Pizzo Centrale 2999,3 m - Giübin 2776 m


Publiziert von pelle9360 , 14. August 2015 um 09:49.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:12 August 2015
Wandern Schwierigkeit: T5 - anspruchsvolles Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   CH-UR   Gruppo Pizzo Centrale   Gruppo Pizzo Lucendro 
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1200 m
Abstieg: 1200 m
Strecke:Passo del San Gottardo - Lago della Sella - Sasso di Paisgion - Guspissattel - Pizzo Centrale - Cima 2986 m - Pizzo Prèvat - Giübin - Lago della Sella - Passo del San Gottardo
Kartennummer:CNS 1:25'000 - 1251 Val Bedretto + 1232 Oberalppass + 1252 Ambrì-Piotta

Sono trascorsi sei anni dal nostro tentativo di ascesa al Pizzo Centrale. In quell'occasione furono la nebbia e la leggera pioggia a porre fine alla salita in prossimità della Guspissattel, a poche decine di metri dalla cima. Oggi le condizioni meteo sono diverse e ce ne rendiamo conto non appena arriviamo al posteggio situato all'inizio della strada chiusa al traffico che porta al Lago della Sella: il cielo è azzurro e delle nuvole non vi è neanche l'ombra! Partiamo dal parcheggio poco dopo le 9 con l'unico obiettivo di raggiungere il Pizzo Centrale dalla via di salita normale per mezzogiorno, così da poter pranzare in vetta godendoci il sole e il panorama. Raggiungiamo la diga del Lago della Sella e proseguiamo per poco più di 500 metri sulla strada sterrata. Giunti a una deviazione imbocchiamo la stradina sterrata che sale verso Cascina della Prosa. Subito dopo il secondo tornante svoltiamo a destra immettendoci nel sentiero marcato in bianco-blu-bianco che in breve porta in zona Prosette. Abbandoniamo il sentiero che sale al Gloggentürmli per seguire alcuni ometti che portano fin sotto al ripido pendio che porta al Sasso di Paisgion. Una volta superato tale punto il sentiero si fa meno ripido. Da qui è già visibile il grande ometto di sassi posto in prossimità del punto quotato 2739 metri sulla cresta SSE del Gamsspitz. Oltrepassata la cresta ci si sposta nel versante est di tale cima fino a giungere alla Guspissattel. In breve risaliamo l'ultimo ripido tratto di pendio e, alle 12 in punto, siamo in vetta!! Dopo le foto panoramiche di routine e il successivo pranzo al sacco, notiamo come alcune persone si stiano avvicinando al Pizzo Centrale per la sua cresta est, la quale a prima vista appare difficile e non alla nostra portata, almeno per quanto riguarda il tratto tra il Pizzo Centrale e la sua cima est quotata 2986 metri. Il Brenna parla di difficoltà alpinistica facile (F) e di "cresta esposta". Osseviamo incuriositi i cinque escursionisti che divisi in due gruppi scendono pian piano lungo la cresta della cima est, cercando di memorizzare il più possibile i loro spostamenti. Convinti della fattibilità della cresta ci incamminiamo fiduciosi in direzione della cima quotata 2986 metri restando leggermente a sinistra del filo. La cresta non è così difficile come sembrerebbe, anche se bisogna comunque prestare attenzione ad alcuni tratti esposti e leggermente franosi. In alcuni punti vi sono anche delle roccette da scalare (T5). In poco meno di 15' raggiungiamo la cima est. Da qui in avanti la difficoltà diminuisce e compare a tratti un sentierino che agevola la discesa, ciononostante non bisogna abbassare la guardia. Poco prima della Rotstocklücke abbiamo la fortuna di incontrare due bellissimi esemplari di stambecchi dalle corna impressionanti che stanno forse proteggendo un paio di piccoli. Togliamo rapidamente il disturbo e in breve siamo alla Rotstocklücke, dalla quale saliamo poi su pietraia al Pizzo Prèvat, 2876 metri. Da questa cima è visibile tutta la bella cresta percorsa in discesa. Dopo una breve pausa ci abbassiamo sempre lungo la cresta facendoci largo tra grandi blocchi fino al Passo della Sella, valico che permette il collegamento con la Wildenmattenhütte e la Vermigelhütte. Già che siamo in zona decidiamo di salire velocemente al Giübin, dalla cui sommità vi è un bel panorama sulla Val Canaria. È già pomeriggio inoltrato e perciò non ci fermiamo più di quel tanto ma puntiamo subito il Passo Posmeda. Da qui ci abbassiamo alla cascina di quota 2522 metri e successivamente imbocchiamo il sentiero inizialmente pianeggiante fino al Lago della Sella, che raggiungiamo circa 1h30' dopo essere partiti dal Giübin. Ora non resta che percorrere i rimanenti due km di strada asfaltata fino al passo e all'Ospizio, dove, davanti a una rinfrescante Rivella, questa stupenda escursione dal carattere alpino si conclude!

Tourengänger: pelle9360


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 14. August 2015 um 10:39
Bellissima cavalcata e splendide foto, complimenti.

Ciao

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 15. August 2015 um 10:03
Davvero un bel giro!! ALE


Kommentar hinzufügen»