COVID-19: Current situation

S. Pietro al Monte - val de la Porta - Monte Rai (LC): un bel giro che ha meritato!


Published by Alberto , 3 October 2017, 10h23.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:27 September 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:15
Height gain: 1105 m 3624 ft.
Route:[p ] quota 350 - segnavia n°10 - loc. Pozzo m.358 - S. Pietro al Monte m.663 km.1,910 - Val de la Porta - grotta con sorgente - bivio con la strada per il ripetitore km.4,350 - ripetitore Tim km.5,330 - monte Prasanto m.1245 - bocchetta S. Miro m.1184 - monte Rai m.1259 km.6,240 disl.+1005 -95 ore 2,17 effettive, con soste 3,15 RITORNO: rifugio Consiglieri m.1110 km.7,600 disl. -250 - segnavia n°11 poi n°10 - attraversamento del torrente valle dell'Oro - via dell'Oro - [p ] km.14,270 disl.+1105
Access to start point:Milano - S.S.36 per Lecco - uscita per Civate - seguire le indicazioni turistiche per S. Pietro al Monte e per le scuole dalle quali poco oltre sulla destra si segue la strada (segnalazione per S. Pietro al Monte) che conduce al tornante dal quale si stacca la stradetta cementata per la loc. Pozzo: prima del tornante e dopo,vi è la possibilità di parcheggiare.
Accommodation:rifugio Marisa Consiglieri: aperto anche il mercoledì
Maps:carta naz.Svizzera n°287 Menaggio / Carta dei Sentieri Comunità Montana Triangolo Lariano; 1:25000 / Kompass 1:50.000 Lago di Como-Lago di Lugano

Per questa giornata decido di percorrere il segnavia n°10 dal quale si biforca un sentiero che non ho mai fatto di cui mi è stato segnalato per la sua bellezza in quanto merita anche per il panorama sulla basilica.

Dopo molti anni riprovo a salire dal tracciato principale che conduce alla basilica: tutto il tracciato è stato messo a posto tramite i volontari,i quali hanno reso più agibile e sicuro i tratti erti con scalini i roccia.

Giunto alla basilica km.1,910 non si può fare a meno di ammirare lo stupendo prato costantemente curato che ne risalta la bellezza monumentale del complesso benedettino,dal quale si ammira il lago di Annone: la pace che regna in questo luogo è grande a tal punto che ci si sente rilassati...se fosse domenica penso che lo sia un po meno.

La giornata è fosca,in certi momenti le nuvole basse ostruiscono la possibilità di vedere in lontananza ma la giornata permette di fare un bel giro: una bella pozza profonda d'acqua cristallina che invita in giornate assolate e calde ad un bagno vista la sua profondità che non supera il metro.

Procedendo passo vicino ad un casote,una delle strutture sparse sulle pendici di questo monte per dare riparo al pastore senza scendere a valle,ovviamente ristrutturate anch'esse: possono essere di notevole aiuto in caso di forti temporali riparando l'escursionista che vi passa e considerando il diametro interno ampio,vi ci si può anche pernottare.

Ad un certo punto il sentiero è agevolato da due tratti di catene,poi comincia ad inerpicarsi con numerosi zig-zag fino alla breve biforcazione dove conduce ad una grotta dalla quale scaturisce acqua fresca e offre anche la possibilità di sostare grazie a delle panche.

Riprendo il percorso e giungo all'incrocio con la strada privata che conduce al ripetitore,dalla quale l'abbaiare dei cani da caccia e il richiamo del loro padrone a stare zitti rompe il silenzio: come si fa ad andare a caccia con cani che abbiano di continuo,spaventando la selvaggina è assurdo,tanto vale lasciarli a casa o mettergli la museruola,sicuramente imparerebbero presto a fare silenzio. Percorro fino al suo termine la strada km.5,330 per poi prendere a destra risalendo alla cima del monte Prasanto m.1245 dal quale si vede la vetta del monte Rai m.1259 che raggiungo dopo km.6,240 disl.+1005 -95 e ore 2,17 effettive, con soste 3,15.

RITORNO: purtroppo la visibilità non consente di ammirare un altro dei panorami sui laghi che questa cima sa offrire,quindi scendo per la sua semplice crestina per giungere al rifugio Marisa Consiglieri m.1110 km.7,600 dove numerosi escursionisti stavano pranzando alla terrazza sottostante con vista lago: da qui proseguo sulla strada asfaltata che risale fino al punto culminante per poi scendere e superare il cancello,poco dopo,alla curva,supero la barriera a valle e procedo sul sentiero panoramico n°11 e solivo che scende per il crinale offrendo una panoramicità anche sul lago di Pusiano: la visualità più aperta consente di apprezzare al meglio il panorama offerto.

Appena ci si addentra nel bosco,si trova un bivio che conduce ad una sorgente a quota 875 di cui non ho constatato la sua portata attuale e che volendo si congiunge con quello principale per salire al rifugio.

Una volta raggiunto le ultime case a monte di Civate,seguo le indicazioni del n°10,so che sto andando all'opposto del parcheggio dove ho l'auto,considerando la meteo favorevole (chi ha rinunciato ha fatto una scelta credendola giusta o fermamente convinto che in montagna si va solo con cieli sgombri da nubi) ho allungato fino ad incrociare la valle dell'Oro,(altra località dove vi è da parcheggiare) e seguendone la strada fino all'incrocio con la principale per poi giungere all'auto dopo un totale di km.14,270 disl.+1105 (4 ore e 50 minuti totali effettivi) cosa non da poco. Bene,mi posso considerare soddisfatto per aver potuto trascorrere una giornata feriale all'aperto come avevo programmato e,come dice un proverbio: chi fa da sé fa per 3!

 

Alla prossima!


Hike partners: Alberto


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Post a comment»