COVID-19: Current situation

Moregallo "all you can eat"


Published by rochi , 24 April 2017, 20h52.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:24 April 2017
Hiking grading: T4 - High-level Alpine hike
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Via ferrata grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 6:30
Height gain: 1200 m 3936 ft.
Height loss: 1200 m 3936 ft.
Access to start point:A Valmadrera seguire i cartelli marroni per San Tommaso sino alla località Belvedere dove tuttavia ci sono pochissime possibilità di parcheggio.Queste sono più presenti sulla strada che via arriva o in centro paese.

Come in un ristorante dove si può mangiare a volontà, oggi con l'amico Francesco, sul Moregallo, non ci siamo fatti mancare niente. E come avremmo invero potuto? Questa è una montagna straordinaria che ci ha incantati per la varietà degli ambienti e le sue vie di accesso mai banali. Un po' di nebbie, soprattutto nella parte alta, hanno accresciuto la severità dell'ambiente e, di conseguenza, il fascino della gita.
Portata l'auto qualche decina di metri sotto la località Belvedere a Valmedrara, abbiamo raggiunto tale sito e continuato su selciato ripido ma ben camminabile sino ad arrivare allo splendido balcone ove risiede la chiesa di San Tommaso. Le indicazioni sempre presenti ci hanno qui diretto a destra e, grazie ad un lungo traverso ascendente nel bosco abbiamo raggiunto la Fonte di Sambrosera in meno di un'ora.
L'ameno luogo è l'hub del Moregallo, dove incrociano molti sentieri e da dove si può sostanzialmente andare in ogni luogo. C'è una bella fontana di acqua sorgiva e qualche panchina per riprendere fiato.
Intercettiamo qui il segnavia per il canalone Belasa, attraverso il quale intendiamo raggiungere la cima del monte. La traccia è appena evidente ma numerosi bolli rossi sugli alberi impediscono di sbagliare. Sinchè camminabile, il canalone si presenta estremamente ripido, poi cominciano le pareti di roccia che oppongono difficoltà sino al II grado. Quando il canale si restringe divenendo un ambiente spettacolare circondato da arditi pinnacoli, le pareti si fanno più problematiche presentando opposizioni di III/IV grado. In questi casi sono presenti solide catene alle quali è stato necessario attaccarsi per superare le difficoltà. Su questi ostacoli occorre prestare molta attenzione e sono da evitare in caso di bagnato; se fossi stato solo avrei certamente utilizzato il set da ferrata per farmi sicura, set che invece è rimasto nello zaino grazie alla presenza rassicurante di Francesco che saliva come un gatto alla velocità della luce.
L'esposizione non è mai eccessiva, tuttavia una caduta non è augurabile per le conseguenze che potrebbe avere.
Dopo l'ultimo tratto attrezzato, dove c'è un cartello indicatore, abbiamo evitato l'uscita sui ripidi prati per deviare a sinistra ed intrapprendere un lungo traverso decisamente esposto che ci ha fatto circunnavigare un torrione abbassandosi un centinaio di metri, per riprenderli successivamente in fantastico bosco sino a giungere alla bocchetta di Moregge, dove gli sguardi sul sottostante lago sono mozzafiato.
Abbiamo quindi deciso di continuare sulla Cresta Ovest, la quale prevede tratti attrezzati, il primo dei quali ha più l'aspetto di una ringhiera che di una catena da utilizzare.
Permanendo molto aerei sul filo di cresta siamo giunti ad un'ulteriore bocchetta e qui, probabilmente per la nebbia che si faceva fitta, abbiamo smarrito la via classica sulla cresta. Ravanando non poco ci siamo abbassati allora su terreno infido sin sotto l'edificio sommitale del Moregallo che abbiamo risalito arrancando su un prato molto ripido.
Finalmente sui prati sommitali ci siamo stupiti della dolcezza del luogo che nettamente contrasta con l'asprezza della via di salita. In pochi minuti abbiamo raggiunto la cima dove ci sono una Madonnina ed una Croce. Al riparo di un masso abbiamo fatto una pausa freddolosa per poi decidere la discesa che abbiamo affrontato secguendo il sentiero per Preguda\Valmadrera.
Dopo una discesa, il sentiero obbliga ad una risalita in cresta, fa passare dall'altra parte e comincia a scendere molto ripido e spaccaginocchia transitando per la località Zucon prima e il Sasso di Preguda poi. Questo è un altro eccellente luogo dove, addossata al Sasso c'è la chiesetta di San Isidoro, posto tanto bello da essere eletto dall'Abate Stoppani per le sue meditazioni.
Dopo il Sasso la discesa si fa più dolce e i sentieri più ampi transitano per le abitazioni e fattorie alte di Valmadrera.
Siamo così atterrati sull'asfalto in località Preguda in paese e ci siamo sciroppati i "soliti" due chilometri di asfalto per tornare (non senza un'ultima erta salita) all'auto che ci attendeva, sonnacchiosa, da sei ore e mezzo al termine di questa scorpacciata escursionistica - alpinistica di cui conserveremo a lungo il sapore.
I dislivelli tengono conto dei saliscendi citati sul report; i tempi comprendono una buona mezzora di pause totali, il lento procedere sulle difficoltà del canalone e il (mio) lentissimo procedere in discesa.
Sviluppo: 12 km circa; SE. 24 km circa.

Hike partners: rochi


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4 II
T3
16 Jun 12
Monte Moregallo · stefano58
T3+
26 Dec 15
Moregallo · grandemago
T3
2 Jun 13
Monte Moregallo · Max
T3+
8 Apr 12
in cresta al Moregallo 1276 m · homo selvadego

Comments (10)


Post a comment

danicomo says:
Sent 24 April 2017, 20h57
Canale splendido, atmosfera pure, ottima scelta!

rochi says: RE:
Sent 25 April 2017, 18h23
Un canale propedeutico che fa venir voglia di provarne altri; la tua zona ne è ricca.
Ciao!!!
R.

danicomo says: RE:
Sent 25 April 2017, 20h51
Ti consiglio il Comera al Resegone.
Famoso in inverno dove però bisogna esser bravini e capitano incidenti, in estate è molto plaisir in un bell'ambiente e mai difficile.

rochi says: RE:
Sent 25 April 2017, 21h48
Preso nota, grazie!!!!

Poncione says:
Sent 25 April 2017, 17h53
Bello e selvaggio il Moregallo, ottima scelta Rochi.
Ciao

rochi says: RE:
Sent 25 April 2017, 18h24
Veramente un luogo "luxury edition", da tornarci.
Ciao!!!
R.

Menek says:
Sent 26 April 2017, 15h19
Interessante...bella Rock!!!

rochi says: RE:
Sent 26 April 2017, 20h42
Da come ti leggo, caro Menek, mi sembra un ambiente adatto alle tue propensioni e gusti, pertanto te lo consiglio vivamente.
Lecco non è così lontana..
grazie, ciao!!!
R.

gbal says:
Sent 28 April 2017, 12h53
Una gita ripagante e di grande valore questa.
Bravo Rocco

rochi says: RE:
Sent 28 April 2017, 13h22
Grazie Giulio, la migliore in questo 2017, al momento!
ciao!!
R.


Post a comment»