Fabrizio e Giordano che osservano le incisioni rupestri presenti sulle rocce affioranti presso “le chepèle d’Midi”: coppelle, balestriformi, un antropomorfo, scritte e date, ma soprattutto decine di cruciformi di varie tipologie, che rendono questa località una tra le più interessanti per lo studio della religiosità popolare.
 


Post a comment»