Gran Paradiso (4061)


Published by rochi , 14 July 2013, 22h47.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:14 July 2013
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2 days
Height gain: 2100 m 6888 ft.
Height loss: 2100 m 6888 ft.
Access to start point:Arrivando dalla A5 Torino Morgex, uscire ad Aosta Ovest e seguire le indicazioni per Saint - Pierre, quindi SS26 e dopo Villeneuve deviazione su SR 23 per Valsavaranche da seguire sino a Pont. Dopo il villaggi, sullasinistra ampissimo parcheggio gratuito.
Accommodation:Rifugio Vittorio Emanuele, Rifugio Chabod

Bella gita sociale organizzata con dedizione dal CAI Gallarate.
Siamo in 26 e arriveremo tutti in vetta.
Il Gran Paradiso, sul versante della Valsavaranche, si può tentare dal Rifugio Chabod oppure dal Rifugio Vittorio Emanuele. Questa seconda, la nostra scelta.
L'ascesa si può fare in giornata, ma è preferibile spezzarla in due giorni come abbiamo fatto noi.
Il primo giorno si lascia l'auto nell'ampio parcheggio subito dopo l'agglomerato di Pont Valsavaranche, si attraversa il torrente e ci si dirige verso Sud (segnavia), camminando su ampia sterrata che ha sostituito nell'uso la strada reale di caccia che sale parallela a poche decine di metri di distanza.
Si cammina pressochè in piano fino ad arrivare a un Rifugio Ristorante e si comincia dunque a salire con ampi tornanti una bella macchia di larici a cui sottostanno abbondanti cespugli di rododendri.
A quota 2150 circa si passa ai piedi di una suggestiva cascata e si lasciano gli ultimi larici. Da questo punto in avanti il sentiero lascia l'ombra del bosco per inoltrarsi tra la prateria alpina.
La vecchia mulattiera sale regolarmente lungo i ripidi fianchi della valle, poi il pendio si addolcisce, si esce dal solco vallivo e dai 2300 m comincia ad essere visibile la cima trapezoidale del Ciarforon che, mano a mano che ci si avvicina, diviene sempre più imponente. Dopo molti tornanti, tutti sotto il sole, la strada reale di caccia assume un andamento rettilineo e in breve giunge al rifugio.
Il secondo giorno, dopo una notte tutto sommato agevole in rifugio, la sveglia nel cuore della notte è d'obbligo.
Per noi è stata alle 2.00 con conseguente partenza alle 3.00 (difficile coordinare 26 esigenze fisiopsicologiche appena svegliate in modo innaturale).
Alla luce delle frontali si prende la direzione indicata dal segnavia presso il rifugio e si attraversano una zona scomoda disseminata di grossi massi, quindi un nevaio pianeggiante che adduce alla morena del ghiacciaio del Gran Paradiso che va risalita sul lato sinistro meno ripido seguendo i numerosi ometti che al buio potrebbero risultare fuorvianti.
Si giunge così al catino innevato che si risale su traccia evidente fino alla quota di 3000 m.
A questo punto occorre ramponarsi e legarsi per risalire il ripido pendio ghiacciato che, con pendenze ora significative, ora più abbordabili giunge alla schiena d'asino. Si supera quindi la parte superiore del ghiacciaio che potrebbe essere crepacciata (non oggi), costeggiando immense seraccate. 
Si compie infine un ampio semicerchio e si giunge alla sella. Da lì, per rocce esposte sulla cresta (passaggi di II), si giunge alla Madonnina di Vetta che, purtroppo, non abbiamo potuto toccare causa il superaffollamento che avrebbe reso pericolosissima la progressione sulla cengetta rocciosa esposta, pertanto vietataci dai responsabili CAI.
1° giorno - Dal parcheggio di Pont al Rifugio Vittorio Emanuele: 770 m di dislivello, 5 km circa, 1h50min;
2° giorno - Dal rifugio Vittorio Emanuele alla vetta del Gran Paradiso:1330 m di dislivello, 7 km circa, 5 h;
Pausa in vetta: 30 min
Dalla vetta del Gran Paradiso al parcheggio, passando per il rifugio Vittorio Emanuele:12 km circa, 6 h.

Una alpinistica semplice ma di prim'ordine in ambiente di impressionante bellezza e varietà, in particolare si ha la fortuna, come è capitato a noi, di trovare meteo ottimo.

Hike partners: rochi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3 PD II
17 Jun 17
Gran Paradiso · Giaco
F II WT1 F
T3+ F I
2 Oct 16
Herbst am Gran Paradiso · tilman
F
29 Jul 18
Gran Paradiso (4.061 m) · Amedeo
T3 PD- II

Comments (10)


Post a comment

Poncione says:
Sent 14 July 2013, 22h59
Ammazza Rochi, complimentoni.
Dopo la "Via Lumino" al Pizzo di Claro e il Sasso Gordona hai alzato il tiro ulteriormente, vedo... Settimanella impegnativa la tua, devo ammettere. Bravissimo.
Ciao

rochi says: RE:
Sent 14 July 2013, 23h14
Si, settimana di grazia, direi, speriamo di bissare.
Ciao, grazie.
Rocco.

zar says:
Sent 15 July 2013, 07h52
conosco bene quella bellezza lì...eravamo lassù pochi giorni prima di te!!! Bravissimo...
Ciao
Luca

rochi says: RE:
Sent 15 July 2013, 15h49
Grazie Luca.
Ciao!

Pippo76 says:
Sent 15 July 2013, 14h05
Complimenti a tutto il gruppo. 26 e tutti in vetta! Bravi!

Giancarlo

rochi says: RE:
Sent 15 July 2013, 15h50
Grazie Giancarlo,
in effetti è abbastanza eccezionale l'en plein, trattandosi di gita sociale. Occorre fare un plauso speciale agli organizzatori e ai capo cordata.
Ciao.
Rocco.

gbal says:
Sent 15 July 2013, 17h20
Complimenti Rocco. Non ti sei fatto mancare niente questa settimana. Hai anche condotto una vittoriosa trattativa sindacale con la Metà conquistando prima quella e dopo il Gran Paradiso.
Molto belle anche le foto.
Ciao

rochi says: RE:
Sent 15 July 2013, 21h04
Noi che abbiamo questo vizio della montagna (endorfine derivanti comprese), abbiamo l'abitudine alle concertazioni sindacali "home made", soprattutto quando in una settimana, stiamo fuori quattro giorni.
Grazie per i complimenti, sempre graditi.
Ciao.
Rocco.

gebre says: 4000
Sent 15 July 2013, 22h27
complimenti Rocco!
Ciao
Alberto

rochi says: RE:4000
Sent 15 July 2013, 22h33
Grazie Alberto.
Buone montagne.
Ciao.
R.


Post a comment»