Mottone di Giumello / Monte Albano (2027m)


Published by Camoscio , 2 November 2019, 20h17.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:26 October 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo San Jorio-Monte Bar   Gruppo Portola-San Jorio 
Time: 8:45
Height gain: 1621 m 5317 ft.
Height loss: 1614 m 5294 ft.
Route:26,94 km
Access to start point:Alla stazione FFS di Giubiasco prendere l'autopostale 212 per Carena.
Maps:CNS 1314

È arrivato il momento di ritornare in Val Morobbia, sfruttando questa magnifica giornata. Come sempre parto da Carena, quando inizia appena a farsi chiaro. Scendo verso i Monti di Ruscada e proseguo lungo la strada per l’Alpe di Giumello. Arrivato a Cassina Nova cammino per un po’ nel bosco, ma ben presto mi ritrovo sulla strada. Non vedendo il sentiero per tagliare continuo su asfalto. A un certo punto vedo finalmente un grosso cartello indicante “Alpe di Giumello”. Da qui mi dirigo verso l’Alpe dei Lagoni e qui, invece di seguire la Via del Ferro, devio lungo il prato verso la cascina sovrastante e la Bocchetta di Albano. Non sembra essere un sentiero molto battuto. Giunto alla bocchetta salgo sulla cima Q 1941m, senza nome sulla CNS, ma chiamata Cima di Castello in hikr. La cresta verso la Cima Pomodoro per me non è proprio una passeggiata. Presenta degli stretti passaggi esposti di I grado e non ti permette di avere una visione della via a causa degli ostacoli rocciosi. Poco prima della cima Q 1890m mi sento costretto a rinunciare proprio perché non so cosa mi toccherebbe affrontare pochi metri più in là. Faccio fatica ad accettarlo, ma mi rendo conto che significherebbe rischiare di rimanere bloccato e, già ora, quasi lo sono. Perdo tempo pensando che potrei togliermi lo zaino e lasciare i bastoni, buttandoli lì sotto. Purtroppo lo spazio è limitato e se sbagliassi nel lancio mi ritroverei senza niente perché non potrei andare a recuperarli. Chiaramente chi pratica alpinismo si metterà a ridere, ma non siamo tutti uguali. Faccio dietro front. Il versante opposto della vetta l’avevo già visto da vicino in un’altra occasione ed è più difficile e, soprattutto, esposto. Probabilmente non è nemmeno attrezzato. Da questo versante, invece, sembra fattibile per i miei standard. Il problema è l’avvicinamento… Maledetta Cima Pomodoro! Ora nei miei pensieri c’è il Mottone di Giumello, una vera cima, non come quello sgorbio della Cima Pomodoro. Anche qui trovo un ostacolo roccioso, ma lo raggiro tenendomi sul versante della Valle Albano. Mi fermo a mangiare. Scendo fino alla Bocchetta di Nembruno, dove scarto senza esitazione l’idea di seguire la cresta perché i passaggi rocciosi sarebbero da affrontare con piede fermo e affidandosi ciecamente a dei cavi mezzi arrugginiti. A questo punto decido di scendere a percorrere una parte dell’Alta Via del Lario per raggiungere il Rifugio Il Giovo del Comune di Garzeno. Incontro parecchia gente diretta verso il Rifugio Sommafiume del CAI di Dongo. Una volta arrivato al rifugio faccio un pensiero al Motto di Paraone, ma poi, guardando l’orario, ritengo più opportuno rinunciare. Salgo al Rifugio San Jorio, gestito da volontari dall’associazione “Insieme per i poveri”, e al Passo omonimo, dove mi ritrovo nuovamente in patria. La discesa da quel versante, passando da Giggione e da Giggio, mi è nota. Cammino su foglie ancora bagnate dalle precipitazioni dei giorni scorsi. Il torrente Morobbia scorre che è un piacere… un po’ meno piacevole è trovare acqua perfino sul sentiero! Ormai sono vicino ai Monti di Ruscada. Guardo l’orologio e penso che è meglio affrettarmi se non voglio aspettare 1h per la prossima corsa dell’autopostale. Giunto a Carena ho l’ennesima conferma che sono un idiota: l’orario tra sabato e domenica cambia e non me ne ero accorto!  Ma… vedo da lontano un gruppo di escursionisti, che mi sembra di conoscere, che sta scendendo verso il parcheggio. Mi avvicino e realizzo che fanno parte dell’UTOE Bellinzona. Ci si riconosce e così mi danno un passaggio fino a Giubiasco, dove mi aspetta il treno per il rientro a casa.      
 
Inizio escursione: 7:47
Fine escursione: 17:18
Sviluppo totale: 26,94 km
Dislivello positivo: 1621 m
Dislivello negativo: 1614 m
Tempo totale: 8h50min
 
Nei tempi sono incluse le pause. La pausa pranzo di 41min sul Mottone di Giumello è invece esclusa dal tempo totale.
 
Nota:

Ho indicato come grado complessivo dell'escursione T4 per la cresta dalla Bocchetta di Albano verso la Cima Pomodoro che presenta alcuni passaggi di I grado. La salita al Mottone di Giumello dalla Bocchetta di Albano, raggirando gli ostacoli rocciosi dal versante della Valle Albano, è T3+. Il resto non va oltre il T3.

Hike partners: Camoscio


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (16)


Post a comment

Menek says:
Sent 3 November 2019, 10h27
bella giornata e preciso come sempre...
Menek

Camoscio says: RE:
Sent 3 November 2019, 10h56
Grazie, Menek! Veramente un bel weekend quello di settimana scorsa!

Michea82 Pro says:
Sent 3 November 2019, 10h43
Proprio l'altro ieri volevo fare un giretto da quelle parti. Allla fine ho scelto altrove ma seguirò presto la tua traccia precisa. Bravo

Camoscio says: RE:
Sent 3 November 2019, 11h02
Grazie, Michea! Dipende quale vetta vuoi fare. Il tratto su mulattiera Rif. Sommafiume - Rif. Il Giovo - Rif. San Jorio è lungo e non particolarmente entusiasmante, nonostante panoramico. La cresta, che ho percorso solo in parte, non è lineare e, almeno per me, non facilmente percorribile integralmente.

Michea82 Pro says: RE:
Sent 3 November 2019, 17h13
In generale non sono mai stato da quelle parti. Venerdì sarebbe potuta essere una variante ma mi tengo la regione per una giornata di sole. Hai scelto la giornata giusta

Camoscio says: RE:
Sent 3 November 2019, 17h21
Ti dico già che la Val Morobbia è proprio sconsigliabile con un tempo umido e nebbioso!

Sent 3 November 2019, 11h58
Gran bel girone, a quanto pare anche molto avventuroso, ottima l'idea di sfruttare lo scorso fine settimana con quel meteo super!!!!
Bravo!!!

Camoscio says: RE:
Sent 3 November 2019, 12h19
Grazie, Ralph! :) Diciamo che per me l'avventura inizia da quando esco dalla porta di casa, indipendentemente da dove vada! :)

ralphmalph says: RE:
Sent 3 November 2019, 13h33
:)))
....è vero!! ....anche i tuoi spostamenti sono sempre avventurosi....sempre al limite con gli orari di treni e bus....quasi da Camel Trophy!!! :))
Ciaooo!!

Sent 4 November 2019, 10h23
Caspita un bel girone !
E' sempre una bella zona e ricca di cime da visitare

Camoscio says: RE:
Sent 4 November 2019, 10h45
Grazie mille, Giorgio! Vero! Se ha attirato perfino il lupo ci sarà una ragione... :)

GIBI says:
Sent 4 November 2019, 20h05
Confermo anche io ... valle bellissima la Morobbia,
in un modo o nell'altro siamo tutti portati a raggiungere sempre o comunque delle cime ma resto convinto che anche il solo raggiungere la bellissima oasi di Giggio e spaparanzarsi al sole sarebbe già un motivo più che valido per andarci !

... e complimenti per un'altra delle tue memorabili cavalcate !

ciao Giorgio

Camoscio says: RE:
Sent 4 November 2019, 21h50
Grazie mille, Gio! Sono d'accordo con te, anche se per me dipende dal contesto! Da solo non riuscirei proprio a stare sparapanzato al sole, ma in compagnia di una bella cerbiatta senz'altro! :)

Alpingio says:
Sent 5 November 2019, 22h21
Bell'avventura e... che giro!
Giovanni

Camoscio says: RE:
Sent 5 November 2019, 22h36
Grazie! Senz'altro! Tu, però, quella cresta te la saresti mangiata a colazione e con la Cima Pomodoro ti saresti preparato una bruschetta! Invece io... Maledetta Cima Pomodoro!!!

Alpingio says: RE:
Sent 5 November 2019, 22h40
:))))


Post a comment»