Corni di Canzo 1371 m, traversata E-W


Publiziert von Gianluca , 15. November 2008 um 00:03.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 9 November 2008
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage
Aufstieg: 1100 m
Abstieg: 1100 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Lecco-Pusiano-Canzo-Fonti di Gajum. Limitate possibilità di parcheggio.
Kartennummer:IGM 1:25000

SALITA: dalle Fonti del Gajum 485 m, si segue la stradetta di fondovalle fino al bivio per San Miro al Monte. Si prosegue ora per il sentiero che costeggia il Torrente Ravella, grazie anche all’ausilio di numerosi ponticelli. In seguito un tratto sistemato con gradoni in legno, conduce alla Terza Alpe a 790 m circa. Salire ancora brevemente ad incrociare la mulattiera che in direzione E porta comodamente a La Colma 1000 m. Ora, sempre nella medesima direzione, raggiungere l’ Acqua del Fò 990 m circa. Salire quindi per il sentiero a sinistra fino alla bocchetta fra il Corno di Canzo Centrale e quello Orientale (Bocchetta di Luera 1190 m circa; non nominata su IGM). Brevemente e senza difficoltà raggiungere la vetta di quest’ultimo.
 
TRAVERSATA DEI CORNI DI CANZO:
dalla vetta del Corno Orientale di Canzo 1232 m, scendere verso W alla vicinissima Bocchetta di Luera 1190 m circa. Ora seguire la traccia sul filo dello spartiacque fino al piede di un salto roccioso. Lo si supera con l’aiuto di alcune catene (una trentina di metri), continuando poi su tracce di sentiero alternate a facili roccette (I°). Affacciandosi a tratti sulla parete NE si raggiunge in questo modo la vetta del Corno di Canzo Centrale 1371 m. Scendere ora (inizialmente terreno ripido; prudenza!) in direzione W, alla massima depressione (1300 m circa) fra il Corno Centrale e quello Occidentale, tenendosi sempre nei pressi immediati dello spartiacque. Dalla sella, fatti pochi passi in direzione W, si giunge al piede di un salto roccioso. Costeggiarne la sua base verso destra (N) fino ad imboccare un ampio canale roccioso. Esso adduce ad un terrazzo erboso, al cui sommo, un ripido canalino di roccia articolata (I°), permette di salire alla vetta del Corno Occidentale di Canzo 1371 m. Scendere poi per la cresta W, superando un caratteristico intaglio (“passo della Vacca”; II-°). Poco oltre, sulla destra, si scende per una scarpata rocciosa ad un conoide di ghiaia calante al sentiero di collegamento con il Rifugio SEV.
Dalla vetta del Corno Orientale, circa un’ora e trenta minuti.
 
DISCESA: seguire il sentiero per il Rifugio SEV, fin nei pressi di alcune baite. Scendere al di sotto di esse ove un buon sentiero cala, tenendosi sempre sul versante settentrionale della montagna, alla Colletta dei Corni 877 m. Qui il sentiero scende verso meridione fino ad incrociare la stradina di collegamento Fonti di GajumTerza Alpe. Con essa fare ritorno alle Fonti di Gajum.
 
 
Gita effettuata in compagnia di Alessandra R.

Tourengänger: Gianluca

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3
9 Mai 10
Corni di Canzo da Gajum · ivanbutti
T3 I S
T3+ I
5 Jul 09
Corni di Canzo · Federico
T3 V- WS-
T3 I
5 Mai 14
Corno di Canzo Occidentale · stefano58

Kommentar hinzufügen»