Sentiero glaciologico del Basòdino, sotto la guida entusiasta ed esperta di Giovanni Kappenberger.


Publiziert von micaela , 7. September 2015 um 14:18.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum: 5 September 2015
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Castello   Gruppo Cristallina   Gruppo Pizzo San Giacomo   Gruppo Basodino   CH-TI 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 560 m
Abstieg: 560 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Valle Maggia: a Bignasco, subito dopo il ponte, seguire a sinistra l' indicazione Val Bavona sino al suo termine, San Carlo. Indi salire sino alla teleferica che porta a Robiei (grandi parcheggi), oppure seguire, al primo tornante, a sinistra, il cartello del sentiero che sale alla capanna Basòdino, poi all' albergo di Robiei.
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Basòdino. Albergo di Robiei.
Kartennummer:CNS 1271 - Basodino

Abbondante, la documentazione. Ghiaccio e affini sono materie che mi affascinano (e non poco intimoriscono) da sempre...
- Innanzitutto, l' opuscolo: "Sentiero glaciologico del Basòdino" edito dal Dipartimento del Territorio del Canton Ticino, opera collettiva, con contribuzioni varie tra cui quella di Giovanni Kappenberger. Opuscolo molto ben fatto, esauriente, con numerose foto.
- "Cold (Little, Brown & Company Ed.), ossia "Gelo" del biologo Bill Streever (edizioni EDT), fantastico, avvincente come un giallo, drammatico studio sui diversi aspetti del Freddo. "Avventure nei luoghi PIU FREDDI del mondo", precisa la copertina. Alla sola lettura, freddo nelle ossa garantito!
- "Ghiacciai ticinesi" del grande fotografo Ely Riva (Salvioni editore). Non solo fotografo, il Riva, ma anche grande conoscitore ed esploratore del nostro territorio, capace di condividerne con il lettore il suo immenso amore.
- Sempre di Ely Riva "Gli occhi delle montagne" (Salvioni editore), che fotografa e racconta i laghetti del Ticino. Belle foto di quello del Zött, dei Celestini o Laghetti del Ghiacciaio, dei Laghetti della Randinascia, tutti toccati dal Sentiero Glaciologico.
- "Cristallina, sogno d' inverno e d' estate" del naturologo Angelo Valsecchi, infaticabile studioso di flora, fauna, mineralogia del nostro cantone: raccolta di informazioni e documenti appassionanti.
- I francofoni interessati al tema "ghiaccio-ghiacciai" non manchino di guardare su internet l' affascinante documentario del francese Vincent Amouroux: "Planète Glace-Groenland: Le voyage sous la glace" di recente in concorso al Festival du Film de Montagne dei Diablerets!
- Propongo anche di consultare il sito della Società Ticinese di Scienze Naturali: www.stsn.ch, per una loro prossima uscita sul Sentiero Glaciologico sotto la guida di G. Kappenberger, presumibilmente l' estate prossima.

"Non preoccupatevi, oggi niente pioggia, magari solo qualche goccia a fine pomeriggio!"
Se lo dice Giovanni Kappenberger, noto meteorologo (per anni responsabile delle previsioni di Locarno-Monti) e glaciologo, nonostante quello sentito alla radio e in televisione, lo crediamo fiduciosi, e lo seguiremo attentamente spiegarci i come e perché per tutta la nostra giornata seguendo il Sentiero Glaciologico.
Appassionante! camminare sotto la sua guida entusiasta! Siamo tutti sotto il suo charme; la sua erudizione ci appassionerà durante tutto il percorso!
Come il Valsecchi, col quale feci una gita naturalistica in zona Greina anni fa, Giovanni ha il dono di trasmettere conoscenze ostiche al più ignorante e digiuno di scienze naturali.
Nel gruppo (accanto a una decina di membri della Società Escursionistica Verzaschese), una decina di "esperti" della Società Ticinese di Scienze Naturali, che organizza regolarmente questa uscita con Giovanni: chi chimico, chi biologo, chi naturalista, chi mineralogista, chi meteorologo, ognuno proporrà la sua contribuzione scientifica, arricchendo così di molto le nostre conoscenze.

Primi passi scendendo dalla teleferica a Robiei, primo pannello esplicativo, prime spiegazioni di Giovanni!
Oltre a un modesto zaino rosso, Giovanni porta in spalla un sacchetto della spesa di stoffa, colmo di dépliants, opuscoli (quello, ufficiale, edito dal Dipartimento del Territorio, l' ha già distribuito a tutti noi alla partenza in valle, con l' ordine di studiarlo durante la salita sul vuoto!), grafici che aiutano a capire meglio le sue spiegazioni.
Chissà che non ci sia un interrogazione a fine gita, con relativi voti!!!
Impossibile raccontare su questa paginetta tutte le cose imparate. Rimando gli interessati all' esauriente opuscolo citato sopra.
Otto le fermate sul percorso, con pannelli esplicativi molto ben fatti; molte più quelle di Giovanni. Tanti gli aneddoti. I brevi fuori percorso.
Ad esempio, a cospetto dello stupefacente Pizzo Pecora, l' affacciarsi sui dirupi della Val Bavona. O l' esplorazione della grotta del Pavone, o dello splüi di Randinascia. O la visita nelle viscere della diga di Robiei.
"Vedrete che acustica da cattedrale là dentro! Micaela, ti voglio sentire cantare, prometto sarà un momento impressionante!"

Bellissimo il camminare su due dei miei terreni preferiti, le morene laterali che scendono dal ghiacciaio e le splendide rocce montonate appena sotto di esso, punto più alto toccato dal Sentiero Glaciologico.
Una festa di minerali, di fiori, di acque!
"Domande? Ci sono domande?"
Fioccano, le domande!

Tornati a Robiei, Giovanni si procura la "chiave magica", porta d' entrata alle viscere della diga. Continuano le sorprese, l' incanto di un momento particolare.
Subito, davanti al primo cunicolo, primi suoni umani, accordi improvvisati. L' eco è da brividi...Emozione.
A cinque riprese, ci fermiamo davanti ad un vano con schermo gigante. Scegli: italiano o tedesco, premi il pulsante e parte il filmato. Ognuno su un tema che riguarda la costruzione, l' utilità, il funzionamento, i segreti tutti delle varie dighe della zona Robiei. Molto ben fatti ed esaurienti, affascinanti, anche perché visti in questi antri freddi e umidi.
Ultimo cunicolo: sale il canto; ho scelto la meravigliosa ninna-nanna di De Falla. Rabbrividisco.
Sale il canto di Fabiana ( grande figura della SEV, appassionata conoscitrice di montagna, affamata della sua Bellezza), con due canti della montagna; con Giovanni uniamo le nostre voci alla sua. Rabbrividiamo tutti.
Che potenza salita dall' anima scaturisce da una semplice voce umana...
...amplificata da questa acustica di cattedrale, nel quasi buio. Brividi.

Grazie, Giovanni Kappenberger!

Tourengänger: micaela


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (14)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 7. September 2015 um 17:36
Uè Mic... ma allora non soffri di idiosincrasia! :) Ti sei "allenata" per il prossimo ritrovo? :)
Un abbraccio
Menek

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 7. September 2015 um 19:13
L' uscita in gruppo come eccezione? Tutto merito di Giovanni K.!
...Mi sono poi rifatta alla grande ieri con una Solitaria ammazza- vertigini e ammazza gambe...Rammenti? L' ultima corsa, ore 17.20, della teleferica, è scesa a valle senza di me!!!
Ciao, Micaela
P.S.: E se venisse il Giovanni, al prossimo ritrovo???????????

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 7. September 2015 um 20:42
Non siamo una loggia massonica...
porte aperte alla Renault! :)))

veget hat gesagt:
Gesendet am 8. September 2015 um 08:38
...meritatissima e fortunata giornata, in compagnia di un grande( da me seguito fin dagli anni /80, alla mitica Radio Monteceneri e conosciuto negli anni /90, durante una "porte aperte" al Locarno monti. Perdonami questo ricordo personale)..Il percorso da Te ben descritto,, e le belle foto, ci permettono di vivere in miinima parte quanto hai avuto il piacere di vedere realmente.
Grazie!!!
Buona Continuazione
Ciao
Eugenio

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. September 2015 um 22:30
Puoi ben dirlo, caro Eugenio, giornata da ricordare in compagnia di una persona che, oltre che colta ed entusiasta, sprizza simpatia da tutti i pori!
Occhio! prossimo tour l' estate che verrà! Non mancare l' appuntamento, anche se la trasferta da Verbania è lunga!
Ciao, Micaela.

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. September 2015 um 14:28
Grazie !!!
1° ) ricordati dell' invito nel 2016
2°) Per la distanza, non ci sono problemi.... (ricordo una skialp al Basodino anni/80)
3°) Importante sarà essere ancora..... tra noi....
Ciao Eugenio

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. September 2015 um 15:05
3. Ci saremo tutti!
2. Bene! Appuntamento: prima salita della teleferica a San Carlo, ore 9.00!
1. Chiederò direttamente a Giovanni K.!
E ci sarò anch' io, nuovamente!!!
Ciao, Micaela.

veget hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. September 2015 um 15:34
Sono e sarò veramente Onorato!!!! ( spero tanto tanto di eeserci!!!)
Grazie
Ciao Eugenio

cristi4n hat gesagt:
Gesendet am 8. September 2015 um 15:52
Che fortuna, è sempre belle essere in compagnia di chi ha delle conoscenze specifiche e ha voglia di condividerle...arricchimento personale e maggior comprensione delle cose assicurati!!

Ciao

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. September 2015 um 22:32
Grazie, Christian: tutto vero quel che scrivi!
Se ne hai l' occasione, non mancare l' uscita 2016!
Ciao, Micaela.

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 8. September 2015 um 19:42
ti sei ricordata dei saluti??? ;-)

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. September 2015 um 22:27
Ciao, stella! Secondo rango, prima foto a sinistra! I saluti ci sono tutti!
Un abbraccio, Micaela.

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 10. September 2015 um 18:51
Bella uscita......e sicuramente molto interessante!!! Brava Micaela!!!! A presto. ALE

micaela hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. September 2015 um 21:02
Uscita da fare, da fare, Ale: Giovanni K. affascinerebbe anche serpenti a sonagli!!!
Ciao, Micaela.


Kommentar hinzufügen»