015, 14h04
Secondo me potrebbe avere un perchè!

Sent 26 May 2015, 20h47
Intensamente esilarante!!!!!!!Aspetto la prox!!!!!! Ciao ALE

tanuki says: RE:
Sent 27 May 2015, 09h19
Intensamente grazie :)

...nella prossima vedrò di inserire il dottor Plumm (sperando che il titolo non si riferisca alla sua laurea in ortopedia!)

Sent 27 May 2015, 14h39
Se poi la Panda è rossa e l'uomo porta il cappello......è una tragedia!

Ciao
gm

tanuki says: RE:
Sent 27 May 2015, 15h21
Un'antica leggenda narra che, in passato, gli Uomini e gli Dei convivessero felicemente sulla Terra.

Tra loro regnavano la pace e l'armonia; tutti rispettavano la Natura e trattavano con amore i fiori, gli animali, le creature più deboli e gli abbonati a mediaset premium.

Ma quando l'umanità osò sfidare gli Immortali creando la Panda verde-innaffiatoio 4x4, i Celesti decisero di punire l'arroganza e la stupidità del genere umano...e inviarono sulla Terra la calamità più tremenda che la loro mente perfetta potesse concepire:

...Il Cappello della Lentezza!

Nel momento stesso in cui un uomo indossava il Cappello della Lentezza, esso perdeva qualsiasi capacità di guida: non riusciva ad ingranare la terza per esempio; e non sentiva i clacson degli autisti alle sue spalle...
...ma -cosa più terribile di tutte- l'uomo col Cappello... ascoltava RadioZeta!


La morale è che, in realtà, tra me e il pandista c'era di mezzo il SUV... quindi non so se il cappello ci fosse o meno!

grandemago says: RE:
Sent 27 May 2015, 19h22
Con RadioZeta siamo al più alto grado di depravazione e pericolosità sociale.....

tanuki says: RE:
Sent 28 May 2015, 10h53
Verissimo!
E chi c'è dietro al Gruppo Bilderberg, ai Rettiliani, agli Illuminati e ai Puffi?

...RadioZeta!

Vogliono inibire i nostri cervelli a suon di zumpa-pà zum-pà-pà... e conquistare il mondo!


Post a comment»