Val Solda: bivacco Alpe Pessina (CO),una giornata piovosa ma trascorsa ottimamente bene!


Publiziert von Alberto , 17. September 2015 um 16:47. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:13 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Zeitbedarf: 1:30
Aufstieg: 665 m
Strecke:Dasio m.580 - via per Buggiolo (sentiero delle 4 valli) - Valle di Bronzone - Ranco m.778 - bivio per Alpe Pessina - alpe Serte Nuova m.901 - garitta con panorama - Alpe Pessina m.1217 bivacco ERSAF KM. 4
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano - Chiasso - uscita Lugano nord - prendere la galleria di base del monte Ceneri - seguire per Lugano e poi per Gandria - Gandria - passato il confine italiano, prendere la nuova galleria lunga ben 3,300 km. per Porlezza, quando siete fuori, trovate delle possibilità per fare manovra e tornare indietro prendendo la strada lungo lago per la Valsolda e in meno di 1 km. siete al bivio per Dasio (seguire direttamente la segnaletica VALSOLDA, implica più tempo a causa della strada stretta) - Loggio - Puria - Dasio [p ] vicino la chiesa (fermata autobus).
Unterkunftmöglichkeiten:A Ranco m.770 verranno ripristinate delle strutture private come bed&brefast questo è quello che mi ha detto Antonello che ho conosciuto sul posto in cui ha una struttura. Alpe Serte m.889 ricovero di emergenza con un lato scoperto,attrezzato di tavolone per 10 persone - camino e legna - altri tavoloni con panche all'esterno - acqua esterna - wc esterni poco avanti sulla sinistra,mentre a destra vi è la fontana. Alpe Pessina m.1217 bivacco ERSAF sempre aperto: camino (attenzione che se c'è vento rimanda indietro il fumo) ,stufa a legna,stufa a gas,pentole di varie misure,piatti di plastica,consigliabile portarseli appresso,tavolone con possibilità per accomodare 12 persone,acqua all'esterno,camino esterno per barbecue,NO luce attrezzarsi di frontali,soppalco per 2/3 p.l. Alpe Fiorina m.1348 2 strutture,la principale con pannello solare e comignolo (quindi con riscaldamento) ma non è accessibile agli escursionisti i quali hanno a disposizione l'altra struttura in legno con all'interno 2 tavoli e nulla più) possibilità di cucinare ma all'esterno,acqua all'esterno tramite fontana - wc nei pressi. Alpe Vecchio m.1011 bivacco ricavato da un piccolo locale della struttura che si vede,camino,alcune pentole NO luce,4 brande,un tavolo per 4 posti a sedere,acqua esterna e wc funzionanti anche in inverno,possibilità barbecue esterno - un tavolone esterno al coperto per circa 8 persone.
Kartennummer:Kompass: lago di Como/lago di Lugano - cns n° 287 Menaggio/n° 1334 Porlezza

Vista da Alberto: Domenica le previsioni sono di un pessimo che fa desistere anche i più "cocciuti" che vogliono fare 4 passi,compreso il Bradipo,il quale non ama camminare a lungo sotto l'acqua in particolare e poi su percorsi poco sicuri e ovviamente pensando anche ad evitare che si facciano male coloro che lo seguono in condizioni meteorologiche poco invitanti.

Comunque la prassi è sempre quella: ridurre al minimo la possibilità che qualcuno si faccia male,evitare le cime da cui non si vedrebbe nulla e possibilmente,ricercare nel proprio bagaglio culturale in fatto di strutture,qualcuna che possa andare bene,sia come percorso che in fattore di tempistica.

Così,i neuroni si mettono in moto anche se un po confusi per via della impegnativa ricerca nel "data base" che ne è pieno di informazioni,ovviamente se aggiungiamo una struttura che non è stata ancora "vissuta" da coloro che sono predisposti a partecipare: non è facile,però con un po d'impegno cerebrale ecco che l'idea salta fuori e parte la mail senza dare precisazioni sulla destinazione.

L'orario è più che alla portata dei più (ore 8,00 a Grandate) ma a causa della meteo solo in tre affronteremo fino all'estremo delle nostre forze,questa giornata particolarmente "umida": il Bradipo,quasi immancabile,Gianluigi che non rifiuta le uscite con umidità elevata e Lorenzo che spera nel mio desistere ma invano he he he!

Alle ore 9,20 ci incamminiamo armati di ombrelloni,anche perché sono state annunciate piogge forti nel pomeriggio e giunti al bivio per l'Alpe Pessina,propongo di andare anche all'Alpe Serte che si trova a 5 minuti: per ora la meteo ha tenuto ma quando riprendiamo il cammino per tornare al bivio dove il cartello indica 30 minuti all'Alpe Pessina,comincia a piovere.

Giunti al bivacco alle ore 11,15 sotto la pioggia battente,ci si prepara per il pranzo: chi recupera l'acqua,chi taglia la legna per la stufa e via discorrendo.

All'interno del bivacco non vi erano più di 13 gradi e il fuocherello della stufa cominciava a farsi sentire piacevolmente e mangiare al caldo è la cosa migliore.

Il menù di oggi,dopo l'esperimento fatto a casa e ben gradito,lo voglio far provare quassù,cucinandolo tramite stufa a legna: la Cròpa (piatto tipico della val D'Arigna composto da panna,farina nera,patate e formaggio semi grasso),ovviamente Gianluigi non pensa che possa essere sufficiente,quindi provvede a procurare delle coscette di pollo e pancetta,inoltre vuole fare delle cipolle rosolate con l'aggiunta delle zucchine...mancava la torta e facevamo un pranzo completo!

Pare che l'esperimento sia stato gradito,diciamo che TUTTO è stato gradito e nulla è avanzato: dopo aver lavato le stoviglie si decide per qualche partita a carte: è piacevole trascorrere qualche ora al calduccio,in compagnia mentre fuori piove più che bene,purtroppo siamo consapevoli che beccheremo l'acqua anche in discesa,ma ciò non può rovinare la bella giornata trascorsa.

Arriva anche l'ora di ripartire e fuori piove: alle ore 16,00 ci rimettiamo in cammino sotto la pioggia che pian piano cessa dopo una decina di minuti che siamo in marcia...che i meteorologi abbiano sbagliato previsioni (può essere) o il nostro fondo schiena è perseguitato dalla fortuna?

Fatto sta che siam giunti all'auto senza più prendere una goccia di acqua,riuscendo pure a vedere ben 4 salamandre lungo il percorso.

A volte quando danno la giornata piovosa,scappa la voglia di muoversi (a prescindere che fra le regole di base non si dovrebbe andare per monti) però se si cercano percorsi "adattabili" alle circostanze meteo,riducendone i rischi al minimo,è sempre più salutare stare fuori di casa ovviamente,entrando in un'altra struttura,come questo bivacco,che ci possa ospitare e dare conforto per qualche oretta,giusto per ricaricarci le batterie e affrontare la settimana lavorativa che ci attende.

 

 

Ciao a tutti e alla prossima!


Tourengänger: Alberto, gianluigi


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

maxcross1 hat gesagt:
Gesendet am 21. September 2015 um 08:32
complimenti per tutte le tue escursioni. Per la scoperta di luoghi, di bivacchi e di rifugi.
Prima o poi, se mai riuscirò, mi aggrego

Alberto hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. September 2015 um 09:48
Ti ringrazio: la scoperta e la verifica di strutture che possono essere usate in caso di necessità o come alternativa in caso di maltempo è una scelta nata da tempo,poi anche per trascorrere 2 giorni in luoghi che possono soddisfare le esigenze di tutti.
Se vuoi mandami pure la tua mail che la faccio inserire,ciao!


Kommentar hinzufügen»