COVID-19: Current situation

CORSICA, la montagna nel mare


Published by lumi , 13 May 2012, 17h23. Text and phots by the participants

Region: World » France » Corsica
Date of the hike:29 April 2012
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: F 
Time: 4 days
Accommodation:Porto - Hotel Residence Cala di Sole / Macinaggio - Hotel Marina d'Oro

Corsica, isola di mare, isola di montagna…. isola di emozioni
 

Capo Rosso (Capu Rossu)
Porto, un piccolo villaggio, un ottimo punto di partenza per le escursioni tra i sentieri delle Calanche, il golfo di Girolata e la Riserva naturale di Scandola.
 
Siamo in una delle zone costiere più selvagge di tutta la Corsica, là dove le montagne e il mare si confondono in un abbraccio sublime.. le rocce modellate in forme bizzarre, i colori intensi, i profumi  della macchia mediterranea.
 
Ci trasferiamo in macchina da Porto a circa 6 km da Piana, sulla strada che porta alla Plage d’Arone, dove inizia il sentiero per Capo Rosso.
Lungo la parte meridionale del Golfo di Porto regnano sovrane Les Calanche, le erosioni spettacolari di Piana sui toni del rosso-bruno. Non possiamo fare altro che fermarci, immortalare l’unicità del posto e chiederci…su che pianeta siamo?..
 
Prendiamo il sentiero per Capu Rossu, che domina il mare da un’altezza di 300 metri, e decidiamo di fare un ‘’fuori pista’’ prendendo la variante diretta molto più divertente … ‘’Arrampicare’’ sulle rocce rosse scolpite dagli artisti “vento e acqua” in un capolavoro del posto. Nonostante l’imprevisto, la roccia ci da la sua benedizione finché si sente nell’aria la voglia di goderci ogni momento  del viaggio.
 
Arrivati al promontorio di Capo Rosso, coronato dalla Torre de Turghiu, ammiriamo lo splendido panorama sul Golfo di Porto e dintorni, la prospettiva spettacolare delle scogliere rosse a picco su un mare color cobalto.
 
Hmmm…è solo l’inizio…e già l’anima è piena della meravigliosa potente natura…
 
Girolata (Golfo di Girolata)
La giornata inizia maluccia, sono le 11 e ancora piove.  Guardo dalla finestra della camera è non sopporto più stare dentro, fisso le montagne davanti a me,  mi chiamano….sento la musica del mare e vorrei ascoltarla…
Faccio un tentativo….hei, qualcuno fa una camminata sotto la pioggia? Un volontario c’è, Paolo…ci incamminiamo verso il piccolo porto di Porto, dove abbiamo l’intenzione di salire sulla torre di guardia pisana a pinta quadrata (parte del Patrimonio UNESCO)…diluvia.. Abbi pazienza Lumi:)
 
Sono le 14.... sono baciata della fortuna, o almeno io cosi la sento.. ha smesso, non c’è piu tempo per fare l’escursione in programma a Capo d’Orto (dislivello 1294 m / 6 h di percorrenza).
 
Studiamo la cartina per un‘alternativa e decidiamo di andare a Girolata, un piccolo villaggio di pescatori, ubicato tra la penisola di Scandola e Capo Senino…un luogo quasi totalmente isolato dagli insediamenti umani.
Nessuna strada conduce alla minuscola località, è raggiungibile solo attraverso un lungo sentiero escursionistico oppure via mare.
 
Ci trasferiamo in macchina da Porto verso Calvi e dopo circa 22 km raggiungiamo il Col de la Croix, dove inizia il sentiero ben segnalato di 7 km.
Cominciamo la discesa e dopo circa 45 min. siamo sulla piccola spiaggia di Tuara…
Ci fermiamo… il mare attrae… la sua potenza, la sua immensità, il suo respiro ed il suo profumo.. potrei rimanere a guardarlo per ore, e ancora……ipnotizzata…in un abbandono totale....
 
Mi sveglia qualche rumore…. In vicinanza, nei boschi….il cinghiale, la variante selvatica del maiale domestico scorazza liberamente … la natura, l’animale, l’essere umano vivono assieme in una libertà totale…(utopie???)
 
Dopo un'altra ora raggiungiamo il piccolo porto di Girolata…un sogno ad occhi aperti…
Gli occhi….Lo sguardo viene catturato dal rosso vivo delle rocce circostanti, dal breve tratto di spiaggia ciottolosa e dalle belle case dominate dalla torre genovese, una sorta di piccolo castello a precipizio su di una scogliera che domina la baia.
È un miracolo per il piccolo villaggio di Girolata di vivere in una dimensione totale di isolamento, lontano dal mondo e dal rumore, accompagnato solo dal respiro del vento e dal battere ritmico delle onde del mare… Mi sento anche io parte del miracolo…in uno dei luoghi più idilliaci della Corsica…
 
Il sogno….Silenzio assoluto….sulla spiaggia una donna con un libro in mano, sta seduta su una sedia vicino al mare… contempla la sua anima nell’onda che rotola e il suo spirito è un abisso altrettanto dolce – amaro, il mare è il suo specchio ..l’ espressione di profondità misteriosa ed insondabile, sente il momento di rinnovamento energetico,  la rinascita spirituale… il mare immenso e trasparente è dentro di se,  nel sangue,  dandole quella sensazione stupenda di fresco e serenità….raggiunge la meta desiderata della sua anima…la pace interiore.
 
Apro gli occhi, mi volto intorno incantata…è tardi, con malincuore dobbiamo lasciare la graziosa Girolata…
 
Sentier des Douaniers
Il Sentiero dei Doganieri, un percorso panoramico tra cielo, terra, montagne e mare, lungo la punta di Cap Corse, attraversa molte spiagge sabbiose e la Riserva Naturale delle Isole di Finocchiarola.
Il percorso è facile, i dislivelli sono contenuti e la presenza umana è sottolineata delle torri di guardia medievali che ricordano il domino genovese.
 
1° tappa: da Macinaggio a Barcaggio
Oggi, ragruppati, sotto un uniforme cielo azzurro, iniziamo in tarda mattinata la prima tappa dal porto di Maccinaggio.
 
Il sentiero percorre zone incontaminate della costa orientale di Cap Corse, si alza dolcemente in quota, sempre in vista del mare, attorno al promotorio di Punta a Coscia per scendere verso il mare alla spiaggia di Tamarone. Si rialza leggermente sul promontorio di Monte a Guardia per ridiscendere alla spiaggia di S. Maria poi si alza di nuovo sulle rocce di una scogliera lungo la Baia di Capandula in vista della Torre d’Agnellu, il punto piu alto della tappa, per scendere ripido sino alla torre e chiudersi tra piccole calette e la macchia mediteranea sino al piccolo porto di Barcaggio.
 
Assapori l’aria pura e la ricca vegetazione .. i colori che cambiano rapidamente…dal verde crudo dei lecci e delle querce..al bianco - rosa del cisto, erica maculata...ti senti invaso del profumo dalle piante di lavanda e dai ginepri, dal rosmarino ed dall’erica.
 
Ammiri le meraviglie fatte di scogli ricchi di fascino e armonia, una  profondità contornata con le finezze del mare, del vento e forse un tocco sottile divino..il mare immenso blu-celestre cristalino...tutto intorno diventa la destinazione favolosa che ti accarezza la vita rendendola felice e pulita...
 
2° tappa: da Barcaggio a Port de Centuri

6 ore di cammino...non vogliamo sprecare il fascino di questo sentiero con una marcia affrettata, e poi il tuffo in mare, stare sdraiati sulla spiaggia e prendere il sole...
E’ l’ultima giornata del viaggio.....nonostante pienamente appagati, c’è la voglia di godere ogni particella di questa terra.
 
Ci trasferiamo da Macinaggio a Barcaggio in macchina e riprendiamo il sentiero che prosegue sulla falesia di scisti chiari, in vista dell’isola della Giraglia ....Con un percorso pianeggiante si arriva alla spiaggia di Tollare, l’unica presenza umana, un miniscolo vilaggio addossato a una torre e a una chiesetta.
 
I panorami su Capo Grosso, dove troneggia una moderna torre di osservazione e su Capo Bianco, si aprono inaspettati e sorpredenti dietro ogni promotorio, le rocce precipitano in mare, il mare è calmo, il piacere emozionale diventa forte e questa essenza la assaporiamo in tutta la sua intensità nello stesso momento in cui si genera...
 
Proseguiamo sulla costa occidentale di Cap Corse e senza accorgerci fra scogliere e ruderi di insediamenti abbandonati, attraverso gradoni erosi di roccia, raggiungiamo il porticciolo di Marina di Centuri....fine della nostra aventura.
 
Il meccanismo della felicita naturale, semplice ....le emozioni..qualcosa d’intenso e limitato nel tempo.... in quel preciso istante il cuore aumenta i suoi battiti, ci viene da accarezzare con gli occhi il paradiso “Corsica”.....da ridere o da gridare, da offrire e condividere....

....E noi abbiamo vissuto intensamente questo viaggio in tutte le sue forme e dimensioni....
 
....Se potessimo trasferire parte delle meraviglie nella “normalità” sarebbe........
....Almeno i pensieri sono ancora forti e presenti...
 
 
In sintesi:
 
1° giorno: domenica 29 aprile
ore 17:00. Partenza in auto per Savona-Vado Ligure
ore 21:00. Imbarco per Bastia, arrivo lunedì 30 aprile alle ore 7:30
 
2° giorno lunedì 30 aprile
Trasferimento in auto da Bastia a Porto
Pernottamento: Hotel Residence Cala di Sole, dove faremo base per due giorni
 
Escursione a Capo Rosso dislivello 450 m – difficoltà E – tempo di percorrenza 4 h 15’
 
3° giorno martedì 1 maggio
ore 09.00 piove
ore 11.00 ancora piove (un giro nel golfo di Porto sotto la pioggia)
ore 14.00 ha smesso, si decide un giro alternativo
 
Escursione a  Girolata (Golfo di Girolata) dislivello 650 m  – difficoltà E – tempo di percorrenza 3 h 30’
 
4° giorno mercoledì 2 maggio
Trasferimento in auto da Porto a Macinaggio
Pernottamento: Hotel Marina d’Oro, dove faremo base per due giorni
 
Escursione: Sentier des Douaniers  – 1° tappa: da Macinaggio a Barcaggio - dislivello 330 m – diff. E – tempo di percorrenza 4h 15’
 
5° giorno giovedì 3 maggio
Trasferimento in auto da Macinaggio a Barcaggio
 
Escursione: Sentier des Douaniers  – 2° tappa: da Barcaggio a Port de Centuri - dislivello 470 m – diff. E – tempo di percorrenza 4h 45’
 
6° giorno venerdì 4 maggio
ore 10.00 :Trasferimento in auto da Macinaggio a Bastia
ore 12.00: Imbarco per Savona, arrivo 17.30
 
P.S.
Questo viaggio è stato organizzato del nostro Grandemago, sarebbe stato il Capogita. Con malincuore l’abbiamo dovuto lasciare a casa. Un malessere inaspettato è stato più forte della sua voglia (e la nostra) di vivere insieme la Corsica. I miracoli non avvengono su richiesta….i miracoli compaiono all’improvvisto….
Grazie infinite, Aldo!
I nostri pensieri ti hanno abbracciato!
 
Avremo dovuto esserci in 11…siamo stati 10 anime… Ernestina, Gabriella, Gilda, Marica, Lumi, Lorenzo, Luigino, Maurizio, Marco, Paolo.
 
 
 

Hike partners: lumi, loco55


Gallery


Open in a new window · Open in this window

T1 F
22 Jun 08
Capu Rosso 331m · korsika
T3 II
T1
11 Jul 18
Capu Rossu 331 m · zaufen
T4+ I
T4+ II

Comments (2)


Post a comment

heliS says: Fantastica Corsica!
Sent 13 May 2012, 19h07
Già avevo voglia di mare ... con queste foto mi avete fatto venire solo tanta nostalgia! ... e anche tanta invidia :)
Splendida vacanza di primavera, direi!
Un pensiero per Aldo, che ha dovuto rinunciare ... ma visto che è già tornato in pista mi par di capire che stia meglio: auguri!
S.

lumi says: RE:Fantastica Corsica!
Sent 13 May 2012, 22h01
Ciao Silvia, un posto stupendo per essere spensierata e tornare....serena:)
accetto la tua invidia:)
Un caro saluto,
Lumi


Post a comment»