Cima di Nèdro 2622 m


Published by froloccone , 5 July 2016, 21h26. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike: 3 July 2016
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Madöm Gross   CH-TI   Gruppo Cima di Gagnone 
Time: 11:00
Height gain: 1800 m 5904 ft.
Height loss: 1800 m 5904 ft.
Route:Come Waypoints

Esistono cime,spesso dimenticate o sconosciute ai più,che esercitano un fascino particolare;questo è quello che ha scaturito in noi la Cima di Nédro,l'anno scorso,quando la osservammo ed evitammo per questioni di tempistica, in occasione di un'escursione non meno interessante (http://www.hikr.org/tour/post95551.html). Un po perchè esclusa dalla VAV,un po per la sua conformazione,ci è parso di capire,ci sale quasi nessuno.Nonostante la pioggia del giorno prima,alla partenza,ci rendiamo  conto,che il meteo,come da previsioni sarà fantastico  e con questa premessa partiamo alle 7:30 da Frasco seguendo le indicazioni ufficiali per la Capanna Efra,che raggiungiamo in 3 h esatte;passando,prima dall'alpe omonimo, poi dal meraviglioso lago.Dopo una doverosa pausa,prendiamo per pochissimi metri il sentiero bianco/blu per la Capanna Costa,deviando per una bella traccia con bollatura  non ufficiale.Questa traccia,è già stata utilizzata da noi l'anno scorso quando "conquistammo" Cima di Efra e Basal;si tratta di un sentiero,bollato in blu e rosa,che permette di raggiungere comodamente il vallone detritico sotto il Basal(punto da me chiamato Q 2400 m ).Sicuramente più lungo,ma decisamente più comodo. Vista da questa prospettiva, la" nostra" vetta appare davvero impossibile.........Non ci resta che raggiungere il pendio S della cima di Nédro,riagganciandoci con gli itinerari 1503, e in seguito ,con il  1502 della Guida delle Alpi Ticinesi Vol 2.Il"trucco", sta nell'attraversare tutto il versante SW in direzione NW ,sotto la cresta che collega Basal e Nédro,mantenendo più o meno i 2400 m  ,tramite una traccia di capre,evitando così gli scogli rocciosi e bagnati e   perdite di tempo in cresta, per aggiramenti di alcune torri. Cristian "molla il colpo" e decide di aspettarci in sicurezza  e a vista.Io e Emiliano,ripartiti,finiamo l'attraversamento e cominciamo finalmente a salire; ora viene la parte più tosta:si sale su cengette erbose e detriti,con una pendenza importante,che aumenta man mano ci si alza,dove occorre anche usare le mani,sino a prendere la cresta sopra citata(ESE).Sotto l'ultimo salto roccioso che sbarra la strada,si passa sul versante SE,si attraversa  risalendo la ripida rampa erbosa(esposta) e con un salto di roccia (massimo  I°)si monta quasi in cima.Da quì, per cresta o per sentiero di capre sul versante Verzaschese,in un minuto si raggiunge la cima principale.Nonostante il poco tempo a disposizione, ammiriamo il panorama  "ultraselvaggio",soprattutto "guardando giù" nella Valle di Nédro...................Cerchiamo il misterioso libro di vetta senza successo.....Peccato!!!Ma dobbiamo presto scendere,Cristian ci aspetta!!La discesa,affrontata con la giusta concentrazione,non ci da nessun problema.  ramingo,che nel frattempo si è" ricaricato",decide di salire il Basal e Poncione lo accompagna.Io mi soffermo a crogiolarmi al sole nel  pendio detritico sotto la cima.Una volta ricompattati,dopo un doveroso pasto,ripercorriamo tutta la via dell'andata e arriviamo a Frasco alle 18:30 stanchi,accaldati e con i piedi fumanti.

CONSIDERAZIONI: Finalmente con un meteo splendido,abbiamo passato una giornata superlativa e il raggiungimento della selvaggia Cima di Nèdro, ne è il giusto coronamento.Abbiamo trovato condizioni quasi perfette,al mattino temperatura perfetta e erba asciutta; mentre al pomeriggio il caldo in discesa si è fatto sentire.Cima per nulla facile,vista la complessità,anche dalla cosiddetta via "normale" che sommata alla forte pendenza, al tipo di terreno,al lungo avvicinamento e  alla scarsa frequentazione, ne fanno una cima "sudata" ma, per chi ama i terreni davvero selvaggi,ne è la perfetta rappresentazione ed è stato un piacere   rendergli omaggio. Anche se la sensazione di esposizione è minore rispetto alla Cima  di Efra, non si scherza e una caduta avrebbe conseguenze fatali.Il panorama,è superlativo e la sua posizione centrale e isolata,permette una magnifica" visione di Ticino".Impressionante l'abisso che pricipita nella Valle di Nèdro.Un grazie doveroso a tapio,jules e varoza per l'ispirazione e la condivisione di informazioni che ci hanno permesso la riuscita di questa fantastica escursione.Un grazie speciale a Poncione e ramingo per la memorabile giornata.


Valutazioni tecniche: Frasco-Capanna Efra=  T2

                                       Capanna Efra-Q 2400 m=T3

                                       Q 2400 m-Cima di Nèdro=T5 o F

 Salita 5h e 45 min, discesa 4 h. Tempo totale compreso di tutte le pause. Il dislivello si riferisce solo alla salita alla Cima di Nèdro.

Poncione
Poco davvero da aggiungere rispetto a quanto scritto da Ale. Posso solo dire che si tratta di una cima davvero bella sia da vedere che da salire, se si è portati per questo terreno tipicamente verzaschese... "impossibile" da salire vista da lontano, ma in realtà più agevole del previsto poichè comunque non ci sono passaggi "tecnici" da affrontare nonostante una pendenza fortissima, specie nella parte finale. La giornata meteorologicamente perfetta ci ha permesso di godere dalla sua vetta di un panorama altamente grandioso, dopo tanto maltempo... Ci voleva proprio.
Bello risalire anche sul (relativamente) più docile Basal, il cui impressionante versante occidentale è l'esatto contrario di quello orientale: verticalità pura.
 Anche stavolta la meravigliosa Verzasca è stata con noi generosamente foriera di emozioni e tanta selvaggia bellezza. Grazie ad Ale e Cristian per la bellissima giornata e... Avanti così.

Hike partners: Poncione, froloccone, ramingo


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (34)


Post a comment

rochi says:
Sent 5 July 2016, 21h44
Bravi cacciatori di fiere sconosciute....
Ciao!!
R.

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h43
Grazie Rocco!!!!!!! Ciao ALE

micaela says:
Sent 5 July 2016, 22h28
...E voi siete stati generosamente forieri di emozioni col vostro omaggio a questa meravigliosa cima della Verzasca!
Micaela.

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h43
Grazie Mic...............Emozioni sempre!!!! Ciao ALE

danicomo says:
Sent 6 July 2016, 00h15
Bravi soci, era un sospeso e lo avete sistemato...
Per curiosità.... quante zecche?? Vipere??
Daniele

GIBI says: RE:
Sent 6 July 2016, 11h51
tanto per informazione :

http://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/16_luglio_01/allarme-zecche-belluno-7-ricoveri-encefalite-causata-morso-a6de0f32-3fad-11e6-83d3-27b43c152609.shtml?refresh_ce-cp

danicomo says: RE:
Sent 6 July 2016, 18h07
Da anni si sa che nel bellunese (e in Austria) c'è questo rischio.
Da noi non è stata ancora descritta.
Esiste anche un vaccino che, vivendo o dovendo andare da quelle parti, si può fare....

GIBI says: RE:
Sent 7 July 2016, 14h57
... e anche oltre Gottardo specialmente in zona Zurigo pare che la situazione sia molto preoccupante !

Poncione says: RE:
Sent 6 July 2016, 13h42
UNA zecca, ZERO vipere, UNO stambecco, UN camoscio.
E TRI Matt. :)

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h45
Ciao Doc,bella cima!!! Zecche??? A sto giro "solo" una nella coscia sx Già mi mancano!!!! :))))...........Vipere nisba!!!! Ciao ALE

GIBI says:
Sent 6 July 2016, 08h26
Pur dovendo rimanere purtroppo a casa domenica mattina quanto mi sono svegliato e ho visto il sole sono stato contento soprattutto per voi perché sapevo cosa avevate in programma di fare ... aspettavo giusto poi di vedere il report per vedere se eravate riusciti nell'impresa ed ora eccomi accontentato !

Come sempre bravi e complimenti per aver scelto un obiettivo della splendida Verzasca non usuale e frequentato.

ciao Giorgio

PS ... Emiliano proprio non te ne perdi mai una di cima ... dopo il Nèdro anche il Basal !

Poncione says: RE:
Sent 6 July 2016, 13h45
Grazie Giorgio. Direi che il Basal ci stava dentro, ed era giusto che Cristian si prendesse la sua bella soddisfazione, dopo aver rinunciato alla Cima di Nedro.
Ciao

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h46
Grazie Giorgio per il pensiero!!!! A presto ALE

Menek says:
Sent 6 July 2016, 09h22
Ma chi vi sta a dietro!!! Bravissimi, e, foto Powerrrrrrrr

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h47
Grassie Dom!!!!!!!!! A presto!!!!! ALE

igor says:
Sent 6 July 2016, 10h17
Bravi !!!!! Ciao Igor

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 14h47
Grazie Igor,come diresti tu è una cima" pregiata"!!!! Ciao ALE

ivanbutti says:
Sent 6 July 2016, 18h46
Bravissimi, il wild è davvero il vostro pane.
Ciao, Ivan

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 21h04
Grazie Ivan!!!!!Il vostro gruppo non è da meno!!!!!! Ciao ALE

gbal says:
Sent 6 July 2016, 19h12
Bravissimi, ognuno ha fatto la sua parte, ognuno ha fatto ciò che si è sentito. Di sicuro non è una "passeggiata"!
Comply

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 21h05
Grazie Giulio!!!!!Cima che piacerebbe anche a te!!! Ciao ALE

Sent 6 July 2016, 19h54
Antipasto: lago stupendo e capanna graziosissima...
Primo: cima selvaggia ed impressionante...
Secondo: tracciato spacca-polpacci, veramente esposto ma risolutore delle oggettive difficoltà...
Dolce: vetta finale e la tensione che diventa sorriso...

Con un MENU' del genere meritate VERI E MERITATISSIMI COMPLIMENTI per questa CIMA DI NEDRO salita da pochissimi e se né intuisce facilmente il motivo...

Gran belle foto anche!

Cari saluti...

Angelo

froloccone says: RE:
Sent 6 July 2016, 21h08
Grazie Angelo!!!!!Queste sono le cime che ci piacciono e che meritano sicuramente di essere conosciute,senza nulla togliere alle altre più conosciute. ALE

Simone86 says:
Sent 6 July 2016, 23h31
Una di quelle cime che, solo guardandola da lontano, affascina per la forma e terrorizza al pensiero di tentarne la salita. Ma come in molti altri casi, il trucco esiste! Non certo una facile prova, nervi saldi e piede fermo, bravi!

Poncione says: RE:
Sent 7 July 2016, 13h37
E' quello che "frega", Simone. La Cima d'Efra, che al confronto sembra un balenottero adagiato e arenato sulla parte sommitale della valle, al confronto reca insidie maggiori. Non è l'abito a fare il monaco, per usare un adagio scontato... :)
Ciao grazie

Sent 7 July 2016, 09h35
Bravissimi ... E cima spettacolare !
Ciao

froloccone says: RE:
Sent 7 July 2016, 15h24
Grazie Giorgio!!! Ciao ALE

veget says:
Sent 8 July 2016, 08h16
Complimenti Ragazzi!
la felicità che si legge nei vostri racconti è palpabile..... unita a grande generosità
Gitona!!! in un ambiente veramente selvaggio(oltre la capanna) le belle foto l'ho testimoniano e,dove ognuno ha trovato grande soddisfazione!!!
Continuate così!!!
Ciao
Eugenio


Poncione says: RE:
Sent 8 July 2016, 21h23
Grazie Eugenio, è stata davvero una bella salita e la soddisfazione tantissima.
Ciao

Andrea! says:
Sent 10 July 2016, 23h53
Va bè ... visto che non ho potuto partecipare mi "toccherà" andarci ... però in autunno.
A.

Poncione says: RE:
Sent 11 July 2016, 22h24
Uhm, non aspetterei troppo... quei prati ripidissimi con la paglia scivolosa possono nascondere molte insidie.
Ciao Andrea, grazie

froloccone says: RE:
Sent 12 July 2016, 20h56
Facendole tutte e tre insieme!!!!!!!!! Ciao e a presto! ALE

Varoza says:
Sent 17 August 2016, 16h42
Ciao,
bravi! Fa piacere che la descrizione sia stata utile. Ricordo che la Nèdro è proprio una bella cima!
Nooo...leggo che è scomparso di nuovo il libro? Quel tubo nero ha le gambe :-)
Saluti e ancora complimenti.
Vazoza

froloccone says: RE:
Sent 17 August 2016, 19h42
Grazie mille a te!!!!!!!!!E contento di rileggerti su hikr!!!!!!!! Ciao ALE


Post a comment»