Pass e Piz Lunghin mt 2781


Published by turistalpi Pro , 7 July 2011, 20h09.

Region: World » Switzerland » Grisons » Oberengadin
Date of the hike: 5 July 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR 
Time: 2:45
Height gain: 1000 m 3280 ft.
Height loss: 1000 m 3280 ft.
Route:Maloja Cadlagh-lago Lunghin-Piz Lunghin-Pass Lunghin-lago Lunghin-Plaun Grand- Blaunca-Maloja Cadlagh
Access to start point:Dal passo del Maloja seguire verso Sils fino al termine del paese Maloja ed inizio del lago.Parcheggio limitato gratuito sulla sinistra della strada

Con tutta la famiglia e con meteo abbastanza buona decido di andare al Piz Lunghin e poi fare il traverso al Plaun Grand e Blaunca.Lasciamo l'auto al parcheggio classico per il Lunghin a Cadlagh.Giornata serena e temperatura ottima. Il sentiero ci è ormai notissimo e salendo ci godiamo il panorama engadinese con i suoi laghi bellissimi. Incontriamo alcune persone tutte di lingua tedesca. Giunti al lago c'è un venticello abbastanza fresco ma niente più. Prendiamo il sentiero alto sul lago Lunghin e poi al bivio seguiamo la larga traccia per il pizzo.Alcune persone ci sono davanti. La salita su sentiero sassoso e sabbioso è tranquilla ed arrivati in cresta ci sporgiamo a vedere il tremendo precipizio su Casaccia: 1300 metri di dislivello!.Più avanti con cautela seguiamo il breve traverso a destra per poi traversare a sinistra sotto un roccione di maiolica.Qui ci sono i 2-3 metri da percorrere con molta cautela dovendo salire su ripido e rocce scistose di maiolica con sabbietta.( E' un tipo di terreno che anche se brevissimo non mi piace specie per la discesa). E così dopo pochi metri arriviamo in vetta occupata dal gruppo di lingua tedesca guidati da un'anziana guida. Ancora una volta Pinuccia mi ha preceduto anche se stavolta di pochi metri! Sulle visioni del Piz Lunghin non ci sono parole: si vede tutto dell'Engadina e della val Bregaglia!Bellissimo. C'è vento ed il posto non è molto e quindi preferiamo anche se a malincuore ( anni fa la meteo e la solitudine ci permisero di mangiare in vetta!) scendere e fermarci dove c'è un piccolo laghetto a mangiare. E così abbiamo fatto. Pranzo e relax in quasi solitudine (una sola signora a 100 metri e poi un altro ragazzo che saliva in cima dalla cresta che è il percorso normale provenendo dal pass Lunghin). Attraversando campi di neve ed in saliscendo giungiamo al passo ed anche qui il sito è veramente magnifico. Come penso che ormai tutti sanno è anche da qui che una goccia d'acqua può andare in tre mari diversi a secondo in quale versante cade. Tanti anni fa avevamo visto ancora appena sotto il passo resti in legno di un piccolo rifugio. Oltretutto è da qui che nasce l'Inn.Dopo altre foto (scusatemi ancora per il loro numero ma per noi è un ricordo e documento) discendiamo per il sentiero segnalato sulla sinistra della valle sino al lago ed al bivio per Plaun Grand. Questo sentiero che attraversa tutto il versante roccioso e pietroso del Grevasalvas ha un nome: mi sembra (ma non sono sicuro) che si chiami Anton Wilhelm Weg. Il sentiero attraversa diverse pietraie ed in alcuni punti è leggermente esposto e chiede di camminare di costa essendo su terreno obliquo. In un certo punto quando si passa sopra un saltino esposto Billie e Pinuccia avanti passano a circa 20 cm da una fresca e tranquilla vipera aspide (inconfondibile) ed io mi accorgo perchè passando più vicino sono obbligato a vederla altrimenti l'avrei pestata con non so quale reazione. Al mio passaggio la vipera direi elegantemente e piuttosto infastidita  ma in modo tranquillo va verso dell'erba a destra del sentiero. Dai che riesco a fotografarla! Macchè: il tempo di levare la fotocamera e lei è già nell'erba. Ma la vedo e quindi con il bastoncino cerco di toglierla dall'erba al solo scopo di fotografarla. Niente da fare : mi scivola dal bastoncino e scompare in un buco nell'erba che non avevo visto. Questo fatto mi comprova che le vipere sono serpenti tranquilli e direi anche paurosi o timidi ovviamente se inavvertitamente non  si viene in contatto.Finito il traverso scendiamo per sentiero tranquillo al Plaun Grand e poi deviamo a destra (non segnalato) sino a Blaunca passando sotto ad una bella baita (sito panoramico e romantico sotto le pareti del piz Lagrev) che fu del pittore Salis.Blaunca è un simpatico villaggetto  sopra il lago di Sils un poco più alto di Grevasalvas. Da qui sempre panoramicamente ritorniamo a Cadlagh.Anche questa escursione ormai classica rimane nel nostro cuore e nei ricordi di famiglia.

Hike partners: turistalpi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3
18 Jul 04
Piz Lunghin mit Heididorf · detlefpalm
T3
18 Aug 13
Piz Lunghin · Max
T4- I
T4
24 Aug 11
Piz Lunghin 2780 m · chamuotsch
T3

Post a comment»