COVID-19: Current situation

StraGranda (da Magugnaga a Pontegrande)


Published by Simone86 , 24 March 2020, 21h00.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:12 May 2019
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:00
Height gain: 400 m 1312 ft.
Height loss: 1200 m 3936 ft.
Route:17 Km
Access to start point:per comodità abbiamo parcheggiato a Pontegrande (Valle Anzasca), preso il BUS fino a Macugnaga (circa 2 Euro) e rientrati a Pontegrande a piedi lungo il percorso.

In questo periodo di stop forzato da CoVid è bello recuperare alcune vecchie escursioni che, per tempistiche o per sottovalutazione, non sono mai state scritte; ma sarebbe un peccato non condividerne l'utilità e soprattutto non scolpirle digitalmente nella nostra memoria per il futuro.

La Stragranda è l'antica mulattiera, nonchè grande opera storica, che dal XV secolo permetteva il collegamento di Piedimulera con Macugnaga fino a al secolo scorso, quando è stata sostituita dalla carrozzabile per auto. Essa velocizzava il traffico di merci e persone lungo questa meravigliosa valle da e per la Svizzera attraverso l'altissimo Passo Moro e faceva da filo conduttore tra due culture, quella Walser e quella Romanza. Prima di questa "autostrada" del passato esisteva (ed esiste ancora) un unico sentiero principale sulla destra orografica della valle che collegava Pieve Vergonte a Colombetti e Castiglione e proseguiva poi nella valle. Veniva utilizzato per trasportare i morti.

 



L'escursione, di facile svolgimento se appena allenati a camminare 2-3 ore, inizia da Macugnaga, che raggiungiamo tramite Bus. Lasciamo la macchina comodamente a Pontegrande e in poco tempo arriviamo al paesino, dove oggi soffia un venticello gelido. Il vantaggio è quello di percorrere la valle "discesa" anche se in realtà oltre a 1200m di discesa distribuiti su 17km, ci sono anche 400m di risalita. Con Mimosa di buon passo seguiamo i cartelli indicatori, quasi sempre ben presenti. Solo in alcuni punti abbiamo avuto difficoltà o ci siamo dovuti affidare ad una traccia GPS, non avendo troppo tempo a disposizione per rischiare errori di strada.         

Si attraversano cosi tratti boschivi, bellissimi prati e singolari paesini, tra cui quello che ci ha colpito di più che è stato Borgone, ben ristrutturato, abitato e incantevole. Il paese più "signorile" invece, con testimonianze storiche e culturali è probabilmente Vanzone. Prima di arrivare a San Carlo abbiamo deviato per la piacevole Cascata Crotto Rosso, da cui scgorgano sorgenti provenienti dalla zona superiore dove ci sono alcune minere (dette Dei Cani) in passato molto sfruttate. Tutt'ora il forte colore rosso della roccia delle cascate merita una visita (cartello esplicativo in loco).
Da qui si scende a San Carlo ed in breve, lungo la carrozzabile, siamo rientrati a Pontegrande.


Qui un link con cartine, sentieri, descrizioni e tutto ciò che occorre per la StraGranda in toto.

http://www.caivilladossola.net/files/valle_anzasca_paesi.pdf

Hike partners: Simone86


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

paoloski says:
Sent 25 March 2020, 15h58
È un percorso che mi riprometto di fare prima o poi.
Ciao, buone gite e uone corse, sperando sia possibile al più presto.

Simone86 says: RE:
Sent 25 March 2020, 18h16
Ciao Paolo, si vedendo le tue escursioni apprezzerai sicuramente la ricchezza di testimonianze storico-culturali del percorso!
eh si speriamo per tutti perlomeno di riprendere un po' di normalità in più... buone uscite!


Post a comment»