COVID-19: Current situation

Mazza dell'Inferno - 1926 m


Published by irgi99 , 17 May 2017, 14h29.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:14 May 2017
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:30
Height gain: 1119 m 3670 ft.
Height loss: 1134 m 3720 ft.
Route:9.32 km
Access to start point:All´uscita di Gravellona Toce, seguire le indicazioni per Omegna, Valle Strona e Forno Valle Strona, dove è possibile lasciare l'auto all'inizio del paese.
Maps:Kompass 97 Varallo Sesia-Omegna-Lago d'Orta

"Ehi, ma sta cominciando a piovere!"
"Massì, saranno solo 4 gocce...." :)
:)

Partiti con un sole che spaccava le rocce, ad un certo punto.... BOOMM!
Improvvisamente ci ritroviamo nel bel mezzo della nebbia, pioggia, qualche tuono. E il 
sentiero di discesa dove sarà ... Boh?? Discesa di fortuna... Fortunatamente dopo un'oretta le nebbie si alzano un poco e, alla fine, non so come, ci ritroviamo a percorrere la dorsale che termina proprio sopra l'abitato di Forno. Dopo aver capito dove eravamo finiti, ravanando un po', riusciamo a ritrovare il sentiero che avremmo voluto fare in discesa (quello proveniente dall'Alpe Campo), e, belli fradici, torniamo alla macchina.

 
La Mazza dell'Inferno, nome particolare dai chiari ed evidenti richiami danteschi, è una vetta secondaria della Valle Strona. Se salita dalla cresta est, questa cima si presenta come una serie di dossoni erbosi; al contrario, se raggiunta da ovest, appare molto più scoscesa e rocciosa, tant'è che alcuni tratti, poichè esposti e a tratti un poco aerei, sono stati attrezzati con catene. Dalla cima si gode di un ottimo panorama verso le cime della Val d'Ossola e della Valle Strona, tuttavia, il Gruppo del Rosa è nascosto dalle vette più alte del fondovalle.


Dall'abitato di Forno (q. 903 m), proseguire lungo la strada asfaltata in direzione di Campello Monti per circa 1,2 km. Nei pressi della Cappella Santa Lucia (q. 969 m e sul lato destro della strada), parte il sentiero segnalato per l'Alpe Ravinella. 
Il sentiero, inizialmente molto ripido, risale, in un bel bosco di faggi, il Vallone di Ravinella, fino a raggiungere i ruderi dell'alpe Colletto (q. 1236 m). Le pendenze, ora, si affievoliscono un poco e tratti pianeggianti o in leggera discesa si alternano a tratti più ripidi. Dopo aver perso un 10/20 metri di dislivello per attraversare il torrente, il tracciato riprende a salire deciso sulla sinistra orografica della valle, fino all'Alpe Ravinella (q. 1351 m e 1,15 h dalla partenza). 
Un attimo prima di raggiungere il sopracitato alpeggio, svoltare decisamente a destra, in direzione dell'Alpe Ventolaro e della Mazza dell'Inferno. 
A questo punto, il tracciato tende un poco a perdersi, sia a causa dei segnavia oramai sbiaditi, sia a causa del terreno che, in alcuni punti, è un po' franato. 
Ad ogni modo, ben presto, si esce definitivamente dalla vegetazione e, con un breve traverso verso est, ci si porta nel bel mezzo del Vallone di Ravinella. I segnavia, così come la traccia, ora, scompaiono del tutto. Nonostante ciò, il percorso da seguire è sempre ben evidente: basta puntare al Colle Ventolaro (presso cui sorge anche l'omonima e ben visibile Alpe), caratteristico valico che si affaccia sulla Val d'Ossola e posto tra la Mazza dell'Inferno e il Monte Ventolaro.
Nel risalire il vallone, ad un certo punto, si rincontra una traccia abbastanza evidente che, tagliando l'anfiteatro,
 conduce all'Alpe Ventolaro e all'omonima Bocchetta (q. 1765 m e 2,30 h dalla partenza).
Da qui, svoltare decisamente a destra e seguire un sentierino che si inerpica, abbastanza ripido, lungo il filo della cresta SW della Mazza dell'Inferno. La cresta, inizialmente piuttosto erbosa, lascia ben presto spazio alle rocce. Alcuni passaggi, un po' esposti ed aerei, sono stati attrezzati con catene che facilitano moltissimo la progressione.
Raggiunta una prima elevazione (dove è posto un cartello), è necessario abbassarsi di qualche metro, per portarsi alla base della cima vera e propria, la quale si raggiunge percorrendo un ultimo tratto di cresta erbosa e poco esposta (q. 1926 m).

Per la discesa, è possibile compiere un bel giro ad anello, percorrendo la più semplice cresta sud-est in direzione dell'Alpe Campo (q. 1737 m), località dalla quale è poi possibile tornare alla macchina.

Che avventura! Però... mai più temporali in montagna!!!!! 

con mamma, Gianni, Carlo e Paola.


Hike partners: irgi99


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (12)


Post a comment

Menek says:
Sent 17 May 2017, 17h28
Hai ragione Irene, mai più temporali in montagna, soprattutto quando si è sulle rocce! Ciao

irgi99 says: RE:
Sent 17 May 2017, 20h44
Concordo! E meno male che ha cominciato a tuonare quando eravamo fuori dalle catene!

Giansa says: acquazzoni in Val Strona
Sent 17 May 2017, 20h25
Anche sabato è stato così!
Almeno voi siete arrivati in cima,noi siamo stati respinti dalla neve.
Cari saluti.
Elena e Giampiero

irgi99 says: RE:acquazzoni in Val Strona
Sent 17 May 2017, 20h45
Sì ho visto la vostra gita!
Infatti avevamo una mezza intenzione di fare l'Usciolo e la Ravinella poi visto che si vedeva su ancora un po' di neve abbiamo deciso di rimandarle! :)

Poncione says: RE:acquazzoni in Val Strona
Sent 17 May 2017, 21h10
E scelta migliore non potevate fare... ;)
Ciao, bravi

irgi99 says: RE:acquazzoni in Val Strona
Sent 17 May 2017, 21h47
:)
Grazie e buona serata! Ciaoo!

Simone86 says:
Sent 18 May 2017, 08h18
Azz pure le catene, di certo non tranquillizzano se inizia a tuonare. Precisa descrizione e saggio giro in vista del meteo, complimenti a tutti!

irgi99 says: RE:
Sent 18 May 2017, 12h30
Già! Infatti meno male che i tuoni sono arrivati dopo il tratto attrezzato! Ho una fifa dei temporali!!!
Grazie
Irene

giorgio59m (Girovagando) says: Bravi/Brave
Sent 18 May 2017, 09h05
Sempre belle le avventura da raccontare!
complimenti per il bel giro, scrivi proprio bene, belle relazioni e foto.
Ciao!

irgi99 says: RE:Bravi/Brave
Sent 18 May 2017, 12h32
Grazie mille.. :)
ciaooo

GIBI says:
Sent 18 May 2017, 16h45
Proprio di gran richiamo l'Alpe Ravinella nel passato week-end ... voi domenica, sabato il gruppo di Varesini ( o Varesotti ) ... e poi anche voi per non farvi mancare niente avete usato gli tutti gli effetti speciali ... tuoni ... fulmini ... avrete mica pronunciato la frase magica alla Guido Meda ... semaforo verde scatenate l'inferno !

ciao Giorgio

irgi99 says: RE:
Sent 18 May 2017, 17h27
ahahaha dev'essere proprio la zona .... :)
ciao Irene


Post a comment»