Monte Cingla. Finalmente...


Published by Menek , 18 June 2019, 16h20.

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike: 9 June 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Time: 5:30
Height gain: 1250 m 4100 ft.
Height loss: 1250 m 4100 ft.
Route:Ad Upupa, di Km 13,000
Access to start point:Brescia- Pieve Vecchia di Idro- Ponte Caffaro- Baitoni- Seguire per Bondone, in prossimità di una curva sinistrorsa, trovate un parcheggio con le indicazioni per il Castello di Bondone. 8/10 posti auto.
Maps:Mapnik

Il giro del sabato è saltato per motivi legati al lavoro, quindi non mi resta che sfruttare la domenica, che sotto il piano metereologico non è sicuramente meglio del giorno prima, ma visto dove sono andato a mettere i piedi forse è stato meglio così. Essendo "scarico" di idee tiro fuori dal cassetto dei desiderata un vecchio progetto.
Quando lascio l'auto nel comodo parcheggio prima di arrivare a Bondone il cielo è leggermente plumbeo e l'afa mi agguanta alla gola, sono a poco oltre i 500 metri di quota, a Giugno penso sia normale. Seguo le indicazioni per il Castello prendendo una comoda sterrata (per qualche metro asfaltata) e alla seconda deviazione piego a sx imbattendomi in un nastro bianco/rosso che ha l'intento di proibire il passaggio. Oramai sono qua, mi dico, non ho altre idee, che faccio? Beh, proseguo, sono curioso di capire il perchè di tale nastro.
Dopo qualche minuto di cammino ad avere "qualche sospetto", qua e la ci sono alberi caduti, probabilmente ad ottobre, quindi stop alle 4x4 anche quando questi sono muniti di permesso. Fortunatamente la zona interessata dall'evento naturale è circoscritta e oltrepassabile senza grossi problemi. Dopo diversi tornanti trovo la prima deviazione sulla dx, non ci sono indicazioni, mi fido solo del Gps e di un bollo blu tracciato su un sasso (ora c'è un ometto). Il sentiero sale ripido ma è ben tenuto e sbuca presso Tornione (baita + rudere), qua piego a sx e poco dopo mi ritrovo al Tonel dove un'altra bellissima baita si affaccia sul Lago d'Idro. Qua scambio quattro chiacchiere con il proprietario poi seguo a sx la strada (della Calva) sino a trovare la seconda importante deviazione sulla dx (bollatura rossa su albero + ometto).
  Anche qua il sentiero (malagevole) sale ripido e si districa tra qualche albero abbattuto dal vento, pur se non bollata la traccia è evidente, solo prima di arrivare al Roccolo della Calva il rischio di girare a muzzo si fa concreto. Dal roccolo ora è molto più facile.
Dopo aver piegato a sx, l'ampio sentiero bollato B/R  prosegue verso Bocca Cocca, ma dopo aver superato (senza salirci) il Cingolo Rosso, poco dopo sulla sx trovo la deviazione (segnalato) per il M. Cingla. Qua manco a dirlo la traccia si inerpica di brutto e si addentra in un bosco molto bello e selvaggio, la bollatura, seppur non ufficiale, è fitta e permette di non perdersi. Solo in pochi tratti bisogna guardarsi bene attorno. Fuori dal bosco si passano belle zone rocciose, pareti quasi verticali che verso N dirupano nel fitto bosco sottostante. Qua ora si cambia versante dopo un breve traverso un po esposto, da evitare con il terreno umido, stessa cosa dicasi per il traverso che corre a S, ma qua il cordino d'acciaio posizionato nelle zone più esposte agevola la progressione, anche quando un ultimo strappo mi deposita sulla bella cima del Cingla. La cima vera non è dove c'è la croce, ma quella vicina (Est) dove una volta c'era una seconda croce, forse di legno. La vista da qua è veramente bella, nonostante la quota modesta. 3h senza soste.
Dopo aver faticato non poco per arrivare sino in cima avrei voluto fermarmi e godere del silenzio... ma sta per piovereee, viaaa...
Nota 1): Credevo sinceramente che la salita al Cingla fosse più difficile, ma a parte trovare la via giusta  (dove c'è la deviazione segnalata), la traccia a N che porta al Cingla è ben bollata, certo, in alcuni tratti bisogna fare attenzione, ma tutto sommato da quel lato ci può salire chiunque non soffra di vertigini; anche se devo dire che le esposizioni non sono eccessive. Vedrò in futuro come sarà la salita dalla Bocca Cocca.
Nota 2): Ricordi... di Eric
                                                                      RICORDI...
La vispa Teresa non più farfalletta,
si chiuse nel buco spartendo la fetta,
ma l'onesta farfalla che sta a Caracalla,
s'accorse che il dolce aveva una falla.
Il Renzi guascone anche lui nell'erbetta,
rifiuta la torta ma non la borsetta,
lui sposta i gregari e la mezza calzetta,
finché poi compare il buon Gianni Letta...

A' la prochaine!        Menek e lo spirito di Angel Rock





Hike partners: Menek


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (13)


Post a comment

Camoscio says:
Sent 18 June 2019, 16h28
Un cinghiale come te non poteva che puntare al Monte Cingla! :) Bravo!

Menek says: RE:
Sent 18 June 2019, 16h50
:))) Grazieee

danicomo says:
Sent 18 June 2019, 16h54
Bello... ma non mi pare ci passi tanta gente da quelle parti...

Menek says: RE:
Sent 19 June 2019, 14h48
Infatti, probabilmente la parola "difficile" fa da scrematura. Ciao Doc

Sent 18 June 2019, 18h13
Colmata anche questa "lacuna"....bravo Dome!! Bell'ambiente selvaggio...
Ciaooo

Menek says: RE:
Sent 19 June 2019, 14h49
Decisamente selvaggio. E' incredibile dove le tracce entrino nel cuore delle montagne. Ciaux
Menek

Sent 18 June 2019, 18h40
Vai di CINGLA...!!!

Bravo Domenico e un salutone...

Angelo

Menek says: RE:
Sent 19 June 2019, 14h50
Grazie Angelo, un abbraccio a te
Menek

GIBI says:
Sent 19 June 2019, 19h50
Avrei giurato che su una cima così ti saresti fatto accompagnare dal tuo amico " cinghialotto " ... e invece no ! ... comunque anche questa è fatta ... bravo !

ciao Giorgio

PS ... domenica non ci vieni a trovare ?

Menek says: RE:
Sent 20 June 2019, 15h07
Amico cinghialotto? al momento la mente è torbida...
Domenica? Dipende a che ora torno il sabato da un impegno che si prolungherà sino a tardi.
Abbracci
Menek

veget says:
Sent 21 June 2019, 14h17
Quando si riesce a realizzare un "piccolo progettino" è sempre appagante!
Ľambiente con i suoi magnifci fiori e il panorama , sono.altrettanto appaganti! Tutto bello.
Comply Dome.
Ciao
Eu

Menek says: RE:
Sent 21 June 2019, 23h22
Grazie Eu. Tutto ok? Eri sparito... :))) Un abbraccio.
Menek

veget says: RE:
Sent 23 June 2019, 08h10
Si tutto "benino " grazie Dome.
Finché sgambetto "piano piano " non mi fermo....
Ciau e buon proseguimento
Eu


Post a comment»