COVID-19: Current situation

Mottone m.2371 - rifugio Alpe di Lago m.2122 - capanna Cava m.2066


Published by Alberto , 17 July 2013, 11h13.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:14 July 2013
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Torrone Alto   CH-TI 
Time: 3:00
Height gain: 716 m 2348 ft.
Route:quota 1775 - Alpe Cava m.2005 - Mottone m.2371 - Forcarella di Lago m.2256 - rifugio Alpe di Lago m.2122 - Forcarella di Lago m.2256 - capanna Cava m.2066
Access to start point:Milano - Chiasso - seguire autostrada direzione Gottardo - uscita Biasca - seguire per Lucomagno - a Malvaglia prendere la strada parallela che traversa il paese - seguire le indicazioni per val Malvaglia poi al tornante che curva a sinistra seguire per Val Pontirone: da S. Anna (sbarra che vieta l'accesso invernale) sono ben 9 km. fino al ponte di Sceng + altri 5,3 km. fino al parcheggio di quota 1775. Dopo il ponte è vietato il traffico da lunedì a venerdì causa lavori per il ripristino e la messa in sicurezza della strada causa frana e sono circa 3 km. di strada sterrata,(al momento) poco dopo il tratto franato,riprende il nuovo asfalto fino all'alpeggio di Cava
Accommodation:capanna Cava (attualmente gestita) - rifugio Alpe di Lago (sempre aperto)
Maps: n° 266 valle Leventina/Lavizzara/Blenio

Provo ad invitare mio cugino Lorenzo che da tempo non fa escursioni con me e miracolo vuole,accetta: per quanto riguarda l'ora di ritrovo devo prima sentire Mauro e gli propongo un orario elastico (7,15 a Saronno) ma quando lo propone a Mimmo....troppo presto,quindi vista la difficoltà nel partire "presto" avviso che nell'eventualità che farò partenze tra le 8 e le 9 li avviserò e nel frattempo gli auguro una bella escursione al rifugio Grassi che sarà la meta perenne annuale. Personalmente di morire schiattando al sole per gli amici,proprio non ne ho intenzione: io che sono un turnista cosa dovrei fare?

La montagna si può viverla a proprio piacimento,io propongo (come del resto molti altri) e sta a noi scegliere se ci sta bene la proposta escursionistica,ma per gli orari è una cosa diversa: sfruttare le prime ore di luce e la frescura,oltre al fatto che la meteo solitamente è più favorevole alla mattina,mentre con il ciclo diurno....può peggiorare!

Durante la notte si scatena un temporale....strano,le previsioni non davano temporali in pianura (come ben si sà....o si dovrebbe sapere,la meteo è e resta una sorpresa costante) e la preoccupazione per la successiva giornata non è da poco: bisogna che trovo un tracciato che non crei problemi.

Quindi alle 6,00 mi trovo con Lorenzo e ci dirigiamo in Svizzera: avevo in mente alcune proposte,ma conoscendolo (anch'egli è un pochetto da rottamare) e per non avere sorprese ci dirigiamo in val Pontirone per salire alla capanna Cava che ho fatto solo in versione invernale (strano ma vero).

Giunti al bivio per la val Pontirone un cartello avvisa che dal ponte Sceng non si può proseguire ma solo da lunedì a venerdì causa lavori sulla strada per una frana caduta per via delle piogge abbondanti che tra marzo e giugno hanno devastato la valle. Giunti al ponte dove vi è un grande parcheggio si decide di proseguire sulla strada sterrata dove si perviene alla zona dei lavori,passatala poco dopo la strada diventa asfaltata fino all'Alpe di Cava,ma noi decidiamo di parcheggiare prima a quota 1775.

Partiamo alle ore 8,30 e la temperatura non è affatto fresca nonostante la quota e la notte temporalesca,ma il cielo si vede che è pulito da foschia e nubi e pare che si prospetti una giornata migliore di sabato....e così è stato!

Giunti al bivio,seguiamo per il largo costone che conduce al Mottone m.2371 dove dinanzi a noi vi sono 3 escursionisti che conosciamo una volta saliti in cima. Faccio notare il lago e il rifugio che ho piacere di visitare e Lorenzo visto il dislivello e già la fatica a salire quassù,non è proprio dell'idea ma abbiamo tempo e la giornata merita. Così scendiamo con cautela alla Forcarella di Lago poi tramite un buon sentiero raggiungiamo il rifugio Alpe di Lago e l'idea di Lorenzo di mettere in ammollo i piedi gli svanisce in breve tempo visto che bisognava scendere ancora un pochino.

La struttura è ben attrezzata anche se preferisco una stufa al camino e vi è pure l'acqua all'interno. sotto vi è il posto per mettere la legna e il bagno. Il panorama è eccellente anche da questo rifugio e un locale salito quassù a cui offro il liquore alla liquirizia,ci ha riferito che il tramonto è veramente notevole: leggendo il registro,tra la fine di ottobre a maggio è molto difficile che quassù vi venga qualcuno.

Dopo aver pranzato riprendiamo la salita che stranamente è stata più veloce della discesa e scendiamo prima alla capanna Cava e poi all'alpe di Cava dove ci siamo messi d'accordo per un eventuale spaghettata (senza impegno visto il nostro andare lento) e che avrei offerto il liquore alla liquirizia....apprezzato come sempre. Qui conosciamo la giovane casara italiana che ci sorprende quando dice che lavora 3 mesi e gli altri 9 gira il mondo,ed è 10 anni che fa questo lavoro,però! Ci intratteniamo con coloro che abbiamo conosciuto su al Mottone e ancora veniamo sorpresi dai racconti di questa coppia non più giovane,che amano fare i "viaggiatori" e non i turisti,vale a dire: viaggiare nei paesi da visitare con i mezzi che usano i locali,mangiare e bere ciò che è del posto escludendo ciò che non rientra nel contesto.

Un modo "giusto" per capire al meglio il vivere e la cultura di altri popoli.

Anche oggi la giornata è stata di gran lunga favorevole,la meta scelta è andata più che bene e la soddisfazione di scoprire e venire a conoscenza di cose che mai ci si aspetterebbero,hanno reso ancor più sostanziosa questa escursione. Lorenzo nonostante il soffrire a causa dei legamenti sfilacciati è riuscito a sopportare la "modica" escursione che il cugino Bradipo delle Alpi gli ha proposto.


 

Ciao a tutti e alla prossima!


Hike partners: Alberto


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

gonzo says:
Sent 18 July 2013, 08h09
questo giro te lo copio!

Alberto says: RE:
Sent 18 July 2013, 11h19
Ciao Andrea: senza notevoli dislivelli (volendo con l'auto si può arrivare nei pressi dell'Alpe Cava) puoi giungere in un luogo meraviglioso,non solo,puoi eventualmente visitare i laghetti di Cava ovviamente portandoti appresso la moglie,vista la facilità....mi sembra giusto,ciao!


Post a comment»