Val Bavona | Màter (1456 m) via Taragn


Publiziert von gmonty , 21. September 2015 um 20:21.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:19 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Castello 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 840 m
Strecke:8,0 km

Escursione breve e facile, adeguata alle condizioni umide e bagnate di questa parte della stagione. Rimane sempre una delle piu' belle escursioni della valle.

Da Sabbione si risale il pendio boscoso sul caratteristico sentiero ricoperto di muschio fino all'imbocco del vallone del Rio Magnasca, dove inizia il sentiero dell'alpe propriamente detto. La bellissima scalinata n.1 oggi è il punto di scarico di una piccola cascata che scivola lungo l'intera parete sovrastante, e saranno anche un centinaio di metri; la doccia assicurata si evita tuttavia passando a valle della scala, dove si ritrovano anche, su una placca, diverse tacche scavate, residui probabilmente dell'antico sentiero.
Al termine della scalinata, la cappelletta, che due anni fa era ancora abbastanza disastrata, è ora sistemata e restaurata.
Dopo le belle scalinate che seguono la cava si giunge alla bellissima scalinata n.2 (la mia preferita di tutta la valle); l'avevo conosciuta rovinata dal crollo del 2011 e ora è finalmente ricomposta. Peccato solo per la nuova ramina in acciaio inox, che guasta l'ambiente altrimenti molto pittoresco.
Dopo la scalinata si ritrova ancora il bellissimo settore con le tacche scavate, che introduce alla cascina isolata di quota 1160 m, dove abbandono il sentiero tradizionale per proseguire in direzione della cascina di Taragn.

Dalla cascina di quota 1160 (Tecin secondo la Nora Cattaneo) si prosegue quindi in direzione nord per una evidente traccia tra le felci; entrati nella boscaglia si continua per rade tracce o su terreno libero fino ad un valloncello con un piccolo rio, che si attraversa a quota 1200 m circa (ometto in sasso). Si sale quindi il pendio boscoso che costituisce il versante est del motto 1290 m (brevi tratti ripidi e/o umidi) fino alla base di piccola corona rocciosa sopra il quale si trova la vetta del motto stesso, e dove si ritrova un piccolo splugo. Si contorna a destra la corona rocciosa e si perviene nella piccola conca dove si trova la cascina di Taragn (1285 m ca.); il culmine del motto 1290 m è a due passi verso ovest, accessibile con una piccola scaletta in sasso.
Dietro alla cascina si risale il bosco in leggera ascesa diagonale verso destra fino a raggiungere il valloncello con il piccolo rio precedentemente attraversato a quota 1200 m; si risale il valloncello, alla sua sinistra, fino ad entrare su terreno aperto in una evidente pietraia, nel quale si ritrovano anche resti di sentiero e di scale in sasso. Si raggiunge il culmine della pietraia in direzione di un evidente pendio erboso tra piccole bastionate rocciose; si esce per tale pendio, un poco ripido, e ci si ritrova proprio davanti alle due baite di sasso che introducono l'alpe Mater.

Discesa per il sentiero tradizionale. 

Tourengänger: gmonty


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»