COVID-19: Current situation

Bivacco Ai Fop m.2250 e perlustrazione sentiero per pizzo Bello


Published by Alberto , 12 September 2013, 14h21.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:18 August 2013
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1:30
Height gain: 535 m 1755 ft.
Route:Pra Isio m.1660 - Alpe Caldenno m.1811 - Alpe Fop (fontana) m.2200 - bivacco Ai Fop m.2250 km. 4 solo andata al Bivacco
Access to start point:Milano - S.S. n° 36 dello Spluga - Lecco - Colico - S.S. n° 38 dello Stelvio - Morbegno - Berbenno in Valtellina, km. 15 di cui 3,7 in cemento e da strada stretta fino al parcheggio di Pra Isio
Accommodation:bivacco Ai Fop (sempre aperto)
Maps:kompass Bernina - Sondrio - CNS n° 278 Monte Disgrazia

 

Anche se ero rimasto (senza obbligo ovviamente) d'accordo con Daniela che nell'eventualità avessi fatto un'escursione di avvisare,decido di andarmene da solo: dopo tutto ci sono anche altri amici a cui rivolgersi,anzi,saranno loro a chiamarla per proporgli idee migliori e a me non può che solo far piacere!

Levataccia come al solito nonostante le contraddizioni che le meteo annunciavano sul tempo: chi temporali,chi sereno....parto ugualmente e riscontro che la meteo è decisamente migliore rispetto a quella di sabato,però bisogna vedere se regge. Alle 7,40 sono al parcheggio di Pra Isio (km. 15,4 di salita dalla statale 38 di cui 3,7 di strada in cemento e stretta) e alle 7,50 parto alla frescura dell'ombra dato che il sole illuminerà la valle più tardi.

Giunto al bivio alle 8,45 e prendo il sentiero che sale a tornanti e in breve sono al bivacco Ai Fop alle 9,20 (tot. ore 1,30): da qui ho girato un poco mentre le nuvole cominciavano a innalzarsi minacciando un probabile acquazzone. Noto un esile sentiero che prende verso una sella di quota 2300 circa (non segnalata sulle carte) e la raggiungo: da qui il panorama si estende sulle Orobie fino alle montagne comasche. La cresta da percorrere è marcata da un esile sentiero,questa va ad incrociare quella che sale da Baric (il sentiero più conosciuto) per poi giungere in vetta che ho evitato di percorrere dato il peggiorare della meteo e considerando che in questo periodo di escursionisti e alpinisti ne sono già morti a sufficienza,ho evitato di allungarne la lista. Io la vedo così,poi ogni uno presumo che sappia ciò che fa,consapevole che in montagna NESSUNO è esente dal farsi male (stando all'evidenza dei fatti,come sempre). Il bivacco è ben attrezzato,la legna al momento non manca,è la canna fumaria della stufa che andrebbe sistemata bene,alcune padelle e piatti,qualcosina da mangiare,stufa a gas e 6 posti letto,mentre l'acqua bisogna provvedere a prenderla alla fontana sottostante.....certo è che non ho mai visto cosi tante cacchine di topo come in questo bivacco....ma fanno parte della fauna alpina!


 

Ciao a tutti e alla prossima!


Hike partners: Alberto


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»