COVID-19: Current situation

M. Ucia,Corna de Caì e poi il Senter Bandit...giro pomeridiano, così "superiamo" GIBI!


Published by Menek , 19 May 2017, 13h47. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:18 May 2017
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 3:15
Height gain: 760 m 2493 ft.
Height loss: 760 m 2493 ft.
Route:A gattachecca, di Km 7,800
Access to start point:Brescia- Caino- Colle/Passo Sant'Eusebio. Discreto parcheggio alla partenza e vicinanze.
Maps:Kompass Tre Valli Bresciane- Open Street Map

L’idea di fare un giro nel tardo pomeriggio è venuta a Rosa, ma come al solito, trovare un giro che aggradi entrambi tocca a me. Dopo una prima idea che ci avrebbe portato sulla Punta Cornacchia, alla fine decido per la Corna de Caì, un giro che conosco e che  in parte ho già fatto in invernalehttp://www.hikr.org/tour/post104991.html, l’ambiente che incontreremo piacerà sicuramente a Rosa.

Partiamo da Sant’Eusebio che sono passate le 16:00 e subito affrontiamo lo strappone che ci porta verso la Bocca del Zuf, passando prima da un capanno che un po depista. Dalla Bocca del Zuf la pendenza prende una piega decisamente più “umana”, anche se qualche strappetto c’è ancora, passati dall’impercettibile M. Scalette Albere, tempo 15 minuti e ci ritroviamo sul M. Ucia dove una targhetta posta su una roccetta almeno ti da l’idea di dove sei.

L’ambiente è molto selvaggio e contrasta palesemente col giro fatto in invernale, ovvio;  riprendiamo ancora il cammino in continui saliscendi, mai impegnativi, giunti nei pressi della Corna de Caì ora non ci resta che togliere gli zaini perché dobbiamo affrontare una spaccatura molto stretta che ci porta sulla Corna. Passato il budello e fatti due passi di I° spuntiamo sulla Corna, cima molto piccola a livello di metri quadrati ma assolutamente bella per la vista che si gode, ma anche per la sua verticalità. 1h40.

Ci godiamo questo momento e facciamo le foto, ritorniamo dove abbiamo lasciato gli zaini e poi decidiamo il da farsi; io sono propenso di cercare il Senter Bandit, non sapendo dove sia di preciso, ma questo mi piace e lo sapete, convinta anche Rosa a fare questa deviazione partiamo subito di grande lena.

Stavolta troviamo la deviazione “incriminata” che l’altra volta ho saltato, la neve aveva coperto la bollatura/segnaletica posta su una roccetta ed io avevo continuato il mio cammino sino al Passo del Lupo. Scendiamo in maniera ripida, su una traccia che a volte si perde, qua non bisogna perdere la lucidità e con un po di esperienza spuntiamo nei pressi di un roccolo dove subito ci fa pensare che, se il cacciatore arriva qua allora il sentiero diventa più agevole. Dalla deviazione a qua qualche vecchio micro-bollo c’è, ma bisogna cercarlo con il lanternino.

Dal roccolo adesso restiamo in diagonale con brevi saliscendi, ma la bollatura è presente e a parte qualche deviazione che un po mette in difficoltà ed attraversando un bel bosco selvaggio, ora risbuchiamo sul sentiero fatto all’andata, su discesa sdrucciolevole ora torniamo “vincenti” alla macchina. Contenti anche stavolta di essere usciti dai guai.
 

Nota 1): Interessante giro che sfiora il Parco delle Cariadeghe , luogo dove le grotte sono molteplici; in se e per se difficoltà tecniche non ce ne sono, se non nei pressi della Corna de Caì, ma il T3 (EE) è d’obbligo vista la difficoltà d’orientamento che dalla Corna stessa porta al Senter Bandit e poi al raccordo col sentiero 391 fatto all’andata. Giro buono quando le temperature sono fresche.

 

Nota 2): Ma Eric? Bandito…

 

                                                                                    BANDITO.
 

Tra marito e moglie io ci metto il dito,

non punto a spaccar coppie ma a tener  vivo il mito,

se cali le mutande per me è un grande invito.

Bandito,

aiuto anche i single ed io mi faccio ardito,

la fame vien mangiando e sia buon appetito,

sfregando le posate produco dell’attrito.

Bandito,

se tu mi schiacci l’occhio è chiaro che ho capito,

mi sento un gran prurito se sono concupito,

sfoggiamo l’ardimento… sotto l’albero fiorito.

Volevo esser più spinto ma invece ho assai fallito, e in fondo mi domando: chi cazzo è mai Bandito?

 

A’ la prochaine!          Menek,Rosa


Hike partners: Menek, rossa


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (14)


Post a comment

danicomo says:
Sent 19 May 2017, 14h13
Ho controllato sul calendario!
Ormai, bisogna dirlo e scriverlo, Poge ti fa una pippa!!!!

Menek says: RE:
Sent 19 May 2017, 14h19
Non credo che il buon Andrea mi faccia una pippa, ma in tal caso non credo sia contento... :)))
Ciao Doc
Menek

danicomo says: RE:
Sent 19 May 2017, 19h27
Ovviamente era riferito alla quantità di gite in giorni lavorativi....

Menek says: RE:
Sent 19 May 2017, 21h21
Eh, chissà a cosa pensavo io... :)))

danicomo says: RE:
Sent 20 May 2017, 18h48
Mah....
Vedevo che ti allargavi.... :)))

Menek says: RE:
Sent 20 May 2017, 22h20
:)))))))))))))))))))

Andrea! says: RE:
Sent 23 May 2017, 08h16
Quindi nel dubbio e forse meglio stare lontani da Menek???

Scapperó in montagna ... :))
A.

Menek says: RE:
Sent 23 May 2017, 08h19
Trank Andy, qualsiasi scelta fai indovini.... esclusa la pippa! :)))
Ciaooo

veget says:
Sent 19 May 2017, 15h10
Che bel pomeriggio, trascorso in una zona non "banale".... canalini,tratti attrezzati, no bollature...vegetazione alta.
Le foto che, mostrano i magnifici fiori e i volti sorridenti....Testimoniano quanto sopra!!!
Bravissimi!

Ciao Rosa e Dome
Eu

Menek says: RE:
Sent 19 May 2017, 15h14
Ancora una volta l'istinto ha travolto la prudenza, e non tanto per la salita alla Corna, ma quella di andare a scoprire il Senter Bandit, che è poco segnalato e visibile. Se no che Senter Bandit sarebbe?
2/3 di Senter Bandit è in saccoccia. Mafari in futuro lo faccio tutto in giornata, ma devo organizzarmi...
Ciao Eu
Menego

Poncione says:
Sent 20 May 2017, 22h41
Sudo soltanto a vedere le foto, con quella foschia... :)
Ciao ragazzi.

Menek says: RE:
Sent 20 May 2017, 22h58
Guarda Emi, a dir la verità ad un certo punto si stava bene, arietta bella fresca... Ciaooo
Menek

GIBI says:
Sent 21 May 2017, 00h43
Bel giro pomeridiano e infrasettimanale ... che invidia ! ... grazie poi per l'immeritata citazione anche perché a quell'orario lì la temperatura è già più fresca quindi mi sembra più indicata la fascia oraria verso le escursioni notturne di massimo e numbers !

ciao Giorgio

Menek says: RE:
Sent 21 May 2017, 14h16
Ciao Gio,
l'orario è un po anche il tuo se si fa il tranzo lungo... :)))
A presto
Menek


Post a comment»