Monte Bolettone e Boletto con giro ad anello dall' Alpe del Vicerè


Published by giorgio59m (Girovagando) , 11 April 2011, 11h17.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:10 April 2011
Hiking grading: T1 - Valley hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:45
Height gain: 600 m 1968 ft.
Route:Parcheggio Alpe del Vicerè Q905 – Torre del Broncino Q1077 – Bolettone Q1317 – Bocchetta di Molina Q1116 – Boletto Q1270 - Bocchetta di Molina Q1116 – Baita Patrizi Q910 - Alpe del Vicerè Q905
Maps:Kompass 91

Quattro passi, diventati cinque, sopra casa …

Oggi breve uscita senza il solito gruppo di Girovagando, devo tornare per pranzo, ma ho anche la grande voglia di scaricare le tensioni settimanali, e di fare un giro con gli scarponi nuovi, prima di affrontare qualcosa di più impegnativo.

C’e’ un’ altra curiosità che mi spinge a salire un po’ in alto, controllare la situazione neve sui tanti 2000 che si posso ammirare dal triangolo lariano.

Siamo in due, mi accompagna Matteo, alle 7:30 al parcheggio dell’ Alpe del Vicerè, o Salute, sopra Albavilla. A quest’ora è ancora tutto tranquillo, anche se i pochi parcheggi liberi sono già occupati, parcheggiamo nell’ area custodita, pedaggio festivo 5 euro.

Se volete evitare l’ esborso, di domenica salite non oltre le 6:30.

Uno zainetto leggero, solo per l’ acqua e qualche frutto, e alle 7:40 partiamo. E’ un percorso che ho fatto molte volte, non c’e’ pericolo di sbagliare ci sono le indicazioni, si segue lo sterrato che sale al rifugio Bolettone, purtroppo chiuso da tempo.

Si parte dai 905mt del parcheggio ai 1317mt della croce di vetta del Bolettone, vorrei dire tutto di un fiato, ma … qualche sosta mi è necessaria, 400mt e 2.1Km,  52minuti.

Fino ai 1020mt siamo all’ ombra,e in questa strana estate d’ aprile, fa piacere non essere in pieno sole, poi tutto allo scoperto.

Fortunatamente in vetta tira un po’ di aria fresca, è l’aria del lago, sono le 8:32.

Alla grande croce, indico a Matteo le tante vette che conosco, e che ho avuto il piacere di visitare, per quelle più lontane ci aiutiamo con il pannello illustrativo che parte da Campo dei Fiori, il Rosa, via via fino al Resegone.

E’ passata solo un’ora, tempo ne abbiamo ancora tanto, l’ idea iniziale era di tornare dalla capanna Mara, propongo a Matteo di puntare verso il Boletto (la cima verso Brunate), e arrivati alla bocchetta di Molina decidere se tornare o salire anche la seconda vetta.

Scendiamo il lungo crinale ovest bel Bolettone, a filo cresta, fino alla Bocchetta di Molina a 1116mt, che raggiungiamo alle 9:00, e da qui senza fermaci risaliamo verso la prossima meta.

Alle 9:28 siamo alla palina che indica la piatta cima del Bolettone, a 1236mt, anche se più anonima del Boletto (che come detto ha una grande croce), è molto panoramica, verso Como e una lunga parte del ramo del lago di Como.

Da vetta a vetta 3,2Km e 55min. La sosta è dovuta e meritata, il panorama è davvero spettacolare, l’ aria è piuttosto fresca, quasi da giacchetta ….

Qualche foto, molte a cercare le vette della Val Cavargna, per controllare la situazione neve, è molto diverso dallo scorso anno, il bianco rivestimento sta cedendo alle temperature estive.

Dopo 10min di silenziosa contemplazione, lasciamo anche il Boletto, per scendere di nuovo alla Bochetta di Molina, e da qui, per non percorrere esattamente lo stesso tragitto, scendiamo verso la Baita Patrizi, ritornando nel bosco e quindi all’ombra.

Incontriamo molte persone sia sulle creste, in vetta , che nei sentieri attorno alle capanne con ristoro, qui tante famiglie per bambini. E’ un gran vociare, la pace silenziosa della montagna si perde, ma … è domenica, è giusto che una fetta di montagna la si divida con tutti.

Giunti alla baita, che si trova in una bella pineta, attenzione a non prendere il sentiero in discesa che porta ad Albavilla, ma seguire le indicazioni per l’ Alpe del Vicerè.

Alle 11:20 siamo al parcheggio, se questa mattina si contavano forse 10 vetture, ora è strapieno, con auto che girano per cercare uno spazio per infilarsi, gente ovunque, barbecue fumanti, canti e tamburi …

Lasciamo il parcheggio, fuggendo da rumori e fumi di costine, c’e’ una coda lunghissima che sale e che viene deviata ai parcheggi della Salute (poco prima dell’ Alpe del Vicerè) dalla polizia locale.

 

Prova scarponi ottima, un giretto che è diventata una passeggiata da quasi 12Km, il tutto in tre ore e 40 minuti, panorami sempre stupendi, il nostro lago ha un fascino tutto suo …

 

Curiosità  e toponimi nell’ escursione di Siso.

 

Riassuntino:

Giro ad anello: Parcheggio Alpe del Vicerè Q905 – Torre del Broncino Q1077 – Bolettone Q1317 – Bocchetta di Molina Q1116 – Boletto Q1270 -  Bocchetta di Molina Q1116 – Baita Patrizi Q910 - Alpe del Vicerè Q905

 

Dislivello: un gran saliscendi, oltre 600mt

Tempi:  3:40m per il giro completo, incluse le soste (poche a dire il vero)

 

Partecipanti: giorgio59m, Matteo


Hike partners: giorgio59m (Girovagando)


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

gbal says: Speedy Gonzales!
Sent 12 April 2011, 19h04
Siete stati velocissimi nel fare il vostro bel percorso. Penso che non crederò più quando modestamente parli del tuo poco fiato :):):) A parte gli scherzi hai descritto egregiamente il vs. giro e credo che prima o poi passerò anch'io da quelle parti. Peccato il "caos" finale/domenicale ma insomma (sob) la montagna è di tutti :(:(
Ti segnalo solo il link all'escursione di Siso che dà Page not found.
Ciao
Giulio

giorgio59m (Girovagando) says: RE:Speedy Gonzales!
Sent 13 April 2011, 10h18
Prima di tutto ho sistemato il link all' escursione di Siso, è un peccato perdere le sue sempre preziose e precise indicazioni sui toponimi.
Accolgo come sempre il tuo commento sul mio "presunto" fiato ... che oltre a farmi sorridere mi serve da motivazione a migliorare, il fiato resta quello che è, mi sono fermato quattro o cinque volte per un minutino salendo i soli 400mt del Boletto, poi le gambe vanno e se la pendenza non usa troppe energie posso proseguire per ... parecchio. :-)

Per il tuo giro ... so che tanto non ci andrai nè di sabato, nè di domenica quindi sei salvo dal caos festivo.

Forse un giorno di darò il "dispiacere" di aspettarmi mentre mi ossigeno .... di certo NON per un' escursione con i dislivelli che fai normalmente!


Post a comment»