COVID-19: Current situation

Ancora confusione per andare in montagna.


Published by imerio, 13 May 2020, 14h09. This page has been displayed 585 times.

Vedendo che domani c'è una finestra di bel tempo (dalle 14 alle 20), avevo deciso di fare un mordi e fuggi sui monti più vicini.
Prima di decidere la meta, ho però telefonato alle Polizie Locali di alcuni Comuni per sapere se c'erano ordinanze restrittive rispetto a quanto emesso da Governo / Regione Lombardia; ecco i risultati:
  • Moltrasio:è stata la prima scelta, in quanto vicina e raggiungibile subito dopo essere usciti dall'autostrada. La Polizia mi ha detto che multa quelli non residenti nella Provincia di Como. Sabato e domenica hanno avuto una sorta di invasione dalla zona Monza- Brianza e hanno fatto diversi verbali (i verbalizzati potranno fare poi ricorso alla Regione...).
  • Canzo: per fare escursioni è possibile arrivare nel Comune solo in bicicletta o in treno, in auto si viene multati (anche qui penso l’abbiano fatto per disincentivare le invasioni automobilistiche, perché a ben guardare, è più facile contagiare o essere contagiati in treno che in auto quando si è da soli o in due...).
  • Pasturo: accettano solo quelli che arrivano in deltaplano... (questa l'ho inventata io, però ci stava...).
  • Colico: hanno emesso ordinanze che vietano gli assembramenti lungo l'Adda e nelle zone dove si possono formare assembramenti; c'è invece tolleranza verso chi va per monti, soprattutto nei giorni non festivi.
  • Dubino: si viene indirizzati al Comune di Morbegno.
  • Morbegno: non ci sono limitazioni di sorta per che va in montagna, anche per chi viene da fuori provincia.
Come si vede, più si va lontano dalla Provincia di Milano (untori !) e più le possibilità si aprono, ma la distanza non è amica dei mordi e fuggi...
Alla fine, un po' tutti gli intervistati, mi hanno detto che dalla prossima settimana si dovrebbero allentare il divieti, ma prima conviene sempre chiamare il Comune dove si intende andare.
Credo che comunque rimarranno in vigore le misure per viaggiare in auto (2 per auto con mascherina), ma vedremo. 

Piuttosto, qualcuno sa com'è la situazione nel vicino Canton Ticino (Svizzera) ?
Grazie.
Imerio.

p.s. certo se pensiamo alla situazione di molte categorie di lavoratori o di attività commerciali ancora ferme (turismo, ristoranti, bar, ecc.), quello di cui racconto appare ridicolo... un grosso augurio a tutti questi lavoratori !!!



Comments (15)


Post a comment

Nevi Kibo says: Per ora, non con l'Italia
Sent 13 May 2020, 18h35
Svizzera, Francia, Germania ed Austria si sono accordate per una riapertura completa dei confini a partire dal 15 giugno, a condizione che la situazione epidemiologica non si aggravi. Non c’è invece ancora nessuna data per l’Italia, ha affermato il 13 maggio la ministra di giustizia e polizia Karin Keller-Sutter. Il turismo degli acquisti continua a non essere un motivo per passare il confine.

https://www.swissinfo.ch/ita/pandemia-di-coronavirus_svizzera-verso-l-apertura-delle-frontiere--ma-per-ora-non-con-l-italia/45756828

imerio says: RE:Per ora, non con l'Italia
Sent 13 May 2020, 20h30
Grazie. Imerio.

Nevi Kibo says: Apertura dei passi alpini
Sent 13 May 2020, 18h38
Ci perdiamo anche l'apertura dei passi alpini!
niente Lucendro, niente Sustenhorn, niente Galenstock!

Daniele66 says: RE:Apertura dei passi alpini
Sent 13 May 2020, 19h51
Ho capito.Mettiamo via gli sci..............Daniele66

Poncione says:
Sent 13 May 2020, 22h01
Italia stato "da operetta", per l'ilarità degli stati vicini e lontani. Ci vantiamo di avere le politiche migliori del mondo riguardo al covid... ma chissà perchè gli altri stati europei - Spagna esclusa - senza troppe pagliacciate e divieti hanno una situazione sotto controllo e noi no...

gbal says: RE:
Sent 14 May 2020, 10h18
Ciao. L'abbiamo dimostrato in tutti i modi che hanno fatto pensare più volte che malgrado l'ostentamento di sicurezza degli Editti in realtà si celasse dietro di essi il "si salvi chi può" e il "non sappiamo che pesci pigliare". Quando poi, per fortuna, la situazione si è rilassata un po' sono emerse varie figure di "ducetti" che a fronte delle indicazioni degli Editti nazionali hanno dato disposizioni contrastanti in ambito regionale, provinciale e comunale. Così abbiamo, ad esempio, la possibilità di girare in bici ma le ciclabili sono chiuse; la possibilità di andare in montagna ma recandosi allo start point a piedi da casa. La possibilità di correre ma non nei parchi e con indossata la mascherina che toglie il fiato e ricircola CO2 nel runner. Poi modifiche, contromodifiche impugnate dal sindaco del tal paesello ecc. ecc. Insomma un bel "rebelott"!

gbal says: RE:
Sent 14 May 2020, 10h24
....aggiungo che non siamo "soli al mondo". Mi risulta che in Ticino, almeno fino a poco tempo fa l'over 65 poteva fare escursioni a piacimento ma non poteva andare a fare la spesa (che tutto sommato, come esposizione al contagio o propagazione di esso, sembra una scelta intelligente visto che le vicinanze sono più probabili in un supermercato che all'aria aperta su un sentiero, sempre che l'escursionista sia dotato di cervello e di senso civico).

grandemago says: RE:
Sent 14 May 2020, 15h12
Diciamo che Inglesi e Americani hanno poco da ridere. Gli altri hanno avuto più "culo".
Sull'operetta (infinita) sono d'accordo con te.

Amedeo says: RE:
Sent 22 May 2020, 10h41
Scusate eh ma toccate una piaga aperta. I migliori in assoluto i tedeschi, leggete quello che hanno fatto, avevano 15 gg di vantaggio, ma a fine gennaio erano già pronti i test con la formula e altro! Solo un altro paese è stato in gamba, la Nuova Zelanda, ma sono in 5 milioni appena! Caro Poncione, leggi e scoprirai che a parte le due nazioni citate gli altri non hanno fatto meglio! Pagliacciate le ha fatte Fontana, dalla L.R. dopo il DPCM 8 marzo, in contrasto, che prevedeva tra l'altro la validità non sino al 3 aprile ma al 15 aprile. Vogliamo dire delle puttanata sui malati di Covid nelle RSA, oppure avere riaperto l'Ospedale di Alzano Lomabardo pieno di contagiati, o non aver fatto diventare zona rossa Alzano Lombardo e Nembro. O vogliamo parlare dell'eccellenza lombarda nella sanità di base = 0, eccelente si, ma nelle malattie gravi! O volgiamo parlare dei test sierologici a pagamento, non riconosciuti da Regione Lombardia che però se risulti positivo vai comunque in autoquarantena!? Caro Gbal stesso discorso vale per te, bisognava prendere decisioni drastiche e rispettare i DPCM, in attesa di riprendere e, adesso che abbiamo ripreso spero nel buon senso, inesistente, della maggioranza dei lombardi e non!

Poncione says: RE:
Sent 22 May 2020, 16h24
Caro Amedeo, la pagliacciata la confermano le cifre. Nazioni più popolose dell'italietta miserrima non si son quasi accorte del Covid, sia in Europa che in altri continenti.
Da noi solito blablabla e basta. L'operetta è sempre in scena, a Milano come a Roma. E il Finale, ahimè, molto lontano... anche perchè se ci fosse sul serio sarebbe alquanto sanguinario per tutti.

Ma le pecore belano, non attaccano.

Amedeo says: RE:
Sent 22 May 2020, 16h50
Quali nazioni? In quale continente? Si vede che non hai perso nessuno, io si, un caro amico. Io argomento non faccio il qualunquista! Non capisco a chi ti riferisci con le pecore, a me la cosa non tocca, io parlo sempre chiaro e crudo!

Poncione says: RE:
Sent 22 May 2020, 17h52
Mi spiace per il tuo amico, ma non è che esser toccati personalmente o indirettamente cambi lo stato delle cose. Nazioni a caso... est Europa, Asia centrale e Orientale, Nord Africa. In due parole... Terzo Mondo.

In Italia ormai siamo al quarto.

Amedeo says: RE:
Sent 22 May 2020, 18h05
No, non a caso, dati e nazioni specifiche, se no è parlare di nulla!
Quarto mondo in alcune Regioni come Lombardia e Piemonte, bravi invece nel Veneto e in Puglia! Il tuo è qualunquismo!

Poncione says: RE:
Sent 22 May 2020, 22h30
L'Italia è la nazione più "virtuosa" nelle politiche-Covid. Questo ripete il popolo belante seguendo le narcisistiche parole governative...

Vediamo un pò qualche dato "a caso", per la gioia di Amedeo...

I dati che riporto sono ufficiali ed aggiornati a pochi minuti fà (22-05-2020, circa h.19,00-20,00) e mi son permesso talora di arrotondare le cifre per eccesso o difetto.

E' una ricerca davvero macabra, ma visto che questi confronti non li fa nessuno (troppa fatica...) tocca farli a un qualunque "qualunquista" preso a caso.

Ci vorrebbe una bella tabella chiarificatrice, ma mi limito ai dati.

La "virtuosa" Italia (60.400.000 ab.) registra 228.000 contagi e 32.500 decessi.

Esaminiamo "a caso" altre otto nazioni europee, di cui una sola di superficie e abitanti limitata rispetto alle altre, cioè la Svizzera, scelta non casualmente poichè al centro di tre nazioni ampie e popolate quali Italia, Francia e Germania, tutte e tre molto colpite da Covid-19.

La Russia (ab.144.000.000) è la più contagiata in assoluto (326.000) ma i decessi limitati a 3.249, cioè 29.000 meno della "virtuosa" Italia.
La Gran Bretagna (ab.64.500.000) registra più contagi (254.000) e decessi (36.400) dell'Italia ma anche 4 milioni di abitanti in più.
La Spagna (ab.47.200.000) ci supera nei contagi (235.000) ma non nei decessi (28.600), comunque molto alti. In rapporto è al nostro stesso livello, senza essersi mai definita "virtuosa".
La Francia (ab.68.300.000) vede quasi dimezzarsi i contagi rispetto alla Spagna (144.000) a fronte tuttavia di una mortalità quasi pari (28.200), ma pur sempre inferiore all'Italia e con 8 milioni di abitanti in più.
La Germania (ab.83.000.000) è la vera "virtuosa" pur registrando più contagi della Francia (179.000, ma 15 milioni di abitanti in più) e un drastico calo di decessi rispetto alle nazioni enunciate sopra (8.300).
La Polonia (ab.38.500.000) tuttavia vede cifre davvero ridotte in proporzione a chi abbiamo letto sinora, sia nei contagi (20.400, ovvero meno del 10% totale rispetto Italia e Spagna) che nei decessi (1000).
La Romania (ab.19.600.000) registra 17.700 contagi (poco meno della Polonia, nonostante la popolazione sia la sua esatta metà) superandola addirittura nei decessi (1200).
La Svizzera (ab.8.400.000) infine risale bruscamente rispetto alle due nazioni precedenti nonostante il basso numero di abitanti con 30.700 contagi e 1650 decessi.

Di fatto dietro all'Italia possiamo registrare solo Spagna e Regno Unito. Sembra tuttavia che questo strano virus colpisca soprattutto le aree più produttive d'Europa, tralasciando quelle un pochino più indietro, un pò a macchia di leopardo... tanto che bisognerebbe chiamarlo "Leovid-19".

Ma vediamo come va nel resto del pianeta, sempre scegliendo "a caso", da buon "qualunquista".

Vediamo, vicino a noi, in Africa settentrionale.

Algeria (ab.42.000.000) e Marocco (ab.37.000.000), registrano rispettivamente 7.900 e 7.300 contagi, mentre i decessi risultano 600 e 200. Se riguardiamo solo i numeri della Romania si direbbe che il Terzo Mondo si sia trasferito sulle rive del Danubio.
In Egitto (ab.101.600.000) si raddoppiano i contagi (15.000) e anche gli abitanti, ma i decessi non sono di molto superiori all'Algeria (700).
In Nigeria (ab.201.000.000) ci si avvicina curiosamente ai dati del Marocco, con 7000 contagi e 210 decessi, ma con una popolazione quasi sei volte superiore. Il confronto con la Russia è crudele verso quest'ultima... il Terzo mondo ha scelto come nuova residenza anche la Moscova.

Cambiamo continente, ma sempre vicini all'Europa.

In Turchia (ab.82.000.000) abbiamo il perfetto metro di paragone asiatico della virtuosa Germania, contando 154.000 contagi (25.000 in meno) ma 4.200 decessi, cioè l'esatta metà.
In India (ab.1.380.000.000, poco meno della Cina) 118.000 contagi e 3600 decessi, numeri inferiori alla appena citata Turchia.
In Iran (ab.81.670.000) abbiamo 132.000 contagi e e 7300 decessi, con numeri e medie prossimi alla Turchia e la Germania.
La nazione del "popolo eletto" (ab.8.350.000, non a caso simile alla Svizzera) registra tuttavia 16.700 contagi, metà della Confederazione, e un numero assai irrisorio di decessi (280). Non si nasce "eletti" a caso...
In Giappone (ab.126.440.000) tuttavia sono quasi più "eletti" visto che i contagi sono poco inferiori (16.500) ma la mortalità è superiore tre volte tanto (800).
In Cina (ab.1.433.784.000), dove è nato il Covid-19, registrati 83.000 contagi, cioè 35.000 in meno dell'India, e 4600 decessi, poco più della Turchia.

Virus Leopardo e pure un pò nazionalista...

Vediamo il Continente più isolato...

In Australia (ab.25.200.000) sono 7.100 i contagi e 100 i decessi, meno della metà in ambedue i casi della "nazione eletta", ed inferiore anche alla Romania, il meno colpito stato europeo qui analizzato.

Chiudiamo col "Nuovo Mondo"...

Gli USA (ab.328.200.000) è di gran lunga la nazione più colpita del pianeta con 1.620.000 contagi e 94.500 decessi, numeri impressionanti rispetto alla Cina e l'India, che hanno popolazione 4 volte superiore e anche maggior densità.
In Messico (ab.128.600.000) si scende drasticamente con 60.500 contagi, quasi 4 volte meno di Spagna e Italia, e 6600 decessi (1700 meno della Germania).
In Brasile (ab.210.000.000) abbiamo 312.000 contagi, meno della Russia, e 20.100 decessi, cioè 12.000 meno dell'Italia "virtuosa".
Infine in Argentina (ab.43.500.000) abbiamo cifre poco dissimili alla ben lontana Algeria con 10.000 contagi e 416 decessi.

Ognuno tragga la propria conclusione sulle politiche "virtuose" - romane o milanesi che siano - dell'Italia.

Io ne traggo che siamo e saremo sempre uno stato e popolo da Operetta, materia in cui non temiamo rivali e siamo davvero "virtuosi". Anzi i primi ed unici al mondo. Chapeau.

Giù il sipario. Fuori le marionette. Applausi.

IL QUALUNQUISTA ;)

imerio says:
Sent 14 May 2020, 12h21
Alla Esselunga di Rho, gli over 65 hanno invece la fila dedicata...


Post a comment»