Piz d'Agnel, anticima S (3001 m)


Published by Sky , 12 January 2012, 21h36.

Region: World » Switzerland » Grisons » Oberhalbstein
Date of the hike: 3 January 2012
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 

Giorno 3

Dopo l’esperienza positiva di ieri, oggi ci riprovo di nuovo ad uscire, con le racchette, in un gruppo di scialpinisti. Siamo sempre noi 7, 4 con gli sci, 2 con lo snow ed io con le rachette. Oggi giornata super.. annuvolamenti previsti per il pomeriggio, ma per quell’ora speriamo di essere già giù.. Il pericolo valanghe è sempre marcato 3, cerchiamo un’altra meta che si possa fare senza problemi. Vinz propone il Piz Campagnung ed, eventualmente, il P3001 poco più a N. Dipende se c’è neve oppure no sull’ultimo tratto.. noi comunque andiamo !

Partenza da La Veduta con -9°. Un anno fa c’era -16°.. Un paio di gruppi ci sono davanti.. li lasciamo andare.. grazie perché ci battono la pista ! La Val d’Agnel è lunga e noiosa.. Il panorama attorno a noi però è stupendo.. un bianco immacolato, segnato solo dalle tracce nostre e di chi ci ha preceduto e da qualche valanga spontanea. Inizia il tratto più ripido, dove chi ha tracciato ha fatto delle lunghe esse.. arriviamo così alla bocchetta 2783. Lì dobbiamo decidere se andare al Piz Campagnung (2826 m), a un tiro di schioppo, o proseguire per il P3001, un po’ più lontano e con il rischio di rovinare tavola e sci. Neanche a dirlo la scelta è caduta.. sul secondo ! Senza grossi problemi (se non per Vinz, che oggi stava testando i suoi minisci, che si sono rivelati un vero calvario..) tutti quanti arriviamo in vetta ! Baci e abbracci. Il panorama è ancora più maestoso, con il Piz d’Agnel davanti a noi e, tutto attorno, una schiera di grandi montagne, tra cui il Bernina con il Biancograt, il Badile, lo Julier, il Piz Platta e il Piz Forbesch.. Foto di gruppo, il primo 3000 con lo snow per Rick, due chiacchiere con due scialpinisti italiani, che pensavano di essere arrivati al Piz Campagnun, sgranocchiato qualcosa e poi giù ! Io prendo anche stavolta un paio di minuti di vantaggio.. Mi lancio in discesa con le mie racchette.. seguo i due italiani partiti insieme a me.. prendo la linea di massima pendenza, cercando zone non “rovinate” dalle serpentine degli scialpinisti.. All’inizio del tratto più “pianeggiante” mi raggiunge Alessandro.. io comunque proseguo e lo lascio indietro.. La discesa lungo la Val d’Agnel, fatta a passo ben sostenuto, è ancora un po’ noiosa.. ma lo sarà anche per gli scialpinisti, che dovranno studiare bene la traccia, per non rischiare di rimanere “invischiati” nel lungo pianoro finale.. Ogni tanto mi guardo indietro.. niente.. Alla fine arrivo alla macchina, insieme agli italiani, meravigliati che con le racchette fossi andato come loro.. Uno di loro mi dice che i miei amici con lo snow probabilmente avranno avuto dei problemi con il ghiaccio sotto la tavola.. Dopo una decina di minuti arrivano i miei amici con gli sci, dopo altri 5 anche i due snowboarder, ed in effetti uno di loro, Vinz, aveva avuto proprio quel problema !

Una giornata stupenda, un posto e dei panorami meravigliosi, una neve bellissima.. e ancora una volta la soddisfazione di essere sceso più veloce degli scialpinisti !


Hike partners: Sky


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

Alberto says:
Sent 14 January 2012, 14h14
Giornata stupenda e stupende foto,complimenti a tutti. Suggerisco una meta da favola sempre in zona: Piz Surgonda: pericoli valanghe oserei dire nulli rispetto alla più pericolosa val D'Agnel,ciao!

Sent 14 January 2012, 20h15
Grandi tutti, bravo Sky, .
le immagini poi che hai regalato meravigliose
ciao


Post a comment»