Bocchetta di Trescolmen


Published by imerio , 9 December 2020, 16h42.

Region: World » Switzerland » Grisons » Misox
Date of the hike:11 June 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Time: 7:30
Height gain: 1200 m 3936 ft.
Access to start point:Uscire dall'autostrada allo svincolo di Roveredo e poi proseguire brevemente verso nord fino a trovare l'imbocco della Val Calanca. Risalire la valle fino al suo termine fino al paesino di Rossa, dove si parcheggia.

Ritorno in Svizzera per continuare la “metodica” esplorazione del Cantone dei Grigioni, questa volta rivolta verso la parte finale della Val Calanca, partendo da Rossa (ultimo villaggio della valle servito dall’autopostale), raggiunta alle 5.30.
Da Rossa (1.060 m) ho percorso la stradina che continua verso Nord per circa 3 km, fino ad arrivare al bel nucleo di Valbella (questa strada nella bella stagione è percorribile anche in auto, ma ho preferito percorrerla a piedi per aggiungere un po’ di dislivello e di distanza all’escursione); da questo nucleo sono poi disceso al  fiume Calancasca per risalire dal lato opposto ed infilarmi nella Val Largè.
Contrariamente al nome, questa valle è molto stretta e il sentiero, agevole fino all’alpeggio di Cascinot (1.614 m), diventa poi stretto e abbastanza impegnativo , in quanto supera anche ripidi valloni dove sono ben evidenti i “lasciti” delle slavine, oppure sono ancora presenti lingue di neve provenienti dalle vicinissime pareti rocciose che incombono sempre su buona parte dell’itinerario  percorso (nessuna traccia sui nevai attraversati dal sentiero, cosa che indica il mancato passaggio di persone da almeno 7-10 giorni).
Le temperature calde dei giorni scorsi hanno favorito lo scioglimento dei nevai, con conseguente aumento di portata dei corsi d’acqua che scendono un po’ ovunque confluendo nel Rià de Campalasc che scorre in fondo valle, cosa che mi ha costretto ad effettuare quattro guadi  fuori programma (due all’andata e due al ritorno).
Devo dire che ogni tanto ho provato un po’ di inquietudine, dettata dalla natura molto selvaggia dei luoghi e dalla solitudine che si percepisce nel percorrerli, sensazione che poi è scomparsa quando gli spazi si sono aperti un po’ prima di raggiungere l’Alp de Trescolmen.
Raggiunta l’Alpe, ho fatto una breve deviazione per visitare il Lago omonimo per poi puntare verso la mia meta, rappresentata dalla Bocchetta de Trescolmen, da dove ho potuto gettare lo sguardo verso la parte alta della Val Mesolcina, non lontano dal Passo di San Bernardino.
Lungo gran parte del percorso  ho visto numerose impronte di ungulati, che mi aspettavo di vedere in gran numero (anche perché il versante orografico destro della Val Largè, da ponte di Valbella alla Bocchetta di Trescolmen, fa parte della Bandita Federale del Trescolmen), invece ho visto solo un camoscio da lontano e una volpe di sfuggita di primo mattino.
Nel complesso una magnifica escursione, in una zona veramente particolare dove domina la natura e che comunque è anche percorsa da sentieri arditi che portano  verso altre mete, permettendo splendide e impegnative traversate.
Tornato alla stradina dopo Valbella, volevo proseguire ancora verso Nord (per vedere il sentiero che parte verso il Passo  Passetti e che poi raggiunge San Bernardino), ma c’era una sbarra chiusa con le indicazioni di esercitazioni di tiro con munizioni da combattimento da parte dei militari svizzeri, così ho desistito (meglio evitare di fare la parte dell’ungulato…).
Tornato a Rossa, ho esplorato i dintorni per individuare l’inizio di sentieri per prossime possibili mete. 

Hike partners: imerio


Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (5)


Post a comment

Michea82 says:
Sent 9 December 2020, 19h45
Ottimo spunto per future uscite nel Misox che conosco poco!

imerio says: RE:
Sent 9 December 2020, 20h27
Sono belle zone che, sono sicuro, ti piaceranno. Ciao

Sent 10 December 2020, 09h37
Bravo Imerio, i tuoi ricordi passati sono tra le cose più belle da vedere in questi periodi di prigionia :-)

imerio says: RE:
Sent 10 December 2020, 16h54
Grazie Giorgio, speriamo di potere riprendere presto le nostre uscite! Voi ragazzi di Girovagando mi siete venuti in mente ieri, quando ho guardato il report di Michea82 fatto sul Madone di Vogorno: hai visto tra le foto fatte sulla vetta cosa compare ? Ciao.

Sent 10 December 2020, 17h11
Visto e commentato, non avevo fatto ancora visita ad hikr oggi ... è stata una bella e gradita sorpresa, ricordo bene che il Madone di Vogorno non è meta frequentatissima, almeno dal libro di vetta, però merita, molto bello


Post a comment»