COVID-19: Current situation

Ritzberg (2592 m) – Skitour


Published by siso , 22 December 2013, 15h30.

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike:21 December 2013
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Pizzo Quadro   Gruppo Pizzo Biela 
Time: 3:00
Height gain: 261 m 856 ft.
Height loss: 1122 m 3680 ft.
Route:Bosco Gurin Parcheggio (1470 m) – Rossboda (1987 m) – Rifugio Sonnenberg (2331 m) – Krameggpass (2518 m) – Ritzberg (2592 m) – Capanna Grossalp (1907 m) – Bosco Gurin Parcheggio (1470 m).
Access to start point:Locarno – Valle Maggia – Cevio – Linescio – Cerentino – Bosco Gurin. Da Locarno a Cevio: 24,5 km. Da Cevio a Bosco Gurin: 16,5 km.
Accommodation:Capanna Grossalp, Bosco Gurin.
Maps:C.N.S. No. 1291 – Bosco Gurin - 1:25000; C.N.S. No. 275 S – Valle Antigorio - 1:50000.

Per l’ultima escursione autunnale prima del solstizio d’inverno, atteso per le ore 17:11 di oggi, scelgo una meta non ancora descritta in Hikr.org: il Ritzberg (2591,8 m), nell’alta Valle di Bosco Gurin.

 

Inizio dell’escursione: ore 9.35

Fine dell’escursione: ore 12.15

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1034 hPa

Temperatura alla partenza: 1°C

Isoterma di 0°C, ore 9.00: 1400 m

Temperatura al rientro: 8°C

Sorgere del sole: 8:06

Tramonto del sole: 16:42

 

Le condizioni meteo non sono molto propizie: nuvole, nebbia, nevischio, luce diffusa; poco importa, oggi nulla mi potrà fermare. Per raggiungere il Ritzberg da Bosco Gurin ci sono diverse possibilità:

-        partenza dal parcheggio in zona Boda (1470 m), con 1122 m di dislivello;

-        partenza dalla Capanna Grossalp (1907 m), con 685 m  di dislivello;

-        partenza da Rossboda (1987 m), con 605 m di dislivello;

-        partenza dal Rifugio Sonnenberg (2331 m), con 261 m di dislivello.

 

Nella notte sono caduti da 20 a 30 cm di neve fresca: opto per il minor dislivello, scelta che mi darà la possibilità di passare il pomeriggio sulle piste battute.

Dal Rifugio Sonnenberg mi avvio in direzione del Krameggpass (2518 m), appena percettibile, a causa di nebbia in quota. È solo grazie alle perlustrazioni delle ultime due settimane che continuo malgrado la scarsa visibilità: la prudenza inviterebbe alla rinuncia.

Le placche di ghiaccio sono coperte dallo strato di neve fresca, che purtroppo maschera anche gli affioramenti di roccia: inevitabili le grattate alle solette, soprattutto in discesa. Proseguo fiducioso tenendo come punto di riferimento dei macigni, osservati e fotografati sabato scorso. Intanto dal Rifugio Sonnenberg salgono le voci, ad alto volume, di una radio che propone un tema trito e ritrito: “il giusto regalo di Natale”; un “problema” opimo, che viene irradiato a 180° sulla corona occidentale della Valle di Bosco Gurin.


          Il Ritzberg (2592 m) in una foto di sette giorni fa (14.12.2013)

Dopo un’ora di salita raggiungo la base del promontorio roccioso, a circa 2560 m di quota, che corrisponde allo “Skidepot”. Qui mi prendo il tempo di montare i ramponi, di riporre un bastoncino nello zaino e di prendere la piccozza. Valuto che il versante occidentale sia troppo pericoloso: una scivolata porterebbe a delle conseguenze irreparabili. Anche il crinale, che corrisponde al percorso estivo, non è invitante. Scelgo un’altra via: aggiro a destra lo sperone roccioso e risalgo una specie di duna nevosa. Ramponi e piccozza sono veramente utili. Anche il versante Est è assai dirupato, tuttavia mi impressiona molto meno di quello piemontese. Dopo la “duna” segue un tratto molto ripido che richiede concentrazione; in prossimità degli affioramenti di roccia ci sono infatti delle profonde buche, assai insidiose. La piccozza in alcuni punti sprofonda quasi completamente. Guadagno la cresta a circa 30 m dalla vetta. Alle 11:00 raggiungo il cornicione della cima: Ritzberg (2592 m) geschafft!

Vetta dalle proporzioni modeste il “Rizo Berg”, che per le condizioni odierne mi regala tuttavia una bella soddisfazione.

Panorama e libro di vetta assenti; il fatto non mi impedisce di scrivere il pensiero del giorno:

“Una persona affamata non sarà mai in grado di giudicare la qualità del cibo”.

Luciano Donatoni

 

L’unico segno vitale è costituito dalle tracce lasciate da una lepre.

Ritorno al deposito sci ricalcando fedelmente le impronte impresse durante la salita. Come presumevo la discesa produrrà inevitabilmente qualche profonda striatura alla soletta degli sci; troppo poco per guastarmi l’entusiasmo della conquista, che festeggio con una coppetta di spumante rosé accompagnato da qualche “appetizer”: prosit e buon inverno a tutti!

 

Giornata con scarsa visibilità per via della luce diffusa e della nebbia in prossimità della vetta. Intatta comunque la soddisfazione per aver raggiunto in solitaria una cima non ancora descritta in Hikr.org.

 

Tempo di salita: 1 h 30 min

Tempo totale: 3 h

Dislivello in salita: 261 m

Dislivello in discesa: 1122 m

Sviluppo complessivo: 8,2 km

Difficoltà: PD

SLF: 2 (moderato)

Coordinate Capanna Grossalp: 679'550 / 129'960

Coordinate Ritzberg: 677'410 / 130'280

Copertura della rete cellulare: buona

Libro di vetta: no

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

Daniele66 says:
Sent 22 December 2013, 17h59
Complimenti tra nebbie e nuvoloni Daniele66

siso says: RE:
Sent 22 December 2013, 18h02
Grazie Daniele, ... non sono stato capace di rinunciare!
siso

Laura. says:
Sent 22 December 2013, 21h15
le grattate alle solette...un dolore al cuore ogni volta!
Ciao e tanti auguri di un sereno Natale
Laura

siso says: RE:
Sent 22 December 2013, 21h28
Già; in ogni caso meglio le grattare agli sci che alla nostra pelle!
Ciao Laura, grazie di cuore e tanti auguri a tutti voi!
siso

tapio says: Ritzberg
Sent 23 December 2013, 10h05
Complimenti Siso, il Ritzberg è una vetta che ha sempre attirato anche me, ma che per un motivo o per l'altro non ho mai raggiunto. Certo, adesso, con le tue foto molto esplicative, la via è facilitata per tutti coloro che vorranno salirci... grazie! Una bella idea per una bellissima Valle!
Auguri di Buone Feste,
un saluto,

Fabio

siso says: RE:Ritzberg
Sent 23 December 2013, 11h45
Grazie Fabio,
ho impiegato un po' di tempo per scoprirlo, ma alla fine sono riuscito ad individuarlo e a trovare la giusta via di salita. Ci ritornerò con il bel tempo, anche se il direttore degli impianti mi ha detto che il versante scarica parecchie slavine. Ho fatto un pensiero anche al Bodmespitz (2407 m), ma anche questa cima che si trova sul versante formazzino, mi è stata sconsigliata da un "local", in quanto soggetta a valanghe. Le frequenterò in estate.
Buone Feste anche a te,
cordiali saluti, siso.

gbal says:
Sent 23 December 2013, 19h31
Complimenti per questa "prima" di Hikr.
Un ottimo modo di avvicinarsi al giro di boa del solstizio.
Ciao

siso says: RE:
Sent 23 December 2013, 21h21
Grazie Giulio;
quello che tu definisci “il giro di boa”, da sempre coincide per tutti i popoli con la nascita dei loro esseri divini, sottolineata con feste religiose e laiche. È in questa ottica che il “buon” siso ha trasformato la notte più lunga dell’anno con quella più corta (cena con colleghi e amici seguita da una levataccia ad un’ora antelucana). La mia prima al Ritzberg meritava il piccolo sacrificio.
Buone feste!
siso

mmaino says: Complimenti !
Sent 23 December 2013, 22h19
Complimenti per questa tua ennesima bella escursione e tanti Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo !! ciao, Mario

siso says: RE:Complimenti !
Sent 23 December 2013, 22h38
Contraccambio di cuore i migliori auguri di Buone Feste!
Ciao,
siso


Post a comment»