COVID-19: Current situation

Poncione di Cassina Baggio S - Tanti Auguri


Published by irgi99 , 7 August 2018, 19h49.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 5 August 2018
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: TD-
Climbing grading: 6a+ (French Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Rotondo   CH-TI   Gruppo Pizzo Gallina 
Time: 11:45
Height gain: 800 m 2624 ft.
Height loss: 800 m 2624 ft.
Route:8.23 km
Access to start point:Da Como per A9, proseguire in direzione S. Gottardo, uscita Airolo. Qui imboccare la Val Bedretto seguendo le indicazioni per il Nufenenpass. Quando la strada comincia a salire verso il Passo, parcheggiare su uno spiazzo sul secondo tornante, dove parte il sentiero per la Capanna Piansecco.
Maps:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000; C.N.S. No. 265 S – Nufenenpass - 1:50000.

Val Bedretto.... o Val Berretto per gli amici...... 
Una valle bellissima , sempre sentita nominare, ma mai fino ad ora si era presentata l'occasione di farci una visita...
E soprattutto mai avrei pensato che la prima volta fosse per scalare questa bellissima parete di granito!
Dopo un bell'avvicinamento.... praticamente in discesa ..... finalmente giungiamo alle pendici del Poncione di Cassina Baggio: guardando all'insù mi rendo conto che sarà una luuuuuuunga giornata!!!
13 tiri di puro divertimento (accompagnato ovviamente da qualche breve ma immancabile episodio di agghiaccio) spuntiamo in cima...
Le emozioni sono tante.... soddisfazione, stanchezza... ma soprattutto la gioia incredibile per aver compiuto questo piccolo "viaggio"  insieme e in compagnia di ottimi amici!
Ecco che però la nuvolaglia si addensa sempre di più e dall'altra parte della valle sembra quai si stia preparando per una bella piovuta: meglio cominciare la discesa anche perchè.... ad aspettarci ci sono ben 9 (o 10?? ho perso il conto...)doppie... AIUTOOOO!
Lungo il sentiero di ritorno penso che avremmo potuto fare a gara su chi avesse la faccia più distrutta ahahaha. E dopo 12 ore di avventura..... finalmente una visione: la macchina!!!!
Che giornatina!


Dal parcheggio sul secondo tornante della strada che da Bedretto sale al Nufenenpass (q. 2099 m) imboccare il sentiero segnalato verso la Capanna Piansecco.
In leggera discesa il sentiero attraversa gli ampi pascoli dell'Alpe di Maniò fino a raggiungere un bivio: abbandonare il sentiero che scende alla Capanna Piansecco, quindi proseguire lungo il tracciato principale, ora in leggera salita. A questo punto si entra nell'ampio vallone racchiuso dall'imponente mole della parete S del Poncione di Cassina Baggio. 
Alla q. 2160 m circa, abbandonare il sentiero per il Lago delle Pigne, quindi svoltare decisamente a destra e, seguendo tracce e numerosi ometti, tra grossi massi traversare la valle e puntare al nevaietto posto proprio alla base della parete S del Poncione di Cassina Baggio.
La Via "Tanti Auguri" attacca a destra del nevaio maggiore in corrispondenza di un piccolo avancorpo alla cui base è posta una targhetta metallica riportante il nome della via con tanto di scritta in rosso a fianco sulla roccia.

L1: affrontare direttamente la placca sino a raggiungere la prima protezione posta proprio di        fianco alla targhetta metallica. Proseguire ora su terreno più facile fino alla comoda                sosta  - 4a     40m
L2:
sfruttando la bella fessura risalire la placca per poi svoltare a destra non appena questa        diviene meno ripida - 5a     40m
L3:
aggirare un piccolo strapiombino sulla sinistra fino a raggiungere una placca compatta di        aderenza (5c). Superato anche questo ostacolo si sosta - 5a con un passo di 5c    40m
L4:
dalla sosta traversare a destra e con passo delicato rimontare il successivo risalto. Per          placca più semplice si è in sosta - 5b     35m
L5:
placca a gradoni incisa da qualche fessura - 4b     40m
L6:
i primi metri di questa lunghezza, facili e appoggiati, conducono alla base di una ripida          placca. Affrontare direttamente la placca, cercando di sfruttare alcune conformazioni              della roccia sulla sinistra. Superato uno strapiombino in breve si è in sosta - 5c     50m
L7:
vincere sulla destra un muretto ben appigliato per poi traversare leggermente a destra            puntando ad un cordino viola posto alla base di un secondo muretto leggermente più              strapiombante del primo, ma sempre ben appigliato. Per gradoni via via più facili si è alla        sosta - 4b     45m
L8:
spostarsi verso sinistra superando alcuni facili gradoni - 4a     35m
L9:
dalla sosta, per placca, portarsi alla base della bella ed evidente fessura verticale che             incide la placconata soprastante. Percorrerla interamente per poi traversare a destra             (delicato) fino a raggiungere la sosta - 5c     45m
L10:
tiro chiave della via: dalla sosta traversare verso destra sfruttando delle belle fessure              sino a raggiungere un breve muretto che si supera sfruttando il soprastante spigolo. Si          raggiunge, a questo punto, il passo chiave: una liscia e compatta placca da vincere con          movimenti di aderenza puntando ad un bel buco. Raggiunto il buco le difficoltà                        diminuiscono sino alla sosta - 6a+     40m
L11:
salire verticali seguendo la bella fessura sino ad un terrazzino con sosta intermedia.              Non sostare ma proseguire portandosi alla base di un piccolo strapiombo ben                        appigliato che permette l'accesso alla ripida placca soprastante incisa da fessure.Sosta          alla base di un diedro - 5b     40m
L12:
non proseguire nel diedro ma traversare verso destra puntando all'aereo spigolo. Con            passo abbastanza esposto rimontare lo spigolo e seguire le numerose fessure sino a              raggiungere la sosta - 5b     40m
L13:
proseguire sempre sull'aereo filo di cresta, sfruttando bellissime lame e fessure fino                all'ultima sosta con libro di via - 5a     35m

Al termine della via comincia la lunga discesa che richiede ben 9/10 doppie da effettuarsi lungo la Via Piccadilly (calcolare circa 2,30/3 ore solo per la discesa). Una volta rientrati alla base della parete, rientro come per la salita.

Bellissima via su granito ottimo (a parte le prime lunghezze dove la roccia risulta essere particolarmente lisciata dai ghiacci), "Tanti Auguri" è considerata una delle grandi classiche della Val Bedretto, nonchè una delle vie più abbordabili di questa bellissima parete.
Si tratta di una via molto lunga in ambiente alpino e, di conseguenza, non da sottovalutare. Si consiglia, inoltre, di attaccare la presto a causa dell'alta frequentazione. Le protezioni sono poste proprio in corrispondenza del passo più difficile, ma mai abbondanti: eventualmente portare friends fino al n° 1 BD o dadi.
Fare attenzione alle doppie in discesa perchè sono da cercare.


con Peru, Jack, Vale, Lorenzo e Pietro.


Hike partners: irgi99


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (8)


Post a comment

GIBI says:
Sent 8 August 2018, 09h59
TANTI AUGURI a voi tutti per altre 1000 di avventure così !

ciao Giorgio

irgi99 says: RE:
Sent 8 August 2018, 18h58
Grazieeee! Altrettanto!!!
ciao
Irene

Amedeo says:
Sent 8 August 2018, 10h10
Che dire? Bravi, complimenti!
Ciao
Amedeo

irgi99 says: RE:
Sent 8 August 2018, 18h59
Grazie.... gentilissimo! :)
Irene

blepori says:
Sent 10 August 2018, 01h01
strepitoso, ora che avete scoperto il nostro bel granito ticinese chi vi ferma più? Ciao Benedetto

irgi99 says: RE:
Sent 10 August 2018, 07h21
ahaha eh si proprio un bel granito: per me era la prima volta, ma alcuni degli altri del gruppo l'avevano già sperimentato!
Grazie e buone montagne,
Irene

Laura. says:
Sent 31 August 2018, 00h33
Noi siamo andati domenica...certo che sarebbe bello incrociarci su qualche via!

irgi99 says: RE:
Sent 31 August 2018, 09h25
Grandi!
E già.... :)


Post a comment»