Punta dei Camosci 3044 m


Publiziert von cristina , 10. September 2015 um 12:42. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum: 5 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS   I   Gruppo Grieshorn 
Zeitbedarf: 1 Tage
Strecke:Diga Lago Morasco-Bettelmatt-P.so del Gries-Sentiero Castiglioni-Punta dei Camosci-Rif. Città di Busto-Lago Morasco-Diga.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada per Gravellona Toce proseguire per il P.so del Sempione. Seguire le indicazioni per Val Formazza. Dopo Baceno svoltare a dx fino al termine della strada. Posteggio libero sotto la diga, poi c'è il divieto ma in molti proseguono fino al termine del lago.
Kartennummer:Swisstopo 1:50.000 Nufenenpass

Perturbazione in arrivo ma, se andiamo a ovest però migliora prima, speriamo!

Partiamo mentre piove a dirotto, lampi e tuoni. Il buongiorno dato al nostro socio speriamo sia di buon auspicio!

Giunti a Baceno il tempo non è ottimo ma sicuramente meglio, ampi spazi di azzurro ci fanno ben sperare, anche se il proprietario del negozio di alimentari non sembra esserne sicuro!

Raggiungiamo Riale e posteggiamo sotto la diga del lago Morasco, siamo ligi e rispettiamo il divieto.

Fa freddo, tutta un’altra temperatura rispetto alla scorsa settimana e l’aria che si sta alzando non aiuta sicuramente. Saliamo alla diga, proseguiamo lungo la strada fino ai cartelli segnavia per il Bettelmatt.

Anche se la salita è ripiduccia e al sole rimaniamo ben coperti. Raggiungiamo la malga e proseguiamo per il P.so del Gries. C’è il sole ma scende qualcosa, al momento sembra nevischio proveniente dalla Svizzera.

Giunti al colle ci infiliamo nel bivacco ed io mi copro di più. Non so come faccia il nostro socio in pantaloncini corti, ma lo diciamo spesso, è un mezzo alieno per cui…

Proseguiamo lungo il sentiero Castiglioni, se salire o no in cima, lo vedremo al bivio. Continua a nevischiare ma la cosa più fastidiosa è il vento.

Raggiunto il bivio, la situazione è sempre la stessa e poiché la visibilità è buona, proseguiamo per la cima.

Si sale sempre ripidamente su buona traccia. Il panorama non è ottimo ma possiamo accontentarci.

Sorprendentemente in cima si sta anche benino ma non vogliamo sfidare la sorte per cui sosta breve e poi ritorno al bivio. Riprende a nevicare ma ora lo fa con gusto.

Al bivio proseguiamo per il rifugio Città di Busto, qualche passaggio assicurato con un’enorme catena e quindi arrivo al rifugio sotto una nevicata coi fiocchi nel vero senso della parola.

Mentre sostiamo al rifugio, smette di nevicare, qualche occhiata di sole ma il vento soffia imperterrito.

Dopo una bella sosta quindi scendiamo direttamente al lago Morasco, lo costeggiamo sul lato opposto, passiamo sulla diga per accontentare i due maschietti e infine siamo al posteggio.

Erano parecchi anni che non tornavamo in Val Formazza, è stato un piacevole ritorno!


Tourengänger: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 10. September 2015 um 18:44
Cazzo, la neve no!

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. September 2015 um 08:21
Quello lo avevamo già detto il 16 agosto in Val d'Aosta...

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. September 2015 um 17:13
:))))

Marco27 hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. September 2015 um 10:15
Tranqui, fa ancora in tempo a fare l'inverno più asciutto della storia..... ;-)


Kommentar hinzufügen»