Cimetta d'Orino


Published by imerio , 14 January 2020, 19h07.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:12 January 2020
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Time: 5:15
Height gain: 1160 m 3805 ft.
Route:San Defendente - Cimetta d'Orino
Access to start point:Usciti dall’autostrada A2 a Bellinzona sud, si raggiunge Giubiasco e al primo semaforo si gira a sinistra seguendo le indicazioni per Sementina, da dove si percorre la stretta stradina asfaltata che porta all’Oratorio di Dan Defendente.

L’escursione di oggi aveva come scopo la ricerca (anche se puramente utopica) di tracce del lupo in Valle Morobbia ma, dopo aver letto gli ultimi resoconti (vedi sotto), abbiamo cambiato leggermente meta, spostando l’uscita nelle zone prospicienti tale vallata, visto che sono più soleggiate e panoramiche e visto che Mario non era mai stato qui.
Usciti dall’autostrada A2 a Bellinzona sud, abbiamo raggiunto dopo circa 2 km Giubiascoe al primo semaforo abbiamo girato a sinistra seguendo le indicazioni per Sementina, da dove abbiamo poi iniziato a percorrere la stretta stradina asfaltata che porta all’Oratorio di Dan Defendente, da cui si può anche partire per andare al famoso ponte tibetano Carasc.
Iniziata subito la ripida risalita dei boschi di castagno, siamo passati per le baite dei Monti di Boscarolo (dove abbiamo visto due valligiani intenti a raccogliere foglie secche su un ripido prato) per poi arrivare con buoni ritmi alla Capanna Mognone*.
*Il rifugio si trova sull'Alpe Mognone a 1463 m di altitudine, in posizione assolatissima, con una vista mozzafiato sul Lago Maggiore e sul Lago di Lugano ed è dotato di 12 posti letto, ma senza guardiano. Oltre alla possibilità di cucinare, il camino e il forno a legna creano un ambiente accogliente. Purtroppo a causa di alcuni atti di vandalismo, a partire dalla stagione 2013/2014, è stata decisa la chiusura durante il periodo invernale (ottobre-aprile).
Fatta una breve sosta negli spazi esterni della Capanna, abbiamo ripreso il cammino verso l’Alpe Morisciolo, che abbiamo raggiunto dopo circa 45 minuti percorrendo la facile cresta boscosa posta dietro le costruzioni.
Nel bosco di larici abbiamo messo i ramponi (anche se si potevano evitare) per progredire più velocemente nella neve dura e durante questo tratto siamo stati raggiunti da un escursionista svizzero.
Dall’Alpe Morisciolo abbiamo infine proseguito fino a raggiungere la Cimetta d’Orino, da cui si gode di un notevole panorama; viste le ottime condizioni della neve e la giornata dal meteo spettacolare, si sarebbe potuto anche raggiungere la vicina Cima di Morisciolo, ma oggi ci siamo accontentati così.
Ottima la sosta pranzo presso l’Alpe Morisciolo, trascorsa al sole, senza vento e con una temperatura non freddissima; qui abbiamo fatto amicizia con l’amico svizzero, che ha condiviso con noi le ns. bevande e l’ottimo pecorino sardo di Buddusò.
Per il ritorno abbiamo poi seguito l’itinerario della mattinata, passando però dalle baite di Arbarello.
Questa è la terza volta che passo da questi luoghi che trovo sempre belli, soprattutto in inverno, vista anche la facilità con cui si raggiungono in auto (1 h e 25’) e i panorami che si possono ammirare.
Escursione dal discreto impegno fisico (1160 m di dislivello per 5,15 ore di cammino effettivo) condotta a buoni ritmi.

Da un quotidiano Ticinese: Nel 2018 il lupo ha attaccato 5 volte, uccidendo 15 pecore e una capra. In quattro dei cinque casi l'autore è stato identificato come il maschio M94, appartenente al branco della Valle Morobbia, dove in estate è nata una nuova cucciolata ma dove è pure morta la femmina alfa, cosa che potrebbe aver indotto il gruppo a spostarsi sul versante italiano. A sud delle Alpi, l'anno scorso, erano presenti 7 lupi, di cui 3 cuccioli. Il numero è in calo rispetto al 2017, anno record, quando in Ticino se ne registravano 13. Sul territorio sono transitati tre lupi: M94, l'autore della predazione al Lucendro e un terzo individuo identificato grazie a un campione genetico; a Faido sono state invece individuate nuove tracce della lince. 

Hike partners: imerio


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»