COVID-19: Current situation

Mont d'Ersaz (2788 m)


Published by Sky , 22 June 2020, 06h18.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:20 June 2020
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Waypoints:

A sud delle Alpi le previsioni sono buone, così decido di optare per la Val d'Aosta, dove farò ritorno ad Agosto. Continuo a non avere molto idea della quota della neve, così scelgo una vetta (il Mont d'Ersaz - 2788 m) sconosciuta (nessun rapporto su internet) e sulla carta fattibile anche con le ciaspole, che porto con me. Arrivo a Torgnon, in Valtournenche, che non sono neanche le 6. Parcheggio nella frazione più alta e mi incammino. So che l’avvicinamento sarà lungo. Ripercorro, a ritroso, alcune delle strade, d’inverno piste di sci da fondo, d’estate vie di nordic walking, da cui ero passato l’anno scorso al Tot Dret e che mi ricordo infinite. Mi sarei portato le mie scarpette da trail, ma lo zaino è già stracolmo, con le ciaspole attaccate ai lati. Tra l’altro, una volta capito dov’è la mia cima, mi rendo conto che mi toccherà tenerle là per tutto il giorno, non c'è ombra di neve! Ci sono tante canalizzazioni sotterranee, in questa valle, che ricordano i bisse vallesani. Mi dirigo verso la Fenêtre d’Ersaz, che però non raggiungo, perché punto a Vareton, dove abbandono la strada per incamminarmi fuori traccia e dirigermi verso la mia meta, distante ormai non più di un chilometro. L’idea originale era di fare la cresta SE, ma una volta lì decido di prendere la cresta SW, più larga e sicura. La salita è facile, anche se un po’ ripida, e in non molto sono in vetta. Il panorama che si gode da qui è super, il Cervino è davanti a me. Temevo che non si vedesse, impallato da qualche altro monte. Sono le 10 e mezza, non mi capita quasi mai di arrivare in vetta così presto. Dopo aver fatto le foto e mangiato, mi incammino per la discesa. Stavolta seguo la cresta SE. Tiro fuori la picca, ma comunque anche qui nessun problema. Visto che me la posso prendere comoda, faccio un lungo giro, seguendo parte del sentiero che porta alla Fenêtre du Tsan e che spero il prossimo anno potrò percorrere al Tor! Incontro le indicazioni numerate per la Cime Blanche. Un po’ mi dispiace non averla scelta, ma in fondo da lì il Cervino probabilmente non si sarebbe visto, me la tengo nel caso per quest’estate.


Hike partners: Sky


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»