Gaggio (2.267m) da San Defendente


Published by Simone86 , 21 September 2017, 00h26. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:17 September 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Cima dell'Uomo   CH-TI 
Time: 7:00
Height gain: 2000 m 6560 ft.
Height loss: 2000 m 6560 ft.
Route:25 Km
Access to start point:Uscita Bellinzona Sud, seguire per Giubiasco. Poi deviare a dx per Sementina (indicazioni) ed attraversare il Ticino. All'incrocio si segue a destra. MONTI DI CIMA (un paio di curve sopra SAN DEFENDENTE) si raggiunge salendo da Sementina imboccando la strada che si stacca a W del fiume
Accommodation:-Cap. Albagno UTOE -Mornera

 

L'idea di oggi prevede un bell'anello attorno alla Cima dell'Uomo e di Erbea. Purtroppo appena sbucati dalla galleria del Monte Ceneri veniamo sopresi da un manto bianco che avvolge tutte le cime dai 2000m in su, incredibile per essere metà settembre. Oggi sono con Ivano e festeggiamo i nostri compleanni (16-17 settembre) con un bel misto trekking-trail in tranquillità.
 


 

Partendo poco sopra San Defendente q633 (parcheggino di Monti di Cima q677) iniziamo l'escursione in discesa, seguendo i vari cartelli per il Ponte Tibetano Carasc che raggiungiamo dopo numerosi saliscendi. Il ponte è impressionante, massiccio e fermo, di tibetano non ha quasi nulla! Bellissima esperienza l’attraversamento. Proseguendo per altri numerosi saliscendi ci portiamo in zona Ruscada, poi Pientina q1051 e infine Mornera q1347, famosa zona di arrivo della Funivia di Monte Carasso.

Inizia ora un itinerario più selvaggio, sempre su un bel sentiero che passa dal Laghetto di Pian di Nar q1475, e da ripido qual’è all’inizio, farsi più dolce lungo una dorsale, fino a sbucare alla Capanna Albagno UTOE q1903. Entriamo, facciamo 15’ di pausa e ci beviamo una coca, scambiando quattro parole con il rifugista. Secondo lui potrebbe peggiorare il tempo (le previsioni erano, ieri, decisamente migliori). Ci sconsiglia inoltre (vedendoci attrezzati da trail) di compiere l’anello in programma che sarebbe passato dalla B.tta d’Erbea e dalla B.tta della Cima dell’Uomo. La neve fresca presente potrebbe essere insidiosa, ci sono alcuni tratti attrezzati e altri un po’ aerei (il sentiero è di fatti bollato bianco-blu, itinerario alpino). Per scongiurare ogni dubbio decidiamo di salire la cima del Gaggio (già in programma) e poi valutare. La salita al Gaggio, con circa 1500m sulle gambe, si fa dura. E’ ripido nella sua prima parte e discretamente innevato sul finale. Nulla di problematico, anzi, suggestivo e con quel tocco “alpino” che non guasta. Guasta invece la presenza di nuove nubi proprio mentre arriviamo in cima. Raggiunta la croce di vetta q2267, ci copriamo per il freddo, inizia a nevicare un misto di palline di neve e grandine e torniamo subito sui nostri passi. Purtroppo niente anello in queste condizioni (l’idea era scendere dalla Val Ruscada, poi Capanna Mognone e infine San Defendente). Ritorniamo alla macchina lungo lo stesso itinerario di salita con una costante e leggera corsetta, decisamente rilassante. Attorno al Ponte Carasc, intanto, si è formata una gran folla di visitatori, in buona parte arrivati con la funivia.
 


Andrà meglio la prossima volta, siamo contenti per il giro e per la nuova esplorazione, fortunatamente anche una cima nuova è stata portata a casa e qualche squarcio di panorama si è lasciato gustare.

Tempistiche: 4h da Monti di cima al Gaggio (1800d+ e 200d-), 2h30’ la discesa. (1800d- e 200d+)


Hike partners: Simone86, ivopal


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (11)


Post a comment

beppe says:
Sent 21 September 2017, 05h13
Auguri
Ciao Beppe

Simone86 says: RE:
Sent 21 September 2017, 09h50
Grazie mille Beppe!

Sent 21 September 2017, 10h32
Auguri!!!
Pensa che la nostra idea iniziale era proprio il Gaggio......poi vista la meteo e proposta migliori abbiamo optato per altro.......
Ciao
ALE
Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 21 September 2017, 17h13
Urca, questo è periodo di mancati incontri, come l'anno scorso allo zucchero ahah. Qualche volta capiterà dai!

blepori Pro says:
Sent 22 September 2017, 07h52
ciao simone, auguri! Mi fa piacere vederti di nuovo attivo, purtroppo questo inizio di settembre non è stato troppo favorevole per la montagna. Ciao Benedetto

Simone86 says: RE:
Sent 22 September 2017, 12h23
Ciao Benedetto, si ho ripreso con un po di fatica, sono arrivato agli ultimi 200m del gaggio davvero senza energie, si sente quando non si fa dislivello da un po. .. Il pizzo di Claro bello imbiancato e settimana prossima fanno la gara, spero riescano! Prossimamente ci organizziamo!

blepori Pro says:
Sent 22 September 2017, 12h47
certamente, mi farebbe molto piacere. Domenica vado in valle Antrona con alcuni amici milanesi, nel caso ti interessasse. Poi domenica prossima dovrei fare la corsa del Pizzo di Claro se me la sento.
alla prossima!

Benedetto

Simone86 says: RE:
Sent 26 September 2017, 13h54
domenica ero purtroppo k.o. dopo il campo dei fiori trail eheh, però dai, mettiamo in pista un anellone!
In bocca al lupo per la Claro Pizzo!

GIBI says:
Sent 25 September 2017, 14h28
Complimenti e tanti auguri ... due compleanni festeggiati proprio con un bel misto in tranquillità ... 2000 metri di dislivello !!! ... ma allora quando vi agitate cosa fate ?

ciao Giorgio

Simone86 says: RE:
Sent 26 September 2017, 13h55
in realtà, considerando l'idea iniziale di anello, prevedevo 1700 di dislivello che, con scarpe e zaino leggeri, non sono cosi pesanti come in attrezzatura da montagna. Purtroppo l'andi-rivieni è stato comunque pesante!

blepori Pro says:
Sent 26 September 2017, 13h56
Simone, tu ti cacci sempre in situazioni pericolose, questo è un incoraggiamento perverso al mega-giro!

Purtroppo domenica da' brutto, mi sa nisba pizzo di Claro.

Benedetto


Post a comment»