COVID-19: Current situation

Canale della Fiamma (2625 m) - Skitour


Published by siso , 22 February 2014, 23h23.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:22 February 2014
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Rotondo   CH-TI 
Time: 4:15
Height gain: 1011 m 3316 ft.
Route:Ospizio All’Acqua (1614 m) – Capanna Piansecco (1982 m) – Imbocco del Canale della Fiamma (2625 m) – All’Acqua (1614 m).
Access to start point:A2, uscita Airolo – Strada della Val Bedretto – All’Acqua.
Accommodation:Capanna Piansecco.
Maps:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000; C.N.S. No. 265 S – Nufenenpass - 1:50000.

Escursione con gli sci nella frequentatissima Val Bedretto alla vigilia della sesta edizione del Tris Rotondo, l’unica gara di scialpinismo ad alto livello del Ticino.

 

Inizio dell’escursione: ore 8:30

Fine dell’escursione: ore 12:50

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1019 hPa

Temperatura alla partenza da All’Acqua: -3°C

Isoterma di 0°C, ore 9.00: 1100 m

Temperatura al rientro ad All’Acqua: 0°C

Sorgere del sole: 7.18

Tramonto del sole: 18.01

 

Oggi non sono in perfette condizioni fisiche: forte raffreddore, afonia quasi totale, cerchio alla testa; ma chi me lo fa fare di rimanere a casa con questa abbondanza di neve e pericolo di valanghe solo moderato? Non sia mai detto!

All’imbocco della Val Bedretto rimango ammaliato dall’abbondanza di neve. Non ho mai visto una coltre nevosa così importante sui tetti delle case. Le abitazioni allineate e le stalle di Fontana (1281 m) sono una meraviglia, un inno all’inverno.  

Ad All’Acqua c’è fermento oggi; per la prima volta noto persino un parcheggiatore ufficiale. Gli abituali parcheggi sono transennati, pronti per accogliere i veicoli militari che domani porteranno alla partenza i 600 concorrenti iscritti.

Parto dal Ristorante All’Acqua alle 8:30 in compagnia di una decina di altri sciescursionisti. Il sole non è ancora sorto; ci riscalderà dopo 25 min di cammino. Il percorso invernale per la Capanna Piansecco si sviluppa nel Vallone del Ri dell’Acqua, al riparo dal vento freddo che spira più in alto.

Ricevo i primi messaggini. L’amico abituale è in seduta per discutere come organizzare un “Social Media Team”: che “sfiga”!
 

        

                                              Verso Piansecco e il Gerenpass

In meno di un’ora raggiungo il pianoro all’altezza del rifugio. Mi superano numerosi atleti in allenamento per la gara di domani. Hanno uno zainetto molto piccolo e attrezzatura leggerissima.

Dai 2060 m di quota inizia la salita vera, quella che richiede numerose inversioni su neve compatta, ancora gelata. Seguo le bandierine verdi, quelle del percorso denominato “Short Tris”, che prevede un dislivello in salita di 1330 m e altrettanto in discesa.

A circa 2390 m di quota mi imbatto in un tendone allestito per la gara di domani: fungerà da zona rifornimento e assistenza sanitaria. Tra gli organizzatori presenti riconosco immediatamente “Lüzzi” della SAT Mendrisio, instancabile promotore e istruttore degli sport legati alla montagna, in particolare dell’escursionismo e dell’alpinismo. È grazie a lui che mi sono appassionato alle escursioni con le racchette da neve.

A sud il cielo è perfettamente sereno, verso il Gerenpass c’è purtroppo nebbia e spira un favonio gelido. Mi accodo agli alpinisti che hanno il compito di mettere in sicurezza il Canale della Fiamma. Per raggiungere l’attacco, dobbiamo superare ancora circa 240 m di dislivello con un forte vento contrario e scarsa visibilità. Il capo guida chiede di creare due tracce parallele, ciò che faciliterà i sorpassi. Di tanto in tanto occorre infilzare una bandierina verde. Due ciaspolatori non trovano di meglio che sfruttare la nostra via: vengono energicamente ripresi e invitati a cambiare percorso. Purtroppo, il vento cancellerà in poco tempo tutte le tracce. A 2625 m di quota raggiungiamo la base del canalone, oggi, per la verità, poco invitante. La pendenza fino a 55° richiederebbe una piccozza, dei gradini scavati nella neve dura ed eventualmente un corrimano di corda, come quello che si ritroveranno i concorrenti domani.      

Mentre gli organizzatori si preparano a piazzare le corde, io tolgo le pelli e decido di iniziare la discesa il più presto possibile; l’aria qui è veramente pungente.

Mi fermo brevemente al tendone per salutare un amico di Hikr.org: Sky, che fa parte dello staff dei collaboratori.

 

A quote inferiori la temperatura torna a valori più umani; la visibilità migliora considerevolmente. Anche la tratta tra la Capanna Piansecco e il Ristorante All’Acqua, l’ultima volta penosa, oggi non mi pone grandi problemi.

 

Skitour sull’impegnativo versante meridionale del Gerenpass. Buone condizioni meteo nella parte bassa del percorso e condizioni difficili in alto per forte vento gelido e visibilità scarsa.

 

Tempi di percorrenza:

Ospizio All’Acqua (1614 m) – Capanna Piansecco (1982 m): 1 h

Capanna Piansecco (1982 m) – Imbocco del Canale della Fiamma (2625 m): 2 h

Tempo totale: 4:20 h

Salita: 3 h

Dislivello in salita: 1011 m

Sviluppo complessivo: 9,5 km

Difficoltà: PD

SLF: 2 (moderato)

Copertura della rete cellulare: discreta.


Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (5)


Post a comment

gbal says:
Sent 23 February 2014, 18h23
Hai fatto bene a ignorare il raffreddore Siso; è stato il primo passo verso la guarigione.
Auguri

siso says: RE:
Sent 23 February 2014, 20h03
Grazie Giulio, me lo auguro anch'io... vedremo nei prossimi giorni, a cominciare da domani mattina!
Buona settimana,
siso

Sky says:
Sent 24 February 2014, 13h54
Ciao Siso !
Un onore averti incontrato di persona.. lupo7, che era anche lui da quelle parti, mi ha detto che ti avrebbe conosciuto volentieri, sei un suo mito !
Peccato per il tempo, il giorno dopo è stato stupendo.. Complimenti a te per averci comunque provato.
Poche parole, anch'io ero molto fuori forma (la notte passata in tenda mi ha molto provato !).
Alla prossima,
Luca

siso says: RE:
Sent 24 February 2014, 20h34
Ciao Luca, è stato facile riconoscerti: i tuoi autoscatti sono assai frequenti!
Lasciamo perdere i miti e i simboli fantastici o religiosi che siano: sono un semplice e umile appassionato della montagna come tanti altri. Un caro saluto anche a Franco e complimenti per il tuo contributo all’organizzazione di questa interessantissima manifestazione. La giornata meteorologicamente stupenda è stata il giusto premio per tutti i collaboratori che si sono messi a disposizione. Suppongo che la notte passata in tenda non si dimenticherà tanto facilmente.
Alla prossima, ciao!
siso

lupo7 says: RE:
Sent 25 February 2014, 12h45
Contraccambio i saluti.
Ciao
Franco


Post a comment»