Cima di Negrös (2182m)


Published by Camoscio , 24 August 2019, 14h38.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:18 August 2019
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Poncione Rosso 
Time: 7:45
Height gain: 1869 m 6130 ft.
Height loss: 1841 m 6038 ft.
Route:16,31 km
Access to start point:Alla stazione FFS di Bellinzona prendere l'autopostale 193 per Biasca e scendere alla fermata Lodrino Paese.
Maps:CNS 1293

Il giorno precedente pensavo alla possibilità di andare da qualche parte a Nord del Ticino, ma non trovavo escursioni che mi permettessero di fare tutto in giornata, facilmente, diciamo. Così opto per non andare troppo lontano. La destinazione scelta è la Cima di Negrös, che si trova sopra Lodrino. Ho letto in particolare il rapporto di ivanbutti, che mi è stato utile. So bene che il dislivello per raggiungere la cima non è contenuto e che partire da Lodrino sarà un calvario, viste le temperature, ma penso “chi se ne frega!”. Arrivato a Bellinzona con il treno aspetto l’autopostale diretto a Biasca, che passa per Lodrino. Scopro però ben presto che passerà solo fra un’ora… sono un idiota! Sull’orario non avevo notato un rinvio che indicava che la prima corsa era riferita al sabato feriale e non alla domenica. Sto quasi per rinunciare, ma poi, dato che sono già lì, decido di aspettare. Arrivato a Lodrino scendo alla fermata “Posta”, anziché “Paese”. Non è grave in quanto non sono così lontane. Finalmente inizio a salire su gradini in pietra, a tratti anche attrezzati con cavi a causa dell’esposizione. Il caldo si sente eccome, ma non è la prima volta che sudo così. Passo per Lègri e per Ciduglio, dove mi abbevero e mi lavo la faccia a una fontana. Proseguo verso Grei dove c’è un punto panoramico, con una panchina e la bandiera svizzera, proprio a picco sul fondovalle. Giungo alla Capanna Alva, tenuta molto bene, e continuo a salire in direzione della Forcarella di Lodrino fino a quota 1760m dove noto la famosa deviazione, che non è però segnalata. Il sentiero si piega di quasi 180°. Noto per terra un cartello in legno caduto con indicato, in maniera poco leggibile, “Alpe Negrös”. È rassicurante. Raggiunto l’alpe noto il magnifico Cristo Redentore in granito. Desidero ammirarlo da vicino. La posizione della statua è ideale, a mio avviso. A questo punto la salita verso la vetta si svolge sul versante SE ed è abbastanza intuitiva. La ripidità ormai fa parte del gioco. A tratti noto degli ometti. Un unico passaggino di I grado, non evitabile da quel versante, richiede maggiore attenzione. Eccomi finalmente in vetta dopo quasi 4h30min di cammino. Lassù è molto bello. La visione dell’aquila è emozionante. Purtroppo sorvola la cima velocemente e non riesco ad immortalarla. Le nubi coprono in parte le cime circostanti, ma posso comunque osservare verso Est il Pizzo di Claro, il Torent Alto e quello Basso. Dall’altra parte della Val di Lodrino si vede la Cima di Visghéd, mentre, verso Ovest,  molto vicina in linea d’aria, posso ammirare la Cima di Stüell. Purtroppo il Poncione Rosso risulta nascosto. La crestina Nord conduce alla Cima delle Pecore. Dopo aver mangiato mi incammino perché so che non scenderò velocemente. Seguo l’itinerario di salita. Alcuni fiori e farfalle attirano la mia attenzione. Approfitto per fotografarli. Giunto nuovamente alla Capanna Alva entro a dare un’occhiata. È molto accogliente e ben fornita. Scendendo incontro dei runners che immagino abbiano percorso la Lodrino-Lavertezzo. A Ciduglio incontro ancora il signore che avevo incontrato all’andata che mi parla dell'impervietà della Valle di Lodrino. Guardo l’orologio e mi rendo conto che è meglio accelerare il passo se non voglio aspettare un’ora per il prossimo autopostale per Bellinzona. Quasi a rotoloni riesco ad arrivare 5 minuti prima della sua partenza. Ora posso rilassarmi. 

Inizio escursione: 8:39
Fine escursione: 17:17
Sviluppo totale: 16,31 km
Dislivello positivo: 1869 m
Dislivello negativo: 1841 m
Tempo per la vetta: 4h22min
Tempo totale: 7h48min
 
Nei tempi sono incluse le pause. Le pausa pranzo di 51min sulla Cima di Negrös è invece esclusa dal tempo totale. 

Nota:

Se non siete disposti a sudare come porci non andate su questa cima in estate. L'importante è sapere a cosa si va incontro! Le fontane e l'acqua però non mancano. :)

Hike partners: Camoscio


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3
21 May 16
Cima di Negrös m.2182 · froloccone
T3
20 Nov 12
Cima di Negrös (2182 m) · tapio
T3+
21 Sep 16
Cima di Negros · Andrea!
T2
T3
2 Jun 13
Skyrace Lodrino-Negrös · Sky

Comments (10)


Post a comment

Sent 24 August 2019, 15h13
Dai, alla fine penso che tutto sia andato bene...qualche imprevisto sugli spostamenti ma risolti ( anche se con qualche corsa...) :)))))
Bravissimo per il fatto che tu riesca a muoverti con i mezzi pubblici....
Bella cima e bel dislivello!!!
Ciao e buon proseguimento!!!
Graziano

Camoscio says: RE:
Sent 24 August 2019, 15h24
Grazie mille, Graziano! Riuscire a raggiungere un obiettivo è la soddisfazione più grande! E se accanto a questo ti trovi in montagna a diretto contatto con la natura è il massimo della vita! Buona continuazione con le tue escursioni! :)

Poncione says:
Sent 25 August 2019, 09h42
Bravo. E' una bella cima e richiede un minimo d'attenzione nell'orientamento. Solo per la vista su Claro e Torrentoni vale la visita.
Ciao

Camoscio says: RE:
Sent 25 August 2019, 21h21
Grazie, Poncione! L'ho apprezzata molto anche se il versante della Val d'Iragna mi sarebbe piaciuto vederlo un po' meglio. I torroni visti insieme sono proprio belli, anche se salirli non è roba per me! :)

Menek says:
Sent 25 August 2019, 15h04
alla fine è come dico io...stai alzando l'asticella! :)))

Camoscio says: RE:
Sent 25 August 2019, 21h28
Ti ringrazio per la fiducia, ma non mi vedrai pubblicare un T5... parola di camòs! :)

Alpingio says:
Sent 27 August 2019, 21h50
Complimenti per il coraggio di partire dai piedi della montagna!!
Giovanni

Camoscio says: RE:
Sent 27 August 2019, 22h08
Grazie, Alpingio! Per quello ormai ci ho fatto l'abitudine... andando con i mezzi pubblici o parti ai piedi della montagna o... parti ai piedi della montagna! :)

GIBI says:
Sent 30 August 2019, 13h29
già anche per me la scorsa estate arrivare anche solo al Cristo Redentore era stata una bella pompata ... figuriamoci tu ad arrivare fino in cima anche se da quello che leggo la fatica è stata ben ripagata da quello che hai visto dalla vetta !

ciao Giorgio

Camoscio says: RE:
Sent 30 August 2019, 16h49
Grazie mille, Giorgio! È una bella cima che, chiaramente, si può raggiungere solo con una buona dose di motivazione, altrimenti si getta la spugna prima...


Post a comment»