Il Pizzo Uccello in buona compagnia


Published by Mapuche , 31 July 2015, 14h02.

Region: World » Switzerland » Grisons » Misox
Date of the hike:12 July 2015
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Uccello-Lumbreida   CH-GR 
Time: 6:00
Height gain: 1100 m 3608 ft.
Access to start point:Autostrada A2 fino a Bellinzona poi A13 fino a San Bernardino Villaggio

Per questa escursione ho tradito, molto a malincuore, le Ferrovie Federali. Il fine settimana successivo avrei raggiunto l'Alsazia con la mia compagna e quindi, in occasione dell'escursione che sto per raccontarvi, ho acquistato la vignetta con una settimana di anticipo e a Chiasso ho tirato dritto fino al parcheggio dell'ostello, appena usciti dall'autostrada a San Bernardino.
Sono arrivato a San Bernardino senza avere una meta precisa, varie ipotesi frullavano nella mia testolina, ed una volta uscito dall'auto ed aver scrutato il panorama a 360°, alla fine decido di imboccare il sentiero che conduce alla Val Vignun, con l'intenzione di attraversare tutta la vallata e di scendere a Nufenen. Arrivato però alla Cassina de Vignun, vedo che c'è gente che punta verso il Piz Uccello e, dato che il mio modesto Palmarès è piuttosto carente in fatto di vette, decido anch'io di puntare più in alto confortato dalla presenza di altri escursionisti.
Questo mese di Luglio 2015 ha davvero trasformato la mia cara Milano in una fornace, e appena il gioco si fa duro e le pendenze cominciano a farsi sentire, comincio a rendermi conto di quanto abbia perso in fatto di forma fisica, nelle ultime settimane passate praticamente nell'inattività. Vari escursionisti mi sorpassano durante la salita, ma tra di noi si fraternizza e ci si da appuntamento in vetta, ed alla fine ci si ritrova tutti in cima a questo spuntone roccioso, io con le mie modeste provviste, i miei compagni di salita con gli zaini pieni di cibarie e di birra. Si fraternizza, si parla delle splendide montagne di questo angolo di Grigioni che noi tutti amiamo, trovo l'opportunità di scambiare anche qualche parola in polacco con Alfredo, la cui mamma veniva dalla terra della mia ex-compagna, e con lui di rinnovare la mia passione per quelle terre che chissà quando rivedrò.
Ripenso alle parole dello scrittore Mauro Corona, quando afferma che sopra i 2000 metri di quota, il livello intellettivo delle persone che si incontrano aumenta a dismisura e non posso far altro che dargli ragione. Chissà se ci ritroveremo ancora su qualche altro sentiero, in Svizzera o anche nella nostra Lombardia. E non posso non fare a meno di ripensare alle parole di Alfredo, il Polacco: "Mapuche, in montagna non si va mai da soli". Come vi invidio, io non ho nessuno con cui condividere questa mia passione e, soprattutto, la fatica.

Hike partners: Mapuche


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4-
22 Aug 15
Pizzo Uccello · GIBI
AD-
24 Feb 19
Pizzo Uccello SKT · marc73
T4-
T4-
21 Jul 13
Cima Sud del Piz Uccello m.2718 · patripoli
T4-

Comments (7)


Post a comment

Sent 31 July 2015, 17h20
Bella questa del livello intellettivo, più si sale di quota: verissimo!! Ciao, gita molto bella.
roby

Mapuche says: RE:
Sent 2 August 2015, 13h40
Ciao Roby, Mauro Corona ha proprio ragione anche se quello che è successo alla Cufercalhütte qualche mese fa mi aveva fatto quasi cambiare idea

Menek says:
Sent 1 August 2015, 16h07
Proprio un bel posto...

Mapuche says: RE:
Sent 2 August 2015, 13h41
Ciao Menek, tutte le montagne lì intorno sono strepitose
e si raggiungono comodamente grazie all'A13 e al servizio Autopostale

cristi4n says:
Sent 3 August 2015, 13h13
Bellissimi posti complimenti!
Comunque, non sono d'accordo che in montagna non si debba andare soli...sono cose diverse, ma entrambe belle... Alcuni dei giri migliori che ho mai fatto li ho fatti in completa solitudine, e non so perchè, ma nei momenti peggiori, quando sento che sto per perdere le staffe, sono quelle situazioni che mi passano per prime nella mente e mi calmano...

Mapuche says: RE:
Sent 3 August 2015, 22h55
Ciao Cristi4n, anch'io amo andare in montagna da solo, amo riflettere in mezzo alla natura e ritrovare il mio equilibrio. Alfredo, l'escursionista che ho citato, intendeva però che non bisogna mai sottovalutare la difficoltà dell'ambiente montano, ed in caso di urgenza la presenza di altre persone fa sicuramente la differenza. Grazie per la tua visita

cristi4n says: RE:
Sent 4 August 2015, 11h39
Quello dici è vero, non bisogna mai sottovalutare l'ambiente o sopravvalutare se stessi, però io ho sempre pensato, se è un incidente "stupido" allora niente di grave essere in due a che serve? Se è un incidente grave...è grave...a quel punto essere anche in più di una persona non credo cambi molto, credo che la differenza possa farlo in un 10-15% dei casi al massimo...

A me manca molto andare da solo, la mia compagna era molto preoccupata quando andavo solo e da quando siamo diventati tre mi ha fatto promettere di andare sempre con qualcuno... ma il senso di libertà che da un'escursione in solitaria, programmi tu, decidi tu, detti i tempi tu...in compagnia è bellissimo (se con le persone giuste), ma diverso. In ogni caso, escursioni a rischio zero, non esistono, ogni volta che metti il piede fuori casa è paradossalmente un rischio...


Post a comment»