COVID-19: Current situation

Cima Ziolera e concatenamento della cima Valsolera


Published by Amadeus , 26 October 2015, 11h33. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Trentino-South Tirol
Date of the hike:24 October 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Time: 4:45
Height gain: 727 m 2385 ft.
Height loss: 713 m 2339 ft.
Route:Rifugio Manghen, forcella dei Frati, Cima Valsolera, Cima Ziolera, Forcella Ziolera, Lago delle Buse

Bellissimo giro ad anello con doppio carpiato(Menek docet) per il concatenamento di due cime, due forcelle, due laghi ed alla fine un rifugio.
Siamo assieme al nostro amigos Ulderico, per fargli conoscere questo angolo del Trentino : il Lagorai, l'escursione che ho in testa ha avuto un anticipo nel giro che ho fatto alcune settimane fà (post100399.html) ed affascinato dai luoghi decidiamo di farci questo bel giro, il più corto dei tre percorsi previsti.
Partiamo sabato alle 7,30 da Verona, siamo al passo Manghen alle 9.30, decidiamo se salire alla forcella dei Frati, infatti non ci aspettavamo di trovare neve in quota, in effetti  non abbiamo con noi neanche i ramponcini, chiediamo al  rifugista che ci dice che diverse persone sono già salite senza attrezzatura invernale.
Saliamo Ulderico ? Si, bene ci avviamo sul sentiero 322, saliamo in ombra controllando eventuali tratti ghiacciati, alle 10.20 Irene arriva alla prima forcella, quella dei Frati, assieme decidiamo la prima ascesa al Valsolera un bel 2263 molto vicino alla forcella e la seconda allo Ziolera, per questo via gli zaini, si sale light!
Saliamo io ed Irene, Ulderico preferisce fermarsi ed aspettarci, sono diversi mesi che non fa escursioni, in 20 minuti siamo su; bel panorama quasi a 360 °, la cima del Ziolera ci impedisce la visuale verso le Dolomiti ma per il resto tutto merita.
Scendiamo alla forcella, lì prendiamo a salire verso il bivio del sentiero e la cima del Ziolera, quì nuovamente le nostre strade si dividono Ulderico rimane ad aspettarci e noi prendiamo a salire, Irene oggi è incontenibile, sale veramente veloce ed io faccio fatica a stargli dietro, arriviamo sotto la cima ora ci aspetta il tratto più impegnativo : un breve tratto di cresta ghiacciato e strapiombante ai due lati.   
Lo superiamo e siamo sulla cima, quì lo spettacolo è emozionante, giro attorno lo sguardo e vedo solo cime innevate, il sole è splendido sù in alto e la giornata veramente spettacolare; credo sia la più bella da molte settimane.
Ora scendiamo, con attenzione percorro la cresta in discesa, mi aiuto con le racchette, Irene è già partita cerco di raggiungerla ma ci riesco solo quando arrivo al bivio dove la trovo con Ulderico pronti per ripartire verso la forcella Ziolera.
Bene, se il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare, strano mi ricorda qualcosa.....comunque riprendiamo il sentiero 322 che percorre un lungo traverso sul fianco del Ziolera, arriviamo alla forcella da quì siamo a metà strada; ora pieghiamo a sinistra proseguendo il 322 in discesa, variante lievemente "alpinistica", sentiero stretto fortemente innevato per esposizione a nord.
Tratto attrezzato per un piccolo salto di tre metri, neve fresca con traccia, bellissima discesa, appagante, sotto di noi la valle con il lago delle Buse, lo superiamo ora la traccia del sentiero si immagina, la seguiamo, superiamo un rado bosco di abeti e larici, una sosta per "l'Eterno" un albero millenario, una serie di sbandamenti su ghiaccio ed alle 14.40 siamo di fronte ad un bel piatto fumante.  

Riflessioni :

Bell'anello di 7 Km
Ulderico ha ripreso le escursioni, veramente in gamba dopo la lunga sosta.
Irene mi ha stupito, in salita oggi nessuno gli stava dietro.
Io, bè per me una piccola soddisfazione : fatta cresta aerea senza alcun timore, specialmente in discesa!

Ho classificato in T3 il percorso, unico punto la cresta che potrebbe essere un T3+.....specialmente con la neve. 

Hike partners: Amadeus, pirene


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

Menek says:
Sent 26 October 2015, 21h12
Bellissimo giro e ottimo book fotografico! Bravi! Ciaooo

Amadeus says:
Sent 26 October 2015, 22h05
Telegrafico!

lumi says:
Sent 27 October 2015, 18h03
hmmmm....che cosa mi sono persa!
Un abbraccio forte a voi!
Lumi:)

Amadeus says: RE:
Sent 28 October 2015, 13h41
Grazie per l'abbraccio cara Lumi, spero che alla prossima sarai dei nostri?!

gbal says:
Sent 28 October 2015, 10h22
Bravo brother & Co.
Ulderico si sta sempre più innamorando di questi monti e tu ormai superi le creste come nulla fosse. Irene....beh lei è già brava di suo!

Amadeus says: RE:
Sent 28 October 2015, 13h41
Grazie per tutti, complimenti così stimolano.....:-)

patripoli says:
Sent 28 October 2015, 20h45
Sarete lontani dalle Orobie (neanche poi tanto.....) ma vicini al Lagorai....
Vi invidio!
Le Dolomiti sono un delle mie mete preferite.
Bravi tutti!

Amadeus says:
Sent 29 October 2015, 10h07
Dai le Orobie le raggiungiamo in 2 ore......se pò fà!

tanuki says:
Sent 2 November 2015, 10h28
Ammetto che, quando ho letto "una sosta per l'Eterno", ho pensato che fosse il tuo nomignolo :)

Amadeus says:
Sent 2 November 2015, 10h30
WAAAAAAAAA, grande Tanuki, ma non mi merito tanta longevità, mi basta qualche altro annetto; non nascondo che mi piacerebbe ri-camminare con tutti voi.:)


Post a comment»