Hike 'n Bike n.1 - Al Campo dei Fiori in MTB dopo la tempesta di Natale


Published by gbal , 27 December 2013, 19h26.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:27 December 2013
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Mountain-bike grading: PD - Moderate
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 4:15
Height gain: 880 m 2886 ft.
Height loss: 880 m 2886 ft.
Route:30 km
Maps:Trek Map Italia V2

Passata è la tempesta natalizia (Magda…che nome curioso) e oggi davano finalmente ed incredibilmente “bello”. Che fare? Progetto A, B o C ? Come sappiamo la neve in questi casi è infida e, a parte i pericoli, impegna strenuamente chi l’affronta anche munito di ciaspole; questo esclude i primi due progetti e dà corpo al terzo. Si tratta di qualcosa di banale, sulla montagna simbolo di Varese, lo stra-visitato Campo dei Fiori. Ma per dargli un pizzico d’originalità decido di partire da casa in MTB e vedere cosa succede. Dopo l’attraversamento della city che ancora sonnecchia, attacco le rampe di S.Ambrogio, precipitosamente devo inserire marce molto basse e la situazione diventa permanente perché la pendenza non scherza ed io, invece, come biker “ scherzo”. Comunque, dopo quasi due ore dalla partenza e dopo essere stato superato da un paio di podisti (farà ridere ma in salita capita anche a me di superare correndo dei ciclisti quando la pendenza diventa “cattiva”) giungo al Belvedere posto al cancello d’ingresso dell’Osservatorio e lì finisce la strada ed inizia la neve….tanta, direi ad occhio tra i 20 ed i 25 cm. La vista è stupenda e richiede lo scatto di numerose foto; fatto questo mi avventuro sul sentiero innevato che conduce al Forte di Orino. Ben presto la difficoltà di stare in equilibrio sulla piccola traccia battuta mi convince a procedere a piedi spingendo la bici e in breve decido che così al Forte non ci sarei mai arrivato. Ripiego allora sul lasciare il mezzo meccanico dove si diparte sulla dx un sentierino che porta a Punta di Mezzo, la massima vetta del Massiccio. Il procedere a piedi, libero da equilibrismi ciclistici, mi consente di gustare appieno questi inusuali colori che oggi sfoggiano il bosco ed il cielo; devo passare chino sotto rami ancora carichi di neve ma già baciati da un sole che in poche ore li libererà consentendo loro di rialzarsi. Sembra che piova, tanto rapidamente la neve fonde. In breve giungo al pendio che funge da rampa di lancio per i deltaplanisti e che si affaccia sui laghi del varesotto. Girando le spalle ai laghi affronto la rampa finale che in pochi minuti arriva in vetta. Altro stupore, altre foto….non vorrei mai andare via ma le scarpe da trekking basse, malamente coperte dalle ghette, sono ormai inzuppate d’acqua ed i piedi gelidi…reclamano calore. Seguo il percorso al contrario, raggiungo la fedele bici che inforco e più disinvolto riesco a cavalcarla schivando le numerose persone che incontro, per lo più accompagnati dai loro amici cani o dai loro bambini. Giunto all’asfalto del Belvedere riprendo la strada dell’andata ma poi decido per una deviazione che passa sotto la vecchia funicolare, arriva al Piazzale Pogliaghi, tocca la base del Santuario; qui inizio una traballante e ripida quanto divertente discesa per la Sacra Via delle Cappelle. Poi….è città di nuovo e in men che non si dica mi ritrovo a casa, contento per il diversivo che mi ha concesso di vedere la nuova neve senza subirne i disagi. Cosa desiderare di più?

 

 

 

I tempi:

 

Località

Tempo parziale

Progressivo

Casa mia

0

0

Prima Cappella

0:39

0:39

Belvedere

1:07

1:46

Vetta Punta di Mezzo

1:00

2:46

Belvedere

0:52

3:38

Prima Cappella

0:34

4:12

Casa mia

0:28

4:40

 

 

Pillole….del giretto:

Dislivello                          880 m
Lunghezza totale            30 km
Tempo totale lordo          4h40’
Soste totali                            30’

Tempo totale netto   4h10’


Hike partners: gbal


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 18929.gpx Il "Giro"

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (28)


Post a comment

Daniele66 says:
Sent 27 December 2013, 20h23
Bella alternativa la MTB pero' forse erano meglio gli sci ciao Daniele66

gbal says: RE:
Sent 27 December 2013, 21h22
Ti dirò....quando ero "piccolo" e nevicava tanto quel sentiero era una pista da fondo. Certo che per partire da casa mia sci ai piedi....ce ne vuole un bel po' di neve!
Ciao

Sent 27 December 2013, 20h38
Grande Giulio!!!!Con la neve in mtb a le dura!!!!Ne so qualcosa!!!!Cmq tanto di cappello,già la salita fino al Belvedere non è da tutti!!!!Grande!!!! qualche volta ce la facciamo insieme!!!!Ciao ALE

gbal says: RE:
Sent 27 December 2013, 21h23
Grazie Ale ma ricordati di darmi un bel vantaggio sennò quando arrivo io sei già stufo.
Ciao

rochi says:
Sent 27 December 2013, 21h05
Hai colto l'attimo, Giulio. Dopo una nevicata copiosa, una mattina così tersa regala visioni fantastiche (che hai ben fermato con la camera) che orgogliosamente rivendichiamo come nostre, perchè ce le regala la nostra montagna. Non sapevo poi di questo tuo feeling con la mtb. Da giovanotto (mooolti anni fa), anche io salivo all'osservatorio in bici: che faticaccia!!!
Ciao, complimenti!
Rocco.

gbal says: RE:
Sent 27 December 2013, 21h25
Grazie Rocco per i complimenti.
Quanto al tuo "giovanotto" mi risulta che lo sei eccome quindi....potresti andare in cantina e ripristinare la tua bici per i momenti....un po' così.
Ciao

igor says: Bike runner
Sent 27 December 2013, 21h09
Bravo Giulio però mi sa che di fatica tra le ciaspole e la Mtb nella neve non so chi ha fatto più fatica.

Ciao

gbal says: RE:Bike runner
Sent 27 December 2013, 21h27
Le ciaspole in effetti le avrei messe a 1000m e ci avrei fatto 3 km. Hai ragione Igor ma......oggi è andata così e poi.....chi ha paura della fatica?
Ciao

gebre says: snow!
Sent 27 December 2013, 23h09
Che spettacolo Giulio...neve fresca...ricami...hai azzeccato il momento giusto!
Ciao
Alberto

gbal says: RE:snow!
Sent 28 December 2013, 09h55
Solo a volte le nostre montagnette hanno il momento magico di Cenerentola in cui le zucche si trasformano in cocchio dorato e le scarpette diventano di cristallo. Stavolta ho avuto la fortuna di cogliere questo momento così effimero.
Grazie, ciao

peter86 says:
Sent 28 December 2013, 00h22
Bravissimo Giulio, davvero una bella escursione in un ambiente magico!!!
Ciao
Pietro

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 09h56
Grazie tante Pietro; ho visto che abbiamo avuto idee "parallele"

tapio says:
Sent 28 December 2013, 11h26
Senz'altro una bella idea: osservare gli effetti della nevicata lontano dai pericoli ed immergersene (elemento non secondario) proprio alle porte di casa vale sempre la pena!

Ciao, Fabio

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 15h35
Grazie per il commento Fabio.
Devo dire che mi sono divertito davvero; ciò non toglie che quando toccherà ai piani A, quelli seri, mi piacerebbe poter pensare, a tempo debito, a qualcuna delle tue conquiste del 2013 come, ad esempio, ai Corni del Nibbio.
Ciao

patripoli says:
Sent 28 December 2013, 13h34
Una scelta "ecologica" per un'avventura da "cogli l'attimo".....
Una bella tirata coronata dal raggiungimento della meta!
Direi che puoi ritenerti più che soddisfatto....

Ciao!

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 15h36
Grazie Patrizia.
La soddisfazione è stata grande, davvero, anche per la fortuna di poter "fotografare" realtà inusuali per i nostri monti.
Ciao

Sent 28 December 2013, 16h55
Ormai Giulio, ci basta aprire il cassetto dei progetti e ci troviamo tutto l'alfabeto.....non ci troveranno mai impreparati!

Ciao

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 19h36
Caro Aldo, il mio alfabeto contempla anche le lettere inglesi; quanto a sogni....non ci batte nessuno, anzi, andando avanti con gli anni ne accumuliamo sempre più (e ahimè ne realizziamo meno ma basta non pensarci!).
Ciao

Simone86 says:
Sent 28 December 2013, 19h58
lo snowbike è in forte crescita anche qui! bel giretto Giulio, con la giornata di ieri e la lunga nevicata anche un classico Campo dei Fiori diventa tutta un'altra cosa!

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 21h17
Ma pensa te Simone! Io manco sapevo che esistesse lo snow-bike ed ora mi ritrovo protagonista......mah!
Grazie e auguri!

veget says:
Sent 28 December 2013, 20h21
Ciao Giulio,
Che sorpresa... inaspettata( non la neve) ... delle tre prevedibili , questa è la scelta che Ti catapulta nei "guissness" degli hikleriani ... Bravo e Complimenti!!!! Le foto sono da incorniciare... Bell ricordo...
Eugenio

gbal says: RE:
Sent 28 December 2013, 21h19
Grazie mille Eugenio, sei gentile, come sempre.
Immagino che quanto visto a Campo dei Fiori fosse simile alle tue zone, vero?
Ciao

veget says: RE:
Sent 28 December 2013, 22h02
Si anche qua la neve iniziava ai 1000 mt. Io ero a casa in compagnia di Lucrezia ...... Per il momento bisogna lasciar passare la buriana, poi si vedrà...
a presto

Ciao,

bigblue says:
Sent 29 December 2013, 13h30
Dopo la morte dei miei cari pc.....arrivo anch' io a leggermi questa tua bellissima avventura......un ciclo-cross non per tutti con l' aggiunta della discesa su neve.....beh, Giulio tutti i miei complimenti, forte!.....veramente un diversivo con fiocchi e controfiocchi!
Un saluto
Pia

gbal says: RE:
Sent 29 December 2013, 14h43
Grazie tante Pia, sei molto gentile ma....in fondo è stato solo un giretto rispetto a Böshorn e Co.
Mi dispiace per i tuoi e-Figlioli deceduti improvvisamente; spero che qualcuno possa aiutarti a risuscitarli. Mi sa che tra PC e fotocamere le perdite del 2013 sono state rilevanti.
Auguri per il nuovo anno.
Un saluto

bigblue says: RE:
Sent 29 December 2013, 15h14
....il bello, oltre al resto.....partire da casa pedalando.....credimi, questo tipo di "interpretazione" per me, il massimo della libertà....riconfermo....bella avventura....da ciclista, non posso che apprezzare.
Un sereno Anno Nuovo per te
a presto
Pia
P.s. .....quando la pendenza sale, se non si è dei professionisti, capita di essere salutati da qualche "scarpetta".....giusta considerazione.
p.s. non apre le mail, vedo solo i titoli :-)....ma dai e dai, ora, qualcosa pur lentissimamente funziona....già felice.

gbal says: RE:
Sent 29 December 2013, 15h23
Felice che chi si "cala" nella situazione possa apprezzare la bellezza della libertà. Quanto alle "scarpette", come ho accennato, anche a me è capitato, scarpetta, di superare ciclisti al Passo dello Stelvio ma stavolta salivo in bici per "guarire"....udite udite (raccapriccio di fisiatri & affini) un attacco di sciatalgia che mi perseguita.
P.S.: Per i PC se sapessi che puoi leggere mail (ma pare di no) potremmo scriverci in privato.

bigblue says: RE:
Sent 29 December 2013, 17h00
...vedo solo i titoli :-)......però funziano i Pm di Hikr....gran cosa.....
Mi spiace veramente.......allora è un po' che ti tormenta?....anch' io ho un cacciavite diventato costante, Fisiodelta presto mi rivedrà:-(


Post a comment»